Listeriosi: richiamati anche i wurstel Salumeo di Lidl, codice e data di scadenza a cui fare attenzione

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

I wurstel Salumeo venduti da Lidl fanno parte del richiamo dei prodotti a causa del possibile rischio listeriosi. Anche questi wurstel, infatti, presentano in alcuni casi il marchio che si riferisce all'azienda Agricola 3 Valli (CE IT 04 M), dove sono stati prodotte le confezioni potenzialmente pericolose

Come già vi abbiamo più volte detto in questi giorni – in cui è alta l’allerta listeriosi a causa di alcuni wurstel – bisogna fare attenzione a più marche, oltre alla nota Wudy Aia.

I richiami riguardano infatti tutti i wurstel prodotti nello stabilimento dell’azienda Agricola 3 Valli, che presentano una certa sigla e data di scadenza.

Tra questi vi sono i wurstel venduti nei punti vendita Lidl a marchio Salumeo, come segnalato anche nel gruppo Facebook dedicato alla recensioni dei prodotti Lidl. Qui si ricorda che i prodotti potenzialmente pericolosi sono facilmente identificabili in quanto presentano:

  • bollo CE IT 04 M
  • data di scadenza fino al 5 dicembre 2022 compreso
wurstel salumeo lidl richiamo listeriosi

©Recensione Prodotti LIDL Facebook

Vi avevamo già spiegato in un precedente articolo come riconoscere i wurstel potenzialmente pericolosi. Anche nel caso di Lidl, così come per i Wudy Aia, i wurstel possono essere stati prodotti in stabilimenti diversi, ma questo si può capire facilmente leggendo attentamente l’etichetta.

Leggi anche: Wurstel contaminati da listeria, come capire se quelli che hai comprato sono tra i ritirati dai supermercati

Ovviamente, i prodotti potenzialmente pericolosi sono stati già ritirati dal mercato, ma qualche consumatore potrebbe averli ancora in casa, considerando anche la lunga scadenza dei wurstel.

Vi consigliamo dunque di verificare subito la presenza del marchio e della data di scadenza sulle confezioni, anche se non si tratta di Wudy Aia o Salumeo Lidl (l’Agricola 3 Valli produce infatti anche per altri marchi).

Cosa fare se li avete in casa? Per precauzione, meglio non consumarli ma riportarli al punto vendita per avere un rimborso, anche se l’azienda produttrice assicura che cotti per 6 minuti in padella già calda o in acqua bollente, i wurstel non presentano alcun rischio.

richiamo wurstel agricola 3 valli

Seguici su Telegram Instagram | Facebook TikTok Youtube

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Francesca Biagioli è una redattrice web che si occupa soprattutto di salute, alimentazione naturale, consumi e benessere olistico. Laureata in lettere moderne, ha conseguito un Master in editoria

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook