Ambiente

Terremoto a Vibo Valentia: evacuate le scuole per precauzione

  • Scritto da Francesca Biagioli

La terra trema ancora nel nostro paese ma questa volta più a Sud. Un terremoto di magnitudo 3.2 è stato registrato poche ore fa a Vibo Valentia, tanta la paura tra le persone ma fortunatamente, almeno per il momento, non è stato segnalato alcun tipo di danno.

Aggredita la coraggiosa contadina peruviana che lotta contro le multinazionali dell'oro

  • Scritto da Lisa V.

Attivisti indigeni ancora sotto attacco: ad essere aggredita, questa volta, è stata Maxima Acuña Chaupe, la coraggiosa contadina peruviana che da anni lotta per proteggere la sua terra dalle mire di una compagnia mineraria. Appena qualche giorno fa, Maxima, che solo la scorsa primavera era stata insignita del Goldman Environmental Prize, è stata ferita da agenti armati mentre si trovata sui suoi terreni, nel cuore delle Ande.

Puliamo il mondo 2016: riprendiamoci le nostre città!

  • Scritto da Germana Carillo

Puliamo il mondo 2016 si riparte! Il 23, 24 e 25 settembre torna in tutta Italia l’importante iniziativa di volontariato ambientale organizzata da Legambiente in collaborazione con la Rai con un’edizione tutta dedicata all’integrazione e all’abbattimento delle barriere, per contribuire a spazi urbani più sostenibili, puliti e inclusivi.

Terremoto, nuova scossa 4,1 tra Accumoli e Amatrice

  • Scritto da Dominella Trunfio

Torna a tremare la terra al confine tra Lazio, Marche e Abruzzo. Un’ennesima scossa di terremoto di magnitudo 4.1 è stata registrata stanotte intorno all’1.34 nella zona di Rieti. L’epicentro del sisma è stato localizzato a pochi chilometri da Accumoli e Amatrice, paesi già distrutti dal terremoto dello scorso 24 agosto.

A Taranto i bimbi continuano a morire di tumori. Il 30% in più si ammala di cancro

  • Scritto da Germana Carillo

Tumori infantili a Taranto: un 30% in più dell’incidenza di tumori infantili nel capoluogo pugliese rispetto alla media nazionale e 20mila nuovi casi di tumore all'anno in tutta la Puglia. Una tragedia azzittita dai troppi interessi, una denuncia che va avanti da anni e chissà quando troverà ascolto.