Se hai più di 50 anni questo è il cibo più pericoloso: quadruplica il rischio di cancro “quasi come il fumo”

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Secondo una recente ricerca seguire una dieta ad alto contenuto proteico dopo i 50 anni potrebbe aumentare il rischio di cancro

La ricetta del porridge senza cottura

Secondo una recente ricerca seguire una dieta ad alto contenuto proteico dopo i 50 anni potrebbe aumentare il rischio di tumori

Il cancro rimane una piaga in tutto il mondo, una malattia che ancora uccide milioni di persone ogni anno. La ricerca sulla relazione tra dieta e rischio di cancro è complessa, ma uno studio ha scoperto che una dieta ricca di un gruppo alimentare molto popolare è associata a un rischio quadruplo di morire di tumore, pericoloso tanto quanto il fumo di sigaretta.

Le morti per cancro rimangono alte ogni anno, nonostante i progressi nei trattamenti e nelle procedure diagnostiche. In parte ciò che rende il cancro così intrattabile è la cattiveria delle cellule cancerose, che si moltiplicano e si diffondono in tutto il corpo. Sebbene chiunque possa ammalarsi, la ricerca ha stabilito un collegamento tra il consumo di determinati alimenti e un aumento del rischio. (Leggi anche: Ridurre la carne e mangiare più proteine vegetali fa vivere meglio e più a lungo. La nuova conferma)

Lo studio

Lo studio ha scoperto che le persone che seguono una dieta ricca di proteine di origine animale ​​durante la mezza età, hanno maggiori probabilità di morire di cancro rispetto a quelle che mangiano meno proteine. I ricercatori sono arrivati ​​a questa conclusione dopo aver esaminato più di 6.000 persone, di età pari o superiore a 50 anni e le hanno seguite per 18 anni. Hanno scoperto che le persone di età compresa tra 50 e 65 anni, che hanno seguito una dieta ricca di proteine ​​animali durante la mezza età, avevano una probabilità quattro volte maggiore di morire di cancro durante il periodo di studio, rispetto a coloro che seguivano una dieta a basso contenuto proteico.

La ricerca ha anche scoperto che le persone di mezza età che, durante il periodo di studio, mangiavano cibi come carne, latte e formaggio avevano il 75% di probabilità in più di morire per qualsiasi causa, rispetto a coloro che seguivano una dieta a basso contenuto proteico.

I ricercatori hanno definito una dieta “ricca di proteine” quella in cui almeno il 20% delle calorie giornaliere deriva dalle proteine, mentre una dieta “moderata” è quella in cui dal 10 al 19% delle calorie deriva dalle proteine ​​e una dieta “poco proteica” ha meno del 10% di calorie derivanti da proteine. Tuttavia, ciò che è dannoso per le persone a un’età può essere salutare in un’altra; infatti, nello studio le persone di età superiore ai 65 anni avevano meno probabilità di morire di cancro o altre cause se consumavano più proteine.

Quindi, non tutti gli individui beneficiano di un basso contenuto proteico, poiché le persone anziane sembrano effettivamente trarre beneficio da un apporto moderato di proteine. Avere abbastanza proteine ​​nella dieta può essere importante per le persone anziane per mantenere un peso sano e proteggersi dalla fragilità.

Inoltre, i ricercatori hanno sottolineato come non vi era alcun legame tra l’assunzione di proteine ​​​​e il rischio di cancro, quando hanno analizzato i partecipanti le cui proteine ​​provenivano principalmente fonti vegetali, come i legumi. Quindi, per diminuire il rischio è meglio evitare di mangiare carne rossa e carne processata come pancetta, prosciutto, salsicce e wurstel.

Se hai notato questi sintomi è opportuno consultare il proprio medico, per indagare in modo più approfondito:

  • fastidio alla pancia
  • sangue nella tua cacca
  • diarrea o stitichezza senza motivo evidente
  • una sensazione di non aver svuotato completamente l’intestino dopo essere andato in bagno
  • dolore allo stomaco o all’ano.

Seguici su Telegram | Instagram | Facebook | TikTok | Youtube

Fonte: CellMetabolism

Sul cancro ti potrebbe interessare:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Lingue e Civiltà Orientali presso l'Università degli Studi di Roma La Sapienza. Ha diversi anni di esperienza nella comunicazione digitale. Appassionata di beauty, fitness, benessere e moda sostenibile.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook