Le arachidi sono frutta secca o legumi? L’errore che in tanti commettono

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Le arachidi che mangiamo durante gli aperitivi sono frutta secca o legumi? Hanno poi proprietà benefiche per la salute? Scopriamolo insieme.

Le arachidi (che alcuni potrebbero anche conoscerle come “noccioline americane”) sono lo snack da aperitivo per eccellenza, ma anche uno spezzafame salutare se consumate naturali e senza sale. Per questo sono in moltissimi a credere che le arachidi siano frutta secca (o meglio frutta a guscio) proprio come le mandorle, le noci o le nocciole, ma, in realtà, esse appartengono alla famiglia dei legumi, allo stesso modo dei fagioli, delle lenticchie o dei piselli.

L’unica differenza è che, naturalmente, non le troviamo mai nelle nostre minestre, però le noccioline americane sono un alimento molto versatile in cucina e ricco di nutrienti benefici per la nostra salute. (Leggi anche: Come coltivare le arachidi in vaso)

Origini, usi e proprietà delle arachidi

Le arachidi sono semi della pianta Arachis hypogaea appartenente alla famiglia delle Leguminose. Originarie del Brasile, furono portate in Europa da Ferdinando Magellano e vennero utilizzate inizialmente come foraggio per il bestiame. Anche se sono presenti coltivazioni di piante di arachide nel Veneto, la maggior parte delle noccioline americane che consumiamo nei bar italiani sono importate principalmente dall’Africa e dal Sud America.

Le arachidi offrono diverse proprietà e benefici:

  • sono un alimento altamente calorico (in 100 g sono presenti 585 kcal);
  • ricche di fibre e proteine, il che aiuta chi le consuma a sentirsi sazio più a lungo;
  • fonte di vitamina E (che protegge le cellule dall’invecchiamento e svolge un’azione antiossidante sul cervello, la vista e la pelle);
  • contengono acido oleico (abbassa i livelli di colesterolo cattivo e ha una funzione vaso-dilatatoria) e resveratrolo (benefico per il sistema cardiovascolare);
  • contengono genisteina, utile per contrastare i disturbi della menopausa.

Le arachidi sono poi un ingrediente da utilizzare in cucina estremamente versatile. Bisogna innanzitutto dire che le arachidi consumate fresche sono ricche di minerali e vitamine e contengono numerose calorie; al contrario la lavorazione delle arachidi tostate, salate e caramellate toglie loro gran parte delle proprietà nutritive.

Dalle arachidi tostate, però, viene ricavato il burro di arachidi   tanto amato nelle serie americane, di cui è possibile realizzare una versione super salutare utilizzando solo un ingrediente: le arachidi stesse (qui il procedimento passo passo)

Dai semi di arachide si può poi anche ricavare un olio vegetale particolarmente indicato per la frittura. Possono anche essere utilizzate al posto delle mandorle nel pesto tradizionale di basilico o in quello di rucola, o ancora per rendere più gustose le insalate, abbinate a lattuga e scaglie di grana. Gli stuzzichini di arachidi sono anche facilmente preparabili a casa: basta scaldarle per qualche minuto in una padella senza condimenti e poi passarle subito nel sale fino oppure nella paprika.

Seguici su Telegram Instagram | Facebook TikTok Youtube

Sulle arachidi ti potrebbero interessare anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureando di Organizzazione e marketing per la comunicazione d'impresa all'Università La Sapienza, appassionato del web e delle dinamiche del mondo digitale.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook