Curcuma: attenzione all’interazione e agli effetti collaterali con questi farmaci

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Curcuma e interazione con i farmaci, ecco con quali medicinali è sconsigliato assumerla

La curcuma oltre ad essere una spezia utile in cucina è anche un potente rimedio naturale che si può utilizzare per il trattamento di diversi disturbi. C’è però da considerare la pericolosa interazione con alcuni farmaci. Ecco con quali medicinali è sconsigliato assumere curcuma.

La maggior parte dei benefici per la salute della curcuma si devono al suo principio attivo più importante, la curcumina. Studi scientifici hanno infatti dimostrato come questa sostanza abbia effetti anti-infiammatori, anti-ossidanti, anti-cancerogeni e anti-trombotici.

È grazie a tutte queste proprietà benefiche che in alcuni casi la curcuma viene consigliata anche in alternativa ai tradizionali farmaci o in combinazione con essi nel trattamento di alcuni problemi di salute. L’idea è certamente quella di evitare possibili complicazioni ed effetti collaterali che si possono verificare quando si assumono alte dosi di farmaci.

Sebbene tutto questo sia vero, non bisogna mai sottovalutare l’effetto della curcuma stessa sia se assunta da sola sotto forma di integratore ad alte dosi sia se combinata con alcuni farmaci di cui potrebbe limitare o al contrario esaltare l’effetto.

Vediamo allora quali sono le categorie di farmaci con cui la curcuma interagisce:

Antitrombotici

La curcuma ha proprietà anti-trombotica, ciò significa che è in grado di ridurre i coaguli di sangue. Questa caratteristica la rende però pericolosa nel caso già si faccia uso di farmaci utili a fluidificare il sangue. Assumere questa spezia in concomitanza con gli anticoagulanti può infatti rafforzarne gli effetti aumentando il rischio di sanguinamenti interni. I farmaci che fluidificano il sangue includono ad esempio l’Eparina, il Warfarin (Coumadin), il Clopidogrel (Plavix) e la Cardioaspirina.

Antiacidi

La curcuma normalizza naturalmente l’acido dello stomaco ma se assunta in contemporanea a farmaci che hanno lo stesso scopo come la Cimetidina (Tagamet), la Famotidina (Pepcid), la Ranitidina (Zantac) e l’Omeprazolo, può causare alcune reazioni. Presa in combinazione con essi aumenterà la produzione di acido gastrico nel corpo e ciò può causare nausea, gonfiore e mal di stomaco oltre che danni all’esofago.

Farmaci per il diabete

La curcuma abbassa naturalmente i livelli di zucchero nel sangue ma se assunta in associazione a farmaci per il diabete, l’effetto potrebbe far scendere ulteriormente la glicemia, causando ipoglicemia. Questo può portare a una varietà di effetti collaterali tra cui tremori, ansia, visione offuscata, delirio e una funzione cognitiva generale ridotta.

Anti-istaminici

Le persone che assumono antistaminici potrebbero riscontrare problemi con il consumo in contemporanea di curcuma. L’interazione tra i principi attivi può infatti causare reazioni allergiche generando episodi di orticaria o eruzioni cutanee ma anche mancanza di respiro.

In conclusione possiamo dire che se è vero da una parte che la curcuma è un prodotto naturale, non è altrettanto vero che sia sempre possibile utilizzarla con leggerezza. Questa spezia presenta infatti dei possibili effetti collaterali da considerare così come può scatenare delle interazioni con i farmaci.

Il fai da te è più che mai sconsigliato soprattutto in caso di patologie pregresse. Chiedete sempre consiglio al vostro medico in modo da scongiurare qualsiasi tipo di rischio.

Sull’interazione tra farmaci, alimenti e altri rimedi naturali potrebbe interessarvi anche:

Sulla curcuma leggi anche:

Francesca Biagioli

L'articolo riprende studi pubblicati e raccomandazioni di istituzioni internazionali e/o di esperti. Non avanziamo pretese in ambito medico-scientifico e riportiamo i fatti così come sono. Le fonti sono indicate alla fine di ogni articolo
Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Francesca Biagioli è una redattrice web che si occupa soprattutto di salute, alimentazione naturale, oli essenziali e fitoterapia, le sue passioni da sempre. Laureata in lettere moderne, con Master in editoria, ha poi virato le sue competenze verso il benessere olistico
Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook