Vitamina B12: il segnale sulla tua bocca che mostra che ne sei pericolosamente a corto

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Ci sono vari segnali che possono presentarsi all'interno della bocca che ci avvertono di una carenza di vitamina B12. Vediamo quali.

La vitamina B12 è uno dei micronutrienti essenziali per la nostra salute e per garantire il corretto funzionamento del nostro organismo. Essa è necessaria per la protezione del sistema nervoso, per la formazione dei globuli rossi e del midollo osseo. (Leggi anche: Vitamina B12: i segnali sulla tua pelle che potrebbero essere sintomo di una grave carenza )

Una carenza di vitamina B12 può comportare conseguenze negative nel nostro corpo, proprio per questo è importante riconoscerne tutti i sintomi e segnali di avvertimento, che si manifestano soprattutto all’interno della bocca. Infatti, secondo uno studio del 2016 pubblicato su BMC Oral Health, la vitamina B12 è uno dei nutrienti più importanti per la nostra salute orale. Vediamo il perché.

Carenza di B12: i cambiamenti nella nostra bocca

Oltre a una lingua gonfia e smerlata, la carenza di vitamina B12 può causare dolore alla lingua, lingua rossa, ulcere alla bocca, crepe agli angoli della bocca, ulcere ricorrenti, parestesia linguale (ovvero una sensazione di formicolio, perdita di sensibilità e torpore anomalo che può interessare la bocca e la lingua), sensazioni di bruciore e prurito. (Leggi anche: Vitamina B12: se la tua lingua ha questa forma potrebbe essere il segnale di una carenza)

Lo studio, anche se condotto su un campione limitato, ha dimostrato come la carenza di B12 e i fattori eziologici ad essa associati dovrebbero essere presi in considerazione nei pazienti con glossodinia, anche quelli la cui mucosa orale appare normale e che non hanno una storia di gastrectomia o sindrome della bocca bruciante. La glossodinia è una condizione patologica che interessa soprattutto le donne tra i 50 e i 70 anni, per la quale si riscontra un dolore intenso, simile a quello provocato da un’ustione, a livello del cavo orale. Le parti del corpo interessate possono essere il muscolo della lingua, le labbra, le gengive, la guancia, il palato o l’intera bocca.

Altri segnali a cui prestare attenzione

Un altro sintomo che ci può fare riconoscere un’anemia da carenza di vitamina B12 si presenta quando mangiamo, ovvero quando avvertiamo un gusto alterato nel cibo. Si tratta di un sintomo raro, ma nonostante ciò la disgeusia, ossia l’alterazione del gusto, è un campanello d’allarme che non dobbiamo assolutamente sottovalutare.

Tra i sintomi più comuni possiamo comunque indicare:

  • stanchezza,
  • mancanza di energia,
  • sensazione di svenimento,
  • fiato corto,
  • formicolio,
  • depressione e confusione,
  • problemi di memoria e comprensione.

Altri sintomi invece più rari sono:

  • palpitazioni,
  • perdita di appetito,
  • suono alle orecchie.

Dato il ruolo della vitamina B12 nella formazione dei globuli rossi, molti di questi sintomi sono dovuti alla mancanza di ossigeno trasportato nel sangue all’interno del nostro corpo.

Dove trovare, allora, questa vitamina e come assumerla nel modo corretto? La B12 può essere integrata attraverso la propria dieta, soprattutto attraverso cibi di origine animale come uova (il tuorlo in particolare), salmone e tonno, latte e organi animali. Anche la soia, la frutta secca, i legumi e i cereali integrali contengono elevati livelli della vitamina. Altrimenti, si può far ricorso a numerosi integratori.

Seguici su Telegram | Instagram | Facebook | TikTok | Youtube

Fonte: BMC Oral Health

Sulla vitamina B12 ti potrebbe interessare:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureando di Organizzazione e marketing per la comunicazione d'impresa all'Università La Sapienza, appassionato del web e delle dinamiche del mondo digitale.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook