Anemia da vitamina B12 e B9: cause, sintomi e come prevenirla

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

L'anemia da carenza di B12 e folati può avere svariate cause, dall'alimentazione allo stile di vita. Scopriamo i sintomi e come prevenirla

Lite tra elefanti

L’anemia da carenza di B12 e folati può avere svariate cause, dall’alimentazione allo stile di vita. Scopriamo i sintomi e le come prevenirla

L’anemia è una malattia del sangue che si manifesta quando l’emoglobina è al di sotto dei valori considerati normali. L’emoglobina è importante perché è quella proteina contenuta all’interno dei globuli rossi, che ha il compito di trasportare l’ossigeno dal sangue a tutti i tessuti. Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità l’anemia è diagnosticata quando i valori di emoglobina sono inferiori a 12 grammi per decilitro (g/dL) nelle donne e a 13,4 g/dL negli uomini. (Leggi anche: Anemia: scoperto nuovo e inaspettato effetto collaterale della carenza di ferro sul tuo cuore)

Le cause possono essere varie, tra le più comuni troviamo:

  • carenza di ferro (anemia sideropenica)
  • carenza di vitamine del gruppo B (anemia megaloblastica e perniciosa)
  • malattie ereditarie come la talassemia (anemia mediterranea)
  • malattie autoimmuni (anemia emolitica)
  • disfunzioni del midollo osseo
  • gravidanza
  • malattie croniche e infettive
  • uso di alcuni farmaci

L’anemia da carenza di  vitamine si verifica quando nell’organismo non sono disponibili quantità sufficienti di B12 (cobalamina) e folati (vitamina B9); di conseguenza, vengono prodotti globuli rossi più grandi del normale che, però, non funzionano correttamente e causano l’anemia.

Anemia da carenza di vitamine: cos’è

L’anemia da carenza di vitamine è una mancanza di globuli rossi, causata quando si hanno quantità inferiori al normale di alcune vitamine. Le vitamine legate all’anemia da carenza vitaminica includono folati (vitamina B9) e vitamina B12.

Questa condizione può verificarsi a causa di un’alimentazione non bilanciata, oppure può verificarsi se il corpo ha difficoltà ad assorbire o elaborare queste vitamine. È importante che il medico diagnostichi e tratti la tua anemia, poiché tale carenza di vitamine di solito può essere corretta con integratori e modifiche alla dieta.

Sintomi

La carenza di vitamine di solito si sviluppa lentamente, nell’arco di diversi mesi o anni. Segni e sintomi possono essere inizialmente impercettibili, ma aumentano man mano che la carenza peggiora.

L’anemia da carenza di vitamina B12 e B9 ha svariati sintomi come:

  • affaticamento 
  • astenia (stanchezza anche a riposo)
  • difficoltà respiratorie anche in assenza di esercizio fisico
  • mal di testa frequenti
  • pallore 
  • debolezza muscolare
  • tachicardia
  • disturbi dell’equilibrio 
  • difficoltà di concentrazione e di memoria
  • mancanza di appetito
  • perdita di peso

I sintomi dell’anemia da mancanza di vitamina B12 sono anche:

  • disturbi della vista
  • Intorpidimento o formicolio alle mani e ai piedi
  • ittero
  • infiammazione e gonfiore della lingua 

I sintomi legati alla carenza di folati possono anche includere:

  • riduzione del senso del gusto
  • diarrea
  • debolezza muscolare
  • depressione

Cause

Questo tipo di anemia si sviluppa quando il corpo ha una carenza delle vitamine necessarie per produrre globuli rossi. Le cause dell’anemia da carenza di vitamine possono essere differenti; vediamole nel dettaglio.

Anemia da carenza di folati

Il folato, noto anche come vitamina B-9, è un nutriente che si trova principalmente nella frutta e nelle verdure a foglia verde. Una dieta povera di questi alimenti può portare a una carenza.

La carenza può verificarsi anche se il corpo non è in grado di assorbire il folato dal cibo. Potresti avere difficoltà ad assorbire il folato o l’acido folico, la forma sintetica di folato che viene aggiunto agli alimenti e agli integratori, se:

  • hai una malattia dell’intestino tenue, come la celiachia
  • hai avuto una gran parte dell’intestino tenue rimosso chirurgicamente 
  • bevi quantità eccessive di alcol
  • prendi alcuni farmaci, come alcuni farmaci antiepilettici

Le donne incinte e le donne che allattano al seno hanno una maggiore richiesta di folati, così come le persone sottoposte a dialisi per malattie renali. Il mancato soddisfacimento di questa maggiore domanda può comportare una carenza.

Anemia da carenza di vitamina B-12

La carenza di vitamina B-12 può derivare da una dieta carente e sbilanciata. Tuttavia, la causa più comune è la mancanza di una sostanza chiamata fattore intrinseco, che può essere causata quando il sistema immunitario attacca erroneamente le cellule dello stomaco che producono questa sostanza. Questo tipo di anemia è chiamata anemia perniciosa.

Il fattore intrinseco è una proteina secreta dallo stomaco che si unisce alla vitamina B-12 e la sposta attraverso l’intestino tenue, per essere assorbita dal flusso sanguigno. Senza il fattore intrinseco, la vitamina B-12 non può essere assorbita. Le persone con malattie autoimmuni correlate al sistema endocrino, come il diabete o le malattie della tiroide, possono avere un rischio maggiore di sviluppare anemia perniciosa.

L’anemia da carenza di B-12 può verificarsi anche se l’intestino tenue non è in grado di assorbirla per ragioni diverse dalla mancanza di fattore intrinseco. Ciò può accadere se:

  • hai subito un intervento chirurgico allo stomaco o all’intestino tenue
  • hai una crescita batterica anormale nel tuo intestino tenue
  • hai una malattia intestinale, come il morbo di Crohn o la celiachia, che interferisce con l’assorbimento della vitamina
  • hai ingerito una tenia mangiando pesce contaminato

Fattori di rischio

Una serie di fattori possono influenzare le riserve di vitamine del corpo. In generale, il rischio di carenza vitaminica aumenta se:

  • la tua dieta contiene poche o nessuna fonte di cibo vitaminico naturale. I vegetariani o i vegani, che non mangiano alimenti di origine animale, possono avere bisogno di integratori; anche la cottura eccessiva del cibo può causare carenza di vitamine.
  • sei incinta e non stai assumendo un multivitaminico: gli integratori di acido folico sono particolarmente importanti durante la gravidanza.
  • hai problemi intestinali o altre condizioni mediche che interferiscono con l’assorbimento delle vitamine. Una crescita batterica anormale nello stomaco o interventi chirurgici all’intestino o allo stomaco possono interferire con l’assorbimento della vitamina B-12.
  • abusi di alcol: l’alcol interferisce con l’assorbimento di folati, così come altre vitamine.
  • prendi alcuni farmaci che possono bloccare l’assorbimento delle vitamine. I farmaci antiepilettici possono bloccare l’assorbimento dei folati. Gli antiacidi e alcuni farmaci usati per il trattamento del diabete di tipo 2, possono interferire con l’assorbimento di B-12.

Come prevenire l’anemia megaloblastica

Scegli una dieta sana

È possibile prevenire alcune forme di anemie da carenza vitaminica, scegliendo una dieta sana che includa una varietà di alimenti.

Gli alimenti ricchi di folati sono:

  • verdure a foglia verde scuro
  • frutta secca
  • prodotti a base di cereali arricchiti, come pane, cereali, pasta e riso
  • frutta 

Gli alimenti ricchi di vitamina B-12 sono:

  • alimenti fortificati, come i cereali per la colazione
  • prodotti a base di soia
  • radici e tuberi

Non fumare

Il fumo interferisce con l’assorbimento dei nutrienti, quindi può aumentare il rischio di una carenza vitaminica. Se fumi, smetti. Se non fumi, non iniziare. Se hai provato a smettere da solo e non hai avuto successo, parla con il tuo medico delle strategie per aiutarti ad abbandonare questo vizio.

Limita o evita l’alcol

L’alcol può contribuire all’anemia da carenza di vitamine. Se scegli di bere alcolici, fallo con moderazione. Per gli adulti sani, il consumo moderato è generalmente considerato come:

  • due drink al giorno per uomini di età pari o inferiore a 65 anni
  • un drink al giorno per gli uomini di età superiore ai 65 anni
  • un drink al giorno per le donne di qualsiasi età.

Quindi, l’anemia da carenza di vitamine può essere curata attraverso una diagnosi precoce e agendo sulle possibili cause; per tale ragione, è fondamentale consultare il proprio medico se si avvertono sintomi riconducibili a questa condizione.

Seguici su Telegram | Instagram | Facebook | TikTok | Youtube

Fonte: MayoClinic

Sull’anemia ti potrebbe interessare:

Sulla vitamina B12 ti potrebbe interessare:

 

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Lingue e Civiltà Orientali presso l'Università degli Studi di Roma La Sapienza. Ha diversi anni di esperienza nella comunicazione digitale. Appassionata di beauty, fitness, benessere e moda sostenibile.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook