spezie

spezie

@123rf

Alla scoperta del coloratissimo e variegato mondo delle spezie, fondamentali in cucina per insaporire i piatti e alleate della nostra salute

Colorate, profumate e sorprendentemente saporite: le spezie non dovrebbero mai mancare in cucina. Da secoli sono state adoperate per rendere più gustose le pietanze, ma anche nella medicina naturale e Ayurvedica per alleviare moltissimi disturbi di salute. L’universo delle spezie è molto vasto, così come i loro benefici sull’organismo: alcune aiutano a depurare a disintossicare, altre migliorano la digestione, altre ancora rafforzano le difese immunitarie. In questa sezione scopriamo come usarle per arricchire i nostri piatti, le modalità di conservazione, come coltivarle in balcone o in giardino e – naturalmente – tutti gli straordinari benefici che apportano alla nostra salute.

Spezie: come usarle in cucina e come conservarle

Le spezie sono degli insaporitori eccezionali. A volte basta un pizzico di pepe nero o coriandolo per conferire un sapore più intenso ad un piatto anche molto semplice. Le spezie essere utilizzate sia fresche che essiccate, ma solitamente vengono vendute già in polvere. Nella maggior parte dei casi queste sostanze aromatiche di origine vegetale provengono da terre lontane, ad esempio l’Asia (è il caso del coriandolo, della curcuma e della paprika, spezie immancabili nella cucina indiana).

Ma troviamo anche diverse spezie coltivate nei Paesi del Mediterraneo, fra cui lo zafferano (la spezia più costosa al mondo, nota anche come “oro rosso”), prodotto in Regioni italiane come la Sardegna, l’Umbria, la Toscana; e il sommaco, un’antica spezia di origini siciliane dal sapore acidulo e leggermente agrumato e dalle proprietà antiossidanti.

In questa sezione vi suggeriamo i migliori abbinamenti da fare in cucina, ma anche come conservarle al meglio e coltivarle in casa per averle sempre a disposizione. Non è sempre facile reperire al supermercato spezie esotiche come il cardamomo (di origine asiatica e dal sapore intenso simile alla menta), ma coltivarlo in balcone o in giardino a partire dai semi ci permette di averlo praticamente a costo zero.

Purtroppo in molti casi le spezie (così come le erbe aromatiche) che si trovano in commercio sono contaminate da micotossine e pesticidi, tra cui il pericoloso ossido di etilene. Per questo bisogna prestare molta attenzione al momento dell’acquisto.

Spezie, un toccasana per la nostra salute

Al di là del loro sapore, le spezie sono delle valide alleate del nostro benessere. Numerosi benefici erano noti a molti popoli fin dall’antichità e ancora oggi alcune spezie sono considerate dei veri e propri superfood e vengono proposte sotto forma di integratori o impiegate nel settore cosmetico.

Fra le spezie più note e amiche della salute spiccano la curcuma (in grado di alleviare i bruciori di stomaco, le infiammazioni intestinali e combattere il colesterolo), la cannella (che regola gli zuccheri nel sangue, riduce i dolori causati dall’artrite e migliora la memoria) e lo zenzero (che aiuta a ridurre la nausea, favorisce la digestione ed è portentoso in caso di raffreddore e mal di gola).

In questa sezione andiamo ad approfondire le origini, le modalità di consumo e di conservazione e gli eccezionali benefici delle seguenti spezie:

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook