Vitamina D: quando è il momento migliore per assumerla, la mattina o la sera?

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

È meglio assumere vitamina D durante la mattina o durante la sera? La vitamina D può veramente allievare i disturbi del sonno? Scopriamolo insieme.

Assumere vitamina D quotidianamente porta numerosi benefici per il nostro organismo, ad esempio ci aiuta nel miglioramento della salute delle ossa, dei muscoli e dei denti e ci aiuta anche a regolare i livelli di calcio e fosfato nel corpo. Una carenza di vitamina D può spesso portare a deformità ossee come rachitismo nei bambini e dolore osseo negli adulti causato dall’osteomalacia. (Leggi anche: Se avverti troppa stanchezza mentre cammini, potresti avere una carenza di vitamina D)

Tuttavia, gli alimenti che contengono vitamina D non sono numerosi e una delle fonti principali per assorbirla naturalmente risulta essere la luce solare. Naturalmente, a causa della pandemia molti di noi non sono riusciti a passare molto tempo all’aria aperta e bisogna anche sottolineare che l’esposizione al sole può risultare dannosa per la nostra pelle quando questa non è adeguatamente protetta con crema solare. Proprio per questi motivi, molte persone ricorrono ad integratori alimentari a base di vitamina D.

C’è ancora una domanda a cui rispondere: qual è il miglior momento della giornata per assumere vitamina D? La mattina o la sera? Uno studio pubblicato sulla rivista accademica Current Pharmaceutical Design può aiutarci a risolvere questo dilemma. I ricercatori hanno cercato di capire se la vitamina D avesse un ruolo nella regolazione del sonno e anche quale fosse l’impatto della carenza della vitamina sui disturbi del sonno. La vitamina D, infatti, partecipa nella produzione di melatonina, l’ormone coinvolto nella regolazione del sonno e dei ritmi circadiani umani (il cosiddetto “orologio biologico”). Inoltre, la vitamina D può influenzare i disturbi del sonno anche indirettamente, attraverso l’alleviamento di dolori e sintomi che compromettono la qualità nel nostro dormire come la sindrome delle gambe senza riposo e la sindrome delle apnee ostruttive del sonno (le apnee notturne). Per questo motivo, assumere integratori di vitamina D durante la sera potrebbe non solo compensare alla sua carenza ma avrebbe benefici diretti e indiretti sulla nostra qualità del sonno.

Bisogna specificare che comunque sono necessari ulteriori studi per confermare queste ipotesi e, alla fine, decidere di assumere la vitamina durante la sera o il mattino potrebbe essere influenzato anche da semplici questioni di convenienza.

Seguici su Telegram | Instagram Facebook | TikTok | Youtube

Fonte: Current Pharmaceutical Design

Sulla vitamina D potrebbero interessarti anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureando di Organizzazione e marketing per la comunicazione d'impresa all'Università La Sapienza, appassionato del web e delle dinamiche del mondo digitale.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook