Chow Chow: caratteristiche, educazione, malattie e come adottarne uno

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Tutto sul Chow Chow per scoprire più a fondo questa razza brachicefala di origine cinese dalla lingua viola e dallo splendido aspetto di un leone. Per via di queste sue caratteristiche uniche questa razza ha accompagnato gli Imperatori orientali, distinguendosi come cane leale, ma riservato

A vederlo sembrerebbe quasi un leone perché la foltissima pelliccia del Chow Chow e la sua elegante criniera gli fanno assumere l’aspetto del grande predatore felino. Non a caso il nome cinese di questo razza significa proprio “cane leone”.  Scopriamo di più su questo leone orientale dalle origini antichissime.

Origine della razza

Il Chow Chow è una razza originaria della Cina millenaria. Pare, infatti, che abbia oltre 2000 anni e che sia stata molto apprezzata dagli Imperatori cinesi e dalle loro dinastie, ma è difficile tuttavia stimare quando abbia iniziato a diffondersi in Oriente e come sia stata selezionata. Sebbene il Chow Chow possa vantare una storia molto antica, i primi esemplari arrivarono infatti in Europa solamente verso la fine del XVIII secolo.

Fu intorno al 1780 che alcuni commercianti cinesi giunsero in Inghilterra portando con sé questi cani. Gli animali vennero venduti come una pregiata mercanzia anche perché in Asia la razza era ed è purtroppo allevata per la sua pelliccia e per la sua carne.

Alcuni dei Chow Chow finirono persino negli zoo inglesi come animali semi selvatici. Circa un secolo dopo il Chow Chow approdò nel Nuovo Continente e nel 1903 arrivò il riconoscimento dello standard dall’American Kennel Club.

Aspetto

Il Chow Chow è un cane di taglia media appartenente al gruppo Cani di tipo Spitz e tipo primitivo, sezione Spitz asiatici e razze affini dell’ENCI. L’altezza al garrese è mediamente di 55cm per i maschi e di 50cm per le femmine. Il peso ideale per questa razza si aggira rispettivamente sui 35-40kg e 30-35kg.

Il Chow Chow è un cane dalla struttura massiccia, robusta, ma ben proporzionata. La testa è grande e larga così come il tartufo, la lingua è scura come gli occhi che però sono di medie dimensioni. Le orecchie si presentano piccole, di forma arrotondata e ben distanti tra loro. L’attaccatura della coda è alta.

Il suo aspetto leonino è più che evidente. Il folto mantello monocolore ricopre completamente l’animale. Il suo pelo è lungo, fitto e molto morbido. I colori ammessi sono nero, rosso, blu, cerbiatto, crema o bianco molto spesso appaiono sfumati.

Perché il Chow Chow ha la lingua blu?

Una caratteristica distintiva del Chow Chow è la sua lingua che assume una colorazione che va dal nero al viola fino al blu. Il cane non nasce però già con la lingua di questo colore, ma questa diviene così intorno ai 2-3 mesi di vita. Tant’é che secondo gli esperti se la pigmentazione della lingua non varia con la crescita dell’animale allora la razza non è pura.

Una antica leggenda cinese narra che sia stato Buddha a donare al cielo il suo colore blu. Un Chow Chow lo avrebbe seguito proprio in quel momento e mentre la divinità distribuiva il colore nella volta celeste alcune gocce sarebbero cadute sulla lingua del cane. Questa sarebbe così divenuta blu.

Secondo un’altra leggenda un monaco asiatico caduto malato avrebbe chiesto ai propri Chow Chow di raccogliere della legna nel bosco. Per via di un incendio gli unici rami che gli animali riuscirono a trovare erano però quasi carbonizzati e nel prenderli in bocca la loro lingua assunse una colorazione scura.

Che carattere ha il Chow Chow?

Il Chow Chow è un cane tranquillo, indipendente e molto leale nei confronti del proprietario e della sua famiglia. Sebbene piuttosto chiuso nel socializzare con altri cani, l’animale è affettuoso e non si mostra mai distaccato né aggressivo nei confronti di chi ritiene degno della sua fiducia.

Questa razza è un’ottimo guardiano, molto attenta a ciò che succede davanti ai suoi occhi e molto diffidente nei confronti degli estranei. Allo stesso tempo il Chow Chow è un cane pacato che abbaia poco se educato correttamente e si adatta facilmente alla vita in appartamento.

Come educare un cucciolo di Chow Chow

Il Chow Chow è un cane piuttosto testardo e dal carattere non molto espansivo. Questo non rende certo la sua educazione la più facile che ci sia, motivo per cui la socializzazione del Chow Chow deve iniziare da subito quando il cane è appena un cucciolo. La razza tende a essere dominante e orgogliosa, ma con tanta pazienza e costanza può rivelarsi un ottimo compagno di vita.

Nel caso del Chow Chow, come per altre razze altrettanto ostinate, è indispensabile lavorare con fermezza. L’approccio deve sempre essere rispettoso dell’animale e assolutamente mai coercitivo. Per addestrare questo cane bisogna guadagnarsi la sua fiducia; solo in questo modo si può mettere un freno alla sua spiccata voglia di indipendenza e smussare un carattere non facilissimo.

Malattie

Il Chow Chow ha una aspettativa di vita che si aggira sui 9-12 anni. Questo cane è un brachicefalo e così come il Bulldog inglese, il Bulldog francese, il Carlino e molte altre razze di questo tipo soffre di tutta una serie di patologie e complicazioni  – come il BAOS o Sindrome Brachicefalica delle prime vie aeree – scaturite dalla selezione voluta dall’uomo.

Oltre a queste vanno menzionati le seguenti malattie:

  • cataratta
  • displasia dell’anca e del gomito
  • alopecia
  • stenosi polmonare
  • lussazione della rotula
  • glaucoma
  • neuropatia ipomielinizzante
  • insufficienza pancreatica esocrina
  • pemfigo foliaceo

Rapporto con i bambini

Il Chow Chow non è un cane particolarmente indicato per le famiglie con bambini. Non si tratta di aggressività quanto di compatibilità. Questa razza non è particolarmente giocosa e non ama affatto essere disturbata in alcuni momenti della giornata come quando dorme o mangia.

Un Chow Chow può convivere serenamente se impara a socializzare tempestivamente con i piccoli di casa e se questi si attengono alle regole, rispettando il carattere di questo animale. Tra di loro comunque non c’è quasi mai una enorme affinità.

Come adottare un Chow Chow

Se desideri adottare questo maestoso cane leone allora puoi rivolgerti al gruppo Facebook Associazione Rescue Chow Chow Italia dove i volontari di questo ente pubblicano annunci di Chow Chow e incroci in cerca di casa. Nel gruppo non troverai post di cuccioli in vendita poiché il suo scopo è proprio favorire l’adozione di esemplari che sono in cerca di una famiglia e non sovvenzionare un business privato.

Curiosità

Il Chow Chow è stato un cane amato da moltissime illustri personalità. Il cane preferito di Sigmund Freud era proprio un Chow Chow. Anche il 30° Presidente degli Stati Uniti Calvin Coolidge apprezzava molto questa razza e il suo aspetto.

Per saperne di più su altre razze canine leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Lingue, attivista e volontaria per i diritti degli animali. Amante della cucina vegetale, di vini rossi e di tutto ciò che profumi di cannella.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Facebook