Listeriosi: l’allerta si allarga, anche in Spagna sono stati richiamati alcuni wurstel Wudy Aia

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

L'allerta italiana sui wurstel, dopo i casi di listeriosi registrati, si sta diffondendo anche in Europa. La Spagna è il primo Paese a far sapere di aver fatto seguito ai richiami italiani, ritirando dal mercato alcuni lotti di wurstel, tra cui quelli del popolare marchio Wudy Aia

C’è allarme listeriosi in Italia, a causa di alcuni lotti e marche di wurstel che potrebbero risultare contaminati e che si possono facilmente riconoscere grazie ad un codice che presentano sulla confezione, come vi abbiamo spiegato nel seguente articolo.

Leggi anche: Wurstel contaminati da listeria, come capire se quelli che hai comprato sono tra i ritirati dai supermercati

L’allerta sui wurstel, che ci fa tornare alla mente quanto accaduto con i Kinder, si sta però nelle ultime ore allargando e anche la Spagna è coinvolta. Le autorità sanitarie di questo Paese hanno infatti reso noto il richiamo dei prodotti da non consumare, in quanto rischiano di essere contaminati da listeria.

Come si legge nel comunicato:

L’Agenzia Spagnola per la Sicurezza e la Nutrizione Alimentare (AESAN) è stata informata tramite la Rete Europea di Allerta Alimentare (RASFF) di un’allerta per la presenza della Listeria monocytogenes nei wurstel provenienti dall’Italia.

L’agenzia per la sicurezza alimentare spagnola ha poi pubblicato l’elenco delle referenze a cui fare attenzione e che per precauzione non vanno consumate. Si tratta delle seguenti:

  • WUDY CLASSIC – 250 grammi – marca AIA. Lotti: 1825669, 1830837, 1832413, 1839009, 1852306, 1857209, 1860977, 1877305, 1883439, 1888982, 1902500, 1911205, 1929751, 19407751, 19407751, 19407975. Da consumare preferibilmente entro: 28/11/2022 e date precedenti – Marchio di identificazione: IT 04M CE
  • WUDY CHEESE – 150 grammi – marca AIA. Lotti: 1803199, 1808935, 1820077, 1825216, 1839569, 1846833, 1852306, 1860349, 1877867, 1886642, 1896612, 1896612, 1906129, 85 e 419. Da consumare preferibilmente entro: 26/11/2022 e date precedenti. Marchio di identificazione: IT 04M CE
  • WUDY PARTY – 240 grammi – marca AIA. Lotti: 1900260, 1902500, 1933896 e 1945455.  Da consumare preferibilmente entro: 17/10/2022 e date precedenti. Marchio di identificazione: IT 04M CE
  • WUDY HAPPY HOUR -1 kg – marca AIA. Lotti: 1808935, 1832413, 1863556, 1883993, 1906687 e 1940129. Da consumare preferibilmente entro: 24/11/2022 e date precedenti. Marchio di identificazione: IT 04M CE
  • WUDY CLASSIC MAXIPACK -1 kg – marca AIA. Lotti: 1798614, 1803199, 1820665, 1860349, 1869109, 1877305, 1877867, 1900782, 1933896 e 1952362. Da consumare preferibilmente entro:  30/11/2022 e date precedenti. Marchio di identificazione: IT 04M CE
  • WURS TURCHIA HOT DOG – 1 kg – Nome etichetta: HOT DOG – Lotti: 1825217, 1863583, 1863583, 1869104, 1873731, 1883996, 1921549 e 1929755. Da consumare preferibilmente entro: 09/11/2022 e date precedenti. Marchio di identificazione: IT 04M CE

La Spagna ha dunque specificato bene i prodotti a cui fare attenzione, mentre il nostro ministero della Salute si è limitato solo a parlare dei casi di listeriosi, segnalando come origine del contagio i  wurstel prodotti dall’azienda Agricola 3 Valli. Non ha però reso note le marche (fatto grave dato che alcuni consumatori potrebbero avere ancora in casa questi prodotti che hanno scadenze lunghe).

Ma tornando alla Spagna, la distribuzione dei wurstel segnalati è avvenuta su tutto il territorio nazionale. A differenza dell’Italia, però, sembra che non ci siano casi di listeriosi registrati in questo Paese, al contrario di quanto accade da noi.

Leggi anche: Wurstel contaminati da listeria: è vero che ci sono dei morti? Cosa sappiamo sul nuovo scandalo alimentare italiano

Come specifica l’Agenzia Spagnola per la Sicurezza e la Nutrizione Alimentare (AESAN):

Dopo un sopralluogo presso lo stabilimento produttivo, è stata riscontrata la presenza di Listeria monocytogenes in due lotti di prodotti, commercializzati solo in Italia. È stato rilevato anche nei campionamenti ambientali effettuati nello stabilimento, per cui a scopo precauzionale tutti i prodotti fabbricati in queste strutture sono stati ritirati in quanto considerati potenzialmente interessati.

Data la diffusione dei wurstel Wudy Aia, ci aspettiamo che anche altri Paesi segnalino gli stessi richiami.

Seguici su Telegram Instagram | Facebook TikTok Youtube

Fonte: Aesan

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Francesca Biagioli è una redattrice web che si occupa soprattutto di salute, alimentazione naturale, consumi e benessere olistico. Laureata in lettere moderne, ha conseguito un Master in editoria

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook