Se hai difficoltà a dormire o soffri di diabete sei più a rischio di manifestare questa malattia sempre più diffusa

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Secondo un nuovo studio, i soggetti con diabete di tipo 2 o disturbi del sonno avrebbero un aumentato rischio di depressione e i pazienti con entrambe le condizioni avrebbero un rischio ancora più alto.

Tradizioni da superare

La depressione è una condizione da non sottovalutare. Si tratta, infatti, di una malattia medica comune e grave che influisce negativamente sullo stile di vita e le attività quotidiane, provocando sentimenti di tristezza e una perdita di interesse generale.

Un nuovo studio, pubblicato sul Journal of Diabetes and Its Complications, collegherebbe il diabete di tipo 2 e i disturbi del sonno ad un rischio maggiore di depressione. Inoltre, i pazienti con entrambe le condizioni avrebbero un rischio ancora più alto.

Leggi anche: Depressione: 20 sintomi e segnali da non sottovalutare

Lo studio

I ricercatori dello studio si erano posti l’obiettivo di esaminare l’influenza del disturbo del sonno sull’associazione tra diabete di tipo 2 e rischio di depressione.

Il campione dello studio era composto da 115.807 adulti di età pari o superiore ai 40 anni, con una diagnosi di diabete di tipo 2 e registrati nel registro nazionale danese del diabete dal 2000 al 2012, a sua volta confrontato con un gruppo di riferimento di 116.682 adulti senza diabete.

Il rischio di depressione incidente (diagnosi o farmaci antidepressivi) è stato identificato attraverso i dati di ospedalizzazione correlata alla depressione o di prescrizione di antidepressivi, contenuti all’interno del registro nazionale danese. Invece, il disturbo del sonno sono è stato definito attraverso qualsiasi diagnosi di insonnia, ipersonnia o disturbi del programma sonno-veglia o uso di farmaci per il sonno.

Dalle analisi effettuate è emerso che al 2,6% era stata diagnosticata la depressione durante il follow-up, il 32,1% aveva assunto almeno un farmaco antidepressivo, il 15,3% aveva ricevuto almeno due prescrizioni di farmaci per il sonno e l’1% aveva avuto una diagnosi di disturbo del sonno.

Il dato più interessante riguarda il fatto che, secondo i ricercatori, i pazienti diabetici riscontravano più spesso disturbi del sonno e avevano maggiori probabilità di sviluppare la depressione, rispetto agli individui non affetti da diabete.

Infatti, rispetto agli adulti senza diabete e con disturbi del sonno, il rischio di depressione era aumentato solo per gli adulti con diabete di tipo 2, con solo disturbi del sonno e adulti con diabete di tipo 2 e disturbi del sonno.

In conclusione, il diabete di tipo 2 e i disturbi del sonno sarebbero associati in modo indipendente al successivo rischio di depressione e gli individui con entrambe le condizioni sperimenterebbero un rischio più elevato. Tuttavia, i disturbi del sonno non sono stati in grado di spiegare la relazione tra diabete e depressione.

Seguici su Telegram | Instagram | Facebook | TikTok |   Youtube

Fonte: ScienceDirect

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in sociologia e studentessa in media, comunicazione digitale e giornalismo. Curiosa e creativa, le sue passioni sono la scrittura, gli animali e il buon cibo. La sua lingua madre è il dialetto siciliano.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook