Attenzione a non commettere questo errore quando getti contenitori in plastica e alluminio

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Quando si parla di raccolta differenziata dei rifiuti in plastica e alluminio, molte persone hanno ancora questo dubbio: è necessario sciacquare i contenitori prima di gettarli?

Libera Terra

Fare la raccolta differenziata è un’abitudine molto importante perché permette di dare una seconda vita a oggetti e materiali che altrimenti finirebbero nelle discariche o, addirittura dispersi nell’ambiente. Carta, alluminio, plastica, vetro possono trovare nuovo utilizzo grazie a una nostra piccola attenzione quando gettiamo i rifiuti.

Purtroppo però, anche chi si impegna a portare avanti una corretta raccolta differenziata può incappare in qualche errore. Recentemente vi abbiamo un errore che molti fanno quando buttano gli scontrini della spesa – e spiegato come evitarlo in modo semplice.

Ora parliamo di due materiali che fanno parte della nostra vita quotidiana e che possono trasformarsi in risorsa – se raccolti e smaltiti correttamente: l’alluminio e la plastica. Entrambi sono ampiamente utilizzati per contenere bibite e alimenti e nel packaging monouso.

Il dubbio che assale molti e che porta spesso a sbagliare è il seguente: bisogna lavare i contenitori in plastica o alluminio prima di gettarli nell’apposito contenitore? La risposta è molto semplice: non è necessario farlo – basta una veloce pulita “a secco” con un tovagliolo o una posata per eliminare la maggior parte dei residui di cibo o di prodotto.

Del resto, sciacquare sotto acqua corrente contenitori che poi vanno buttati (o addirittura lavarli in lavastoviglie, come qualcuno è abituato a fare) rappresenta un enorme spreco di acqua che potrebbe essere evitato – soprattutto in un momento di siccità come quello che stiamo affrontando. Ma vediamo nel dettaglio.

Plastica

Imballaggi di plastica, vanno ripuliti dei residui (cibo e altro) ma non lavati né tantomeno messi in lavastoviglie. Basta rimuovere i residui grossolani, con una posata o con un fazzoletto di carta, allo stesso modo in cui prepariamo le nostre stoviglie ad andare in lavastoviglie.

Per quanto riguarda le bottiglie, dopo averle svuotate (ed eventualmente sciacquate, se contenevano succo di frutta o bibite zuccherine) evitiamo di “accartocciarle” ma schiacciamole facendo attenzione a che mantengano la loro forma originaria.

In questo modo, quando giungeranno sul nastro trasportatore dell’impianto di riciclaggio, la telecamera addetta allo smistamento saprà riconoscerle e isolarle, per avviarle correttamente al riciclo. Ricordiamo poi che le bottiglie vanno gettate con i tappi avvitati: anche questi entreranno nel circolo virtuoso del riciclo.

Alluminio

Come abbiamo detto, gli imballaggi in alluminio – vaschette monouso, scatolette di tonno e legumi, lattine di birra e altre bibite – non vanno assolutamente sciacquati o lavati prima di essere conferiti nell’apposito contenitore.

Leggi anche: Dove si buttano pentole e padelle di alluminio o acciaio?

Non perderti tutte le altre nostre notizie, seguici su Google News e Telegram

Ti consigliamo anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Sono laureata in Lingue e Culture Straniere. Da sempre attenta alle problematiche ambientali e rivolta a uno stile di vita ecosostenibile, tento nel mio piccolo di ridurre al minimo l’impronta ambientale con scelte responsabili nel rispetto della natura che mi circonda.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook