Bull Terrier inglese: caratteristiche, educazione, malattie e come adottarne uno

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Tutto quello che c'è da sapere sul Bull Terrier inglese per conoscere più a fondo questa razza canina di origine inglese dal particolare muso dalla forma di un uovo. Al di là del suo curioso aspetto il Bull Terrier inglese è un cane di compagnia molto amichevole e coraggioso

Ad alcuni il suo muso fa ridere poiché ricorda vagamente quello di un armadillo, ad altri invece una caratteristica così peculiare non può che essere motivo di vanto. Stiamo parlando del Bull Terrier inglese, una razza di origine anglosassone per la quale lo standard non stabilisce limiti di peso o di taglia.

Scopriamo di più su questo cane dalla testa a forma di uovo, così la definiscono i cinofili, dal carattere dolce, ma ostinato.

Origine della razza

Il Bull Terrier è un cane selezionato in Gran Bretagna durante tutto il XIX secolo. Gli allevatori fecero incrociare cani di tipo Terrier con l’Old English Bulldog, razza oggi estinta, per forgiare un esemplare che fosse agile, tenace e forte proprio come le razze di partenza. Da qui deriva il nome Bull Terrier o English Bull Terrier che riassume, anche se in parte, la sua storia evolutiva.

La razza venne creata inizialmente per poter competere nei combattimenti contro grandi animali, tra cui i tori in particolare. Il cosiddetto bull baiting era un cruento spettacolo molto apprezzato dai britannici. Quando il bull baiting fu vietato in tutto il Paese, gli incroci puntarono a conferire al cane una maggiore eleganza, affinché dalle arene potesse fare il suo ingresso nelle abitazioni inglesi.

Proprio come accadde per i Bulldog, il muso a uovo del Bull Terrier fu perfezionato sempre di più per far assumere al cane l’aspetto distintivo che conosciamo oggigiorno. Uno degli allevatori più noti fu James Hinks che, assieme ai figli, portò avanti la selezione della razza.

Nel 1885 arrivò il riconoscimento ufficiale dello standard del Bull Terrier inglese da parte dell’American Kennel Club, ma la sperimentazione negli incroci fu tutt’altro che finita. Levrieri, Collie, Dalmata e molte altre razze vennero utilizzate nella sua selezione.

Nel XX secolo comparvero anche le prime “miniature” di Bull Terrier, la cui altezza al garrese non deve superare i 35.5cm per essere considerate tali.

Aspetto

Il Bull Terrier inglese è un cane appartenente al gruppo Terrier, sezione Terrier di tipo Bull (gamba lunga) dell’ENCI. Sebbene lo standard dell’ente reciti che per questa razza “non ci sono limiti di peso o di taglia. Il cane deve dare l’impressione d’avere il massimo della sostanza rispetto alla taglia, tenendo conto della qualità del soggetto e del sesso”, possiamo azzardare che il Bull Terrier sia generalmente un cane di taglia media.

L’animale è molto robusto, muscoloso e dotato di grande potenza. La sua testa ha la caratteristica forma di un uovo, è allungata e vista lateralmente presenta una curva che discende fino al tartufo del cane. Gli occhi del Bull Terrier sono scuri e leggermente triangolari, così come le orecchie, piccole rispetto al muso.

Il collo dell’animale è spesso e si assottiglia dalle spalle in su, anche le zampe appaiono compatte e ben sviluppate. Il dorso del cane è corto, ma forte, il corpo arrotondato e la coda più grossa alla base.

Il manto del Bull Terrier inglese può essere totalmente bianco, nero, tigrato, rosso, fulvo e tricolore. È ammessa inoltre la presenza di macchie. Il pelo del cane è corto, uniforme, ma duro al tatto.

Che carattere ha un Bull Terrier?

Il Bull Terrier inglese è un cane affettuoso, amichevole e con una grande quantità d’energia. Per natura il cane è tendenzialmente calmo, ma ha bisogno di una buona educazione di base e di esercizio quotidiano. Questa razza sa essere ostinata nei suoi propositi, ma è allo stesso tempo molto sensibile.

Si affeziona con facilità a qualunque membro della famiglia, relazionandosi bene anche con gli estranei. Niente paura però perché un Bull Terrier inglese è anche un cane molto coraggioso e sa come distinguere bene le persone che entrano nella propria casa, un sesto senso che tutti i cani del resto hanno.

Il Bull Terrier è un cane pericoloso?

Come sempre è doveroso dove fare una premessa: nessun cane nasce aggressivo o mordace nei confronti dell’essere umano e/o dei suoi simili. Neppure un Dogo argentino, razza ritenuta tra le più pericolose sulla faccia della Terra, né un Bull Terrier inglese.

In passato per la sua massiccia costituzione, la sua forza e la sua energia, questa razza è stata purtroppo utilizzata non solo nei combattimenti contro i tori, ma tra gli stessi cani. Proprio per rendere il cane più “pericoloso”, lo si addestrava ad attaccare violentemente.

Il Bull Terrier inglese è un cane intelligente e dall’indole sensibile e con la giusta educazione sarà tutto tranne che pericoloso, discorso che vale per qualunque razza canina.

Come educare un cucciolo di Bull Terrier

Il Bull Terrier inglese è una razza piuttosto facile da educare. Il cane è propenso alla disciplina e, con il giusto approccio, apprenderà senza troppi problemi qualunque cosa il proprietario voglia insegnargli.

Con lui ci vuole a maggior ragione una buona dose di dolcezza e di pazienza. Un Bull Terrier inglese è anche un cane testardo e se non ha voglia di fare qualcosa, convincerlo può essere un’impresa.

Ricorda che gridare o punire il cane non serve a nulla se non a far insorgere nell’animale una forte condizione di stress. Per educare un Bull Terrier inglese puoi proporgli i comandi tra una buona dose di attività fisica. Per questa razza si consiglia almeno un’ora di esercizio al giorno.

Molto spesso le famiglie che si rivolgono disperate a un educatore cinofilo non ascoltano i reali bisogni del cane. Ci sono razze “da divano” e altre, come il Border Collie, il Dalmata o il Bull Terrier inglese, per cui l’esercizio fisico è la soluzione a una gran parte di problematiche comportamentali.

Malattie più comuni

Il Bull Terrier inglese è un cane con una aspettativa di vita di 10-12 anni. Avendo la razza subito una serie di modifiche genetiche per mano dell’uomo, parecchie sono le patologie che interessano questo cane. Tra queste vanno annoverate:

Quest’ultima condizione impedisce l’assimilazione dello zinco e provoca nell’animale gravi lesioni sulle zampe, infiammazioni dei cuscinetti, ma anche diarrea, difficolta respiratorie e disturbi nella crescita. L’acrodermatite può essere potenzialmente letale.

Rapporto con i bambini

Il Bull Terrier inglese è un ottimo cane di famiglia e adora i bambini. Non bisogna farsi spaventare dalle sue mascelle o dalla sua testa all’uovo perché l’indole del cane è di natura molto buona. Con la giusta socializzazione il Bull Terrier inglese diventerà il migliore amico di qualunque bambino. Verso i suoi piccoli amici umani il cane si dimostra espansivo, dolce, giocherellone e molto protettivo.

Curiosità

Nel mondo cinofilo il Bull Terrier inglese è anche conosciuto con il soprannome di “cavaliere bianco”. Questo epiteto gli fu dato da James Hinks che, nelle esposizioni canine, presentò al pubblico un cane elegante, dal manto bianco, perfetto amico dell’uomo in quanto a gentilezza e lealtà, ma anche un combattente sicuro di sé.

Il cavaliere bianco venne così descritto come un animale di compagnia, sempre al fianco del suo proprietario, ma con una attitudine tale da consentirgli di prevalere in qualunque combattimento. Come un gentiluomo, il Bull Terrier inglese si sarebbe saputo controllare nelle situazioni più difficili, ma allo stesso tempo non avrebbe avuto alcun problema a difendersi in uno scontro.

Il Bull Terrier inglese è un cane che tollera bene il caldo intenso, ma non il freddo. Le stagioni invernali sono un problema per lui quindi è bene tenerlo riparato nei giorni più gelidi.

Come adottare un Bull Terrier

Se dopo aver letto questo articolo, hai capito che il Bull Terrier inglese può essere il cane giusto per te, non devi fare altro che adottarne uno. Sì, perché invece di comprarne uno e finanziare il business della compravendita di cani di razza puoi accogliere uno (o più) dei tantissimi Bull Terrier in cerca di casa.

Su Facebook vi è, ad esempio, la pagina Bull Terrier Rescue Italia che si occupa proprio di esemplari di questa razza in difficoltà. Se dai un’occhiata a questa associazione, troverai tanti annunci di Bull Terrier inglese che sono disperatamente alla ricerca di una famiglia e di tanto amore.

Per saperne di più su altre razze canine leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Lingue, attivista e volontaria per i diritti degli animali. Amante della cucina vegetale, di vini rossi e di tutto ciò che profumi di cannella.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook