Quali alberi, arbusti e piante rampicanti bisogna potare ad aprile?

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Scopriamo quali sono gli alberi, le piante rampicanti e gli arbusti da potare nel mese di aprile, e come procedere per favorire la fioritura e la crescita delle piante da giardino.

Ecco il carrello smart per la spesa

Molti arbusti, alberi e rampicanti in questo mese inizieranno a crescere e fiorire, quindi è il momento ideale per controllare se ci sono stati danni durante l’inverno. Scopriamo quali piante hanno bisogno di essere potate ad aprile. (Leggi anche: Quali piante, alberi da frutto ed erbe aromatiche bisogna potare a marzo?)

Alberi

mimosa

©Danielerusso/123rf

Aprile è il mese ideale per dedicarsi alla potatura di alcune specie di alberi.

Acacia dealbata (mimosa)

Per i giovani alberi di mimosa procedi potando i germogli laterali sugli steli principali. Dopo di che, puoi procedere con la rimozione della crescita danneggiata dal gelo, che è meglio eseguire dopo la fioritura in tarda primavera. 

Alberi da frutto

Aprile è anche il mese in cui si possono potare la maggior parte degli alberi da frutto, andando a rimuovere tutti i rami danneggiati dal freddo invernale. In particolare, in questo periodo si possono potare le drupacee come pesco, susino, albicocco e mandorlo.

Arbusti

camelia

©Noleter/123rf

La potatura di aprile comprende anche vari esemplari di arbusti. 

Aucuba japonica (alloro maculato)

È il momento ideale per potare le forme femminili di questo sempreverde popolare, resistente e dalla forma arrotondata. Durante la prima primavera dopo la semina, riduci la crescita di circa un terzo per incoraggiare la fioritura dalla base. Aspetta fino a metà estate per potare gli allori maculati cresciuti come siepi.

Callicarpa 

Non potare questo arbusto fino a quando il pericolo del gelo non è passato, ma prima che i nuovi germogli inizino a rompersi. Per la potatura, basta tagliare gli steli ribelli rimuovendoli completamente. 

Camelia

Sebbene le camelie richiedano poca o nessuna potatura annuale, possono essere tagliate in primavera dopo la fioritura per riordinare gli steli disordinati. Puoi anche mantenere i cespugli piccoli e compatti riducendo la crescita dell’anno precedente a un paio di gemme. Le piante vecchie possono essere tagliate duramente in primavera, per incoraggiare una nuova fioritura vigorosa dalla base.

Anche i rami più consistenti possono essere ridotti a una struttura tozza di 60-90 cm di altezza. Mantieni tutte le piante al meglio rimuovendo i fiori appassiti che rimangono sull’arbusto.

Calluna (Erica scozzese)

Mantieni le piante pulite e ordinate tagliandole con le cesoie dopo che la fioritura è finita, ma prima che la nuova crescita si interrompa. Questo è anche il momento ideale per rimuovere qualsiasi crescita insolita e germogli sparpagliati, nonché eventuali steli morti. 

Forsizia

La forsizia fiorisce ancora fino ad aprile, quindi la potatura dovrà ancora essere eseguita verso la fine del mese. Non potare la forsizia durante i primi anni dopo la semina. Tuttavia, le piante più vecchie che non vengono potate diventano legnose alla base dove vengono prodotti pochi fiori; per evitare ciò, pota alla fine della fioritura, tagliando gli steli più vecchi alla base. 

Piante rampicanti

passiflora

©Windgedbull/123rf

Alcune piante rampicanti devono essere potate ad aprile. Scopriamole insieme. 

Passiflora (fiore della passione)

Il modo migliore per coltivare i fiori della passiflora è quello di stabilire una struttura permanente di steli distanziati di circa 15-20 cm l’uno dall’altro su un supporto robusto, come un pergolato o un arco, o una recinzione. Durante la prima primavera dopo la semina, seleziona i germogli più forti da legare al supporto.

Se la fai crescere su un palo, rimuovi eventuali germogli laterali. Ogni primavera, rimuovi completamente la crescita danneggiata dal gelo. Dopo la fioritura a fine estate, taglia i germogli fioriti entro 2 o 3 gemme dalla struttura. Le piante trascurate possono essere rinvigorite tagliando alcuni steli più vecchi. (Leggi anche: Passiflora viola, la pianta in grado di ridurre ansia e insonnia in appena 30 minuti)

Solanum (vite di patate)

Questa specie va potata all’inizio della primavera per diradare la crescita e limitare le dimensioni della pianta. Le piante più vecchie possono essere difficili da ringiovanire perché non rispondono a potature severe, per questo è bene procedere con la potatura al momento più opportuno, evitando di trascurare le piante.

Seguici su Telegram | Instagram | Facebook | TikTok | Youtube

Ti potrebbe interessare:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Lingue e Civiltà Orientali presso l'Università degli Studi di Roma La Sapienza. Ha diversi anni di esperienza nella comunicazione digitale. Appassionata di beauty, fitness, benessere e moda sostenibile.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook