Bulldog francese: carattere, malattie e come educarlo. I consigli del veterinario

bulldog-francese

Bulldog francese, un animale di piccola taglia e dal caratteristico muso schiacciato. Ma quali sono le sue caratteristiche, il carattere e le malattie verso cui è più predisposto? Conosciamo meglio questo cane di razza.

Il Bulldog francese è riconosciuto come razza dalla FCI, Fédération cynologique internationale. Viene considerato un perfetto cane da compagnia sia perché di piccola taglia sia per via del suo carattere docile.

Bulldog francese, le origini

Molto probabilmente l’odierno Bulldog francese deriva dai cani molossi dell’Impero romano anche se si tratta in realtà del risultato di diversi incroci compiuti alla fine del 1800 tra l’Inghilterra e la Francia, quando questo cane seppe conquistarsi un posto di primo piano come animale da compagnia visto il suo aspetto caratteristico e lo sguardo dolce. Risulta parente anche del Bulldog inglese con cui condivide diverse peculiarità fisiche e caratteriali.

Bulldog francese, caratteristiche del cane

Il Bulldog francese è un cane di piccola taglia di tipo molossoide. Brevilineo, compatto, muscoloso e possente sia pure nella sua piccola stazza, questo cane ha una testa definita brachicefala che si caratterizza per il muso corto, il naso schiacciato e delle orecchie erette molto particolari simili a quelle dei pipistrelli.

Il colore del manto del Bulldog francese può essere di varie tonalità: bianco con pezzature nere o fulve, completamente fulvo o bringè (fulvo con striature tipo tigrato). Il pelo è raso e la coda corta.

I maschi hanno un’altezza compresa tra 27 e 35 cm mentre le femmine da 24 a 32 cm. Per quanto riguarda il peso, i maschi si attestano sui 9 - 14 Kg mentre le femmine vanno da 8 a 13 Kg.

bulldogfrancese cucciolo

Ricapitolando il Bulldog francese è:

• Un cane di piccola taglia
• Altezza maschi 27-35 cm, altezza femmine 24-32 cm
• Peso maschi 9-14 kg, peso femmine 8-13 kg
Struttura del corpo brevilinea e compatta
Testa brachicefala
• Muso corto
• Naso schiacciato
• Orecchie a pipistrello
• Il manto può essere di vari colori
• Pelo raso
• Coda corta

Il carattere del Bulldog francese

Il Bulldog francese è un cane molto vivace e socievole che si affeziona subito alle persone che se ne prendono cura tanto da non volersene separare mai ed esserne anche un po’ geloso. Si tratta dunque di un cane che si presta benissimo a fare compagnia anche ai bambini, essendo tra l’altro molto giocherellone. Ha in sostanza un carattere buono e dolce anche se in alcune circostanze può apparire particolarmente testardo e cocciuto ed improvvisamente diventare un cane da guardia, soprattutto se ad essere in pericolo è il suo proprietario.

In genere è un cane attivo ma può anche farsi prendere da momenti di pigrizia. Con gli altri cani va generalmente d’accordo.

Ricapitolando il Bulldog francese è:

• Vivace
• Socievole
• Giocherellone
• Buono
• Dolce
• Testardo
• Un po’ geloso

bulldogfrancese

Bulldog francese, come si cura

Il Bulldog francese è un cane che non necessita di cure molto particolari se non delle attenzioni e dell’amore del suo proprietario. Si adatta molto bene alla vita in appartamento anche grazie alle sue ridotte dimensioni. Va ovviamente portato fuori per le sue passeggiate giornaliere utili anche a farlo correre e giocare all’aria aperta ma poi una volta in casa non necessita di grandi spazi.

Il pelo corto facilita la sua gestione (va spazzolato infatti sono ogni tanto) e lo rende meno esposto al rischio pulci. Tra l’altro è un cane con un pelo che ha poco odore rispetto a quello di altre razze. Per evitare che si irriti, prendetevi cura delle pieghe che si formano sul suo muso procedendo ad una pulizia accurata di tanto in tanto.

L’alimentazione poi deve essere equilibrata per evitare che il cane ingrassi troppo. Fatevi consigliare in merito dal vostro veterinario di fiducia.

Se avete un Bulldog francese ricordatevi dunque di:

• Portarlo ogni giorno fuori a passeggiare
• Pulire le pieghe della pelle del muso per evitare dermatiti
• Spazzolarlo ogni tanto
• Alimentarlo correttamente

Malattie del Bulldog francese

Come altri cani di razza, anche il Bulldog francese è più predisposto ad alcuni disturbi. In questo caso è in particolare la conformazione della testa a dare i problemi maggiori che si ripercuotono soprattutto sul sistema respiratorio. Questo cane può infatti soffrire della sindrome brachicefala, un problema che comporta difficoltà a respirare, russamento e, a causa della scarsa ossigenazione, in alcuni casi molto gravi può mettere anche a rischio la vita stessa dell’animale.

Si tratta poi di un cane particolarmente soggetto a colpi di calore dato che non sopporta molto bene le alte temperature. Ciò è dovuto sempre alla sua conformazione fisica visto che il naso corto e le narici strette gli impediscono di disperdere al meglio il calore. In estate quando fa molto caldo è bene farlo bere più spesso e nelle situazioni a rischio tamponarlo con un asciugamano bagnato.

Altri problemi a cui questa razza è più soggetta sono l’anemia e i malfunzionamenti della tiroide. Parlatene sempre con il veterinario per avere consigli su come prevenire possibili problemi al vostro cane.

Ricapitolando il Bulldog francese è soggetto a:

• Sindrome brachicefala
• Colpo di calore
• Anemia
• Malfunzionamento della tiroide

Se vi interessa approfondire la conoscenza di altri cani di razza leggete anche:

PITBULL: CARATTERE, MALATTIE E COSE DA SAPERE 

SEGUGIO: CARATTERE, MALATTIE E COSE DA SAPERE 

TERRANOVA: CARATTERE, MALATTIE E TUTTO QUELLO CHE C'È DA SAPERE

bulldogfrancese bambini

Bulldog francese, come adottarne uno

Vi consigliamo di evitare l’acquisto di un Bulldog francese ma di scegliere invece la via dell’adozione. Si tratta di un cane di razza ma nonostante ciò non è affatto impossibile (come spesso si crede) adottarlo. Ci possono essere infatti vari motivi per cui viene dato via anche un cane come questo. Fortunatamente esistono dei “Rescue center” generici o dedicati specificatamente ai Bulldog, nati con lo scopo di assicurare una nuova famiglia ai cani rimasti soli.

Vi segnaliamo ad esempio il gruppo Facebook “Rescue Bulli Bullosi Bulldog Francese CUBF” dove è possibile adottare cani di questa razza o incroci.

Bulldog francese, il parere della veterinaria

Abbiamo chiesto a Patrizia Sauria, veterinaria, di parlarci un po’ delle caratteristiche del Bulldog francese e di fornirci qualche indicazione utile per prendercene cura al meglio. Ecco cosa ci ha detto:

“Il Bulldog francese è la tipica razza di cane per la famiglia: oltre ad essere simpatico, è dolce, affettuoso, molto attaccato al propretario (diventa la sua ombra), giocherellone, adatto ai bambini; è un po' testardo e caparbio, si impunta fin quando non ottiene ciò che vuole, ma l'importante è non cedere e non viziarlo come verrebbe invece quasi spontaneo fare perché rapiti dal loro tenero faccino. E' importante sempre garantirgli le sue passeggiate quotidiane (anche se si tratta di un cane piuttosto pigro), ma si adatta benissimo alla vita d'appartamento”.

Ha bisogno di cure particolari o ci sono malattie verso cui è più predisposto?

“Il Bulldog francese non richiede particolari cure giornaliere, ma può presentare alcuni disturbi, se non vere e proprie patologie, per le quali è importante rivolgersi al proprio veterinario. Uno tra questi sono i disturbi respiratori al quale il cane può andare incontro. Questa razza rientra tra i cani brachicefali, ha cioè una testa piuttosto “compatta”, il muso non è allungato ma schiacciato; questi animali sono soggetti alla cosiddetta “sindrome brachicefalica”, caratterizzata da anomalie morfologiche delle vie respiratorie superiori: stenosi delle narici, ipertrofia dei turbinati, allungamento del palato molle, macroglossia. Queste caratteristiche anatomiche determinano un restringimento delle vie aeree rendendo quindi difficoltoso il passaggio di aria; inoltre il maggiore sforzo respiratorio che si viene a creare determina anche un aumento della pressione all'interno delle vie aeree con conseguente collasso laringeo, tracheale e bronchiale, aggravando ancora di più il quadro. Nei casi meno gravi la sindrome brachicefalica si traduce sintomatologicamente solo con un rumore respiratorio (il classico “russamento”), ma nelle situazioni più gravi si può presentare una vera e propria fame d'aria fino alla sincope, per non arrivare anche alla morte. Potrà essere facile sentire quindi il proprio cane russare, e non deve essere preso necessariamente come un segnale allarmante, ma allo stesso tempo è importante non sottovalutarlo se è costante, soprattutto se a questo si aggiungono altri atteggiamenti particolari: divaricazione degli arti anteriori durante la respirazione, respirazione a bocca aperta anche in condizioni di riposo, intolleranza all'esercizio fisico, mucose pallide o cianotiche. In questo caso è importante rivolgersi subito al proprio veterinario per effettuare esami più approfonditi e agire di conseguenza (nei casi più importanti si deve ricorrere alla chirurgia). E' comunque importante sottolineare che seppur queste caratteristiche morfologiche siano tipiche della razza e dovute alla selezione, non tutti i soggetti sviluppano necessariamente tale patologia. In ogni caso sono da considerare alcuni accorgimenti importanti: il caldo e l'umidità rendono ancora più difficoltosa la respirazione, quindi soprattutto in estate è importante portare il cane a passeggio nelle ore più fresche della giornata; attenzione inoltre al colpo di calore al quale il bulldog risulta facilmente esposto. Anche un aumento di peso può non aiutare, quindi è importante una dieta sana ed equilibrata senza eccedere nelle dosi e un'attività fisica regolare (le passeggiate ed il gioco sono più che sufficienti)”.

Bulldog francese, video

Per farvi un’idea della dolcezza del Bulldog francese e per immaginarvi come potrebbe essere la vostra vita insieme a questo cane guardate i seguenti video:


Vi ricordiamo che il cane non è un giocattolo e dunque ha bisogno di cure e attenzioni. Non vogliamo certo scoraggiarvi ad adottarne uno ma bisogna avere ben presente che è una responsabilità che richiede pazienza e impegno anche se ripaga con tante soddisfazioni.

Francesca Biagioli