Fotovoltaico, dai costi elevati al funzionamento intermittente, 4 miti da sfatare sui pannelli solari

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Le rinnovabili non sono il futuro, possono e devono essere il presente. Ma molte false credenze sono dure a morire e non fanno che spianare alla strada, ancora, alle fonti di energia fossile. I cui danni, invece, sono tutt’altro che immaginari. Ecco i miti da sfatare sui pannelli fotovoltaici, che dobbiamo tenere a mente per fare le nostre scelte in modo consapevole

I pannelli solari sono inaccessibili, i pannelli solari funzionano solo quando c’è il sole, il fotovoltaico non può renderci indipendenti energeticamente: queste e altre convinzioni, se pure avevano un fondo di verità in passato, ora sono dei veri e propri miti da sfatare. La ricerca va avanti e oggi il fotovoltaico (e tutte le rinnovabili) non sono il futuro, sono e devono essere il presente.

Ecco alcuni miti da sfatare, tra i più duri a morire.

I pannelli solari hanno costi inaccessibili

Se è vero che i costi iniziali possono non essere proprio popolari, è vero anche che questi sono diminuiti comunque moltissimo: un’indagine della Solar Energy Industries Association (SEIA) ha dimostrato infatti che il sistema di pannelli solari residenziali di dimensioni medie è sceso da $ 40.000 nel 2010 a circa $ 20.000 nel 2021, di fatto dimezzandosi.

Inoltre, ormai da tempo, questa tecnologia gode di detrazioni fiscali e altre agevolazioni. Ma soprattutto i costi sono flessibili e possono essere modulati sulla base delle nostre esigenze, in relazione, ovviamente, anche alla percentuale di abbattimento delle bollette.

Leggi anche: Incentivi fotovoltaico: tutti i bonus per installare i pannelli solari nel 2022

I pannelli solari funzionano solo quando c’è il sole

Anche questa non è più una verità assoluta: infatti è vero che la produzione di energia è massimizzata nelle ore di sole e che quindi è consigliata l’installazione dei pannelli in zone particolarmente irraggiate, ma esistono anche i sistemi di accumulo, che consentono l’immagazzinamento di energia solare quando la produzione è massima, e il rilascio quando è minima o nulla (per esempio di notte). E anche questi godono di detrazioni fiscali ad hoc.

Ma non finisce qui, perché la ricerca su questo sta facendo passi da gigante e iniziano a moltiplicarsi i prototipi di pannelli solari in grado di produrre energia anche dopo il calar del sole.

Leggi anche: Fotovoltaico: questi pannelli solari producono energia anche di notte

Inoltre, anche se il tempo non è dei migliori, le nuvole non sono del tutto opache, quindi la luce solare può raggiungere i pannelli anche in giornate uggiose.

Il fotovoltaico è una tecnologia inefficiente e non può renderci indipendenti energeticamente

La credenza nasce dalla percentuale tipica di efficienza, che si aggira tra il 20 e il 22%: questi numeri indicano che solo un quinto di luce solare diventa elettricità e questi sembrano dati che indicano fallimento. Ma non è così.

La verità è che il sole produce un’enorme quantità di energia: la luce solare che splende sulla terra in appena un’ora e mezza ha più energia di quella che il mondo consuma in un intero anno – scrive l’Office of Energy Efficiency & Renewable Energy degli Usa – Con questa enorme fornitura, i pannelli solari disponibili in commercio forniscono energia sufficiente per soddisfare le esigenze della tua casa

E anche l’efficienza sta migliorando, raggiungendo numeri che “rassicurano” di più per il futuro.

Leggi anche: Fotovoltaico da record: raggiunta l’efficienza più alta del mondo con questi pannelli solari flessibili

I dati mondiali lo dicono: le rinnovabili, insieme, ormai continuano a battere record su record. Le resistenze che incontrano solo più “politiche” che basate su dati scientifici.

Leggi anche: L’Italia può diventare energeticamente indipendente con le rinnovabili? Sì, ma la burocrazia blocca tutto (da troppi anni)

I pannelli solari sono brutti

Fermo restando che l’estetica non dovrebbe essere motivo di una scelta legata ad economia e sostenibilità, no, i pannelli solari non sono brutti e non deturpano nulla (anzi, aiutano l’ambiente).

Ma comunque, proprio per venire incontro anche elle esigenze degli occhi, molte sono anche le ricerche in campo di estetica. Per citare un esempio, l’azienda Greenlight Energy ha lanciato i pannelli solari bianchi in modo da essere totalmente integrati con i tetti del medesimo colore, per rispondere alla domanda dei proprietari delle Bermuda.

Leggi anche: Fotovoltaico domestico: in arrivo i pannelli integrati con i tetti bianchi (per ora per le isole Bermuda)

E non solo Bermuda: un gruppo di ricerca guidato dalla Shanghai Jiao Tong University (Cina) ha progettato pannelli solari di diversi colori (e con efficienza quasi paragonabile a quella dei dispositivi tradizionali).

Leggi anche: Questi pannelli solari colorati vogliono rendere il fotovoltaico più attraente (e adatto non solo ai tetti)

Il fotovoltaico e tutte le rinnovabili sono l’unica via per uscire dalla crisi energetica e climatica.

Seguici su Telegram Instagram | Facebook TikTok Youtube

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Roberta De Carolis ha una laurea e un dottorato in Chimica, e ha conseguito un Master in comunicazione scientifica. Giornalista pubblicista, scrive per GreenMe dal 2010.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook