Dimentica la moka! Se soffri di colesterolo alto, questo è il miglior tipo caffè che puoi bere per non aumentare i rischi cardiaci

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Diversi tipi di caffè porteranno ad effetti differenti nei livelli di colesterolo presenti nel sangue, differenti anche tra uomo e donna, vediamo insieme il perché.

Tenere presenti i propri livelli di colesterolo la prossima volta che vuoi bere una tazza di caffè potrebbe essere fondamentale se vuoi mantenere il benessere della tua salute. Gli studi confermano infatti che bere caffè aumenta i livelli di colesterolo, però la quantità varia a seconda di come viene preparato e del sesso della persona. (Leggi anche: Caffè: nuovi effetti collaterali a breve termine (sia benefici che dannosi) appena scoperti grazie agli smartwatch)

Secondo un recente studio, bere tre tazze di espresso al giorno porta ad un aumento del colesterolo quasi del doppio negli uomini rispetto alle donne. Ci sono però altri tipi di caffè che possono avere effetti diversi, vediamo il perché.

Lo studio

La ricerca pubblicata sulla rivista accademica Open Heart ha studiato i tre componenti del caffè (cafestol, kahweol e diterpeni) che aumentano i livelli di colesterolo nel sangue portando al rischio di ostruzione delle arterie e malattie cardiovascolari ed ha rilevato come la concentrazione di queste sostanze chimiche è più bassa nel caffè americano o caffè filtrato, che viene preparato facendo gocciolare acqua calda attraverso i fondi di caffè, rimuovendo le sostanze nocive.

I livelli delle sostanze nocive sono invece più elevati nei caffè preparati con la caffettiera a stantuffo e nel caffè espresso, poiché sono preparati forzando il vapore ad alta pressione attraverso i fondi di caffè. Il caffè solubile o caffè istantaneo contiene invece quantità trascurabili dei composti che aumentano il colesterolo.

Ai 20.000 partecipanti che hanno partecipato allo studio è stato chiesto quante tazze di caffè bevevano al giorno e come veniva preparato. Le loro abitudini nel bere caffè sono poi state confrontate con campioni di sangue che misuravano i loro livelli di colesterolo totale. Considerando che un livello di colesterolo sano sia inferiore a cinque millimoli per litro (mmol/L), ricercatori hanno potuto rilevare che:

  • le persone che bevevano 6 tazze di “caffè a stantuffo” al giorno avevano livelli di colesterolo compresi tra 0,23 e 0,3 mmol/L, superiori a quelli che non bevevano caffè;
  • bere dalle 3 alle 5 tazze di espresso al giorno (comprese la moka e altre bevande preparate con la macchinetta per il caffè) ha aumentato il colesterolo di 0,16 mmol/l negli uomini e di 0,09 mmol/l nelle donne;
  • il caffè americano non ha portato a un aumento negli uomini, ma nelle donne i valori sono aumentati di 0,11 mmol/L.

Tuttavia, i ricercatori non sono riusciti a spiegare le cause che portano alle differenze nei livelli di colesterolo tra i due sessi. Gli uomini, a quanto pare, dovrebbero optare per il caffè americano, che non porta a rischi per il colesterolo, mentre è legato ad un aumento dei livelli nelle donne. (Leggi anche: Cappuccino, espresso, americano o macchiato? Scegli il tuo caffè preferito e scopri come affronti la vita)

Il tipo di caffè che bevi non è di grande importanza se consumi solo una o due tazze al giorno, ma diventa importante quante ne bevi di più quotidianamente.

Seguici su Telegram | Instagram | Facebook | TikTok | Youtube

Fonte: Open Heart

Sul caffè potrebbero interessarti anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureando di Organizzazione e marketing per la comunicazione d'impresa all'Università La Sapienza, appassionato del web e delle dinamiche del mondo digitale.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook