Vitamina B12: i segnali sulla tua pelle che potrebbero essere sintomo di una grave carenza

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Tra i vari sintomi che ci segnalano una carenza di vitamina B12 all'interno del nostro organismo, ce ne sono alcuni che si manifestano sulla pelle che non bisogna sottovalutare.

La vitamina B12 è essenziale per numerose funzioni corporee, tra cui mantenere in salute il sistema sanguigno e il sistema nervoso. Siccome la vitamina B12 è esclusivamente di origine animale, chi segue una dieta vegana o vegetariana deve assumerla attraverso integratori, per non correre il rischio di non svilupparne una carenza. I sintomi comuni di una carenza di vitamina B12 includono affaticamento, mal di testa e ulcere alla bocca.

Tuttavia, ci sono anche dei segnali che si manifestano sulla tua pelle che possono suggerire una carenza nei livelli di vitamina B12. Tra questi il NHS britannico evidenzia la parestesia, un’alterazione della sensibilità degli arti o di altre parti del corpo. Un tipico esempio di parestesia è il formicolio, che si manifesta con una sensazione di pizzicore alla pelle, come se vi stessero passando sopra delle formiche. Il sintomo si manifesta spesso nelle mani, nelle gambe o nei piedi e nasce quando i livelli di B12 diminuiscono. Ciò significa che il corpo sta producendo meno mielina, una sostanza grassa che copre e protegge i nervi.

Leggi anche: Vitamina B12: questi segnali sulle tue unghie potrebbero essere sintomo di una carenza

Un altro sintomo della pelle che potrebbe segnalare che il tuo corpo ha bisogno di più B12 si manifesta quando la tua pelle assume un colore giallo pallido. Gli esperti attribuiscono questo effetto sull’impatto che una carenza di vitamina B12 ha sulla produzione di globuli rossi nel nostro organismo.

Altri sintomi comuni di una carenza di vitamina B12 sono:

  • Abilità motorie deteriorate.
  • Funzione cognitiva compromessa.
  • Perdita della vista.
  • Fiato corto.
  • Perdita di appetito.
  • Problemi di digestione.

Le principali fonti alimentari di B12 sono uova, pesci come salmone e tonno, latte e organi animali. Per chi non mangia carne o segue una dieta vegana, si consiglia l’assunzione di integratori oppure aggiungere alla propria dieta la soia, le noci, i legumi e i cereali integrali, altri elementi ricchissimi di vitamina B12. (Leggi anche: Integratori liquidi di vitamina B12 , tutto quello che dovreste sapere prima di assumerli)

Seguici su Telegram | Instagram | Facebook | TikTok | Youtube

Fonte: NHS

Sulla vitamina B12 ti potrebbe interessare:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureando di Organizzazione e marketing per la comunicazione d'impresa all'Università La Sapienza, appassionato del web e delle dinamiche del mondo digitale.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook