Quali piante, alberi e rampicanti bisogna potare a novembre?

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Novembre è tempo di dedicarsi alla potatura invernale. Scopriamo insieme quali sono le piante, gli alberi e cespugli da sfoltire questo mese

Novembre è tempo di dedicarsi alla potatura invernale. Scopriamo insieme quali sono le piante, gli alberi e cespugli da sfoltire questo mese

Molte piante da giardino traggono beneficio dalla potatura, ma è importante farlo nel momento giusto dell’anno, poiché ogni pianta va potata in una determinata stagione. La potatura invernale, ad esempio, si effettua a partire da novembre quando le piante sono dormienti.

Lo scopo della potatura invernale è incoraggiare il vigore in modo che alberi e piante siano produttivi, e gli arbusti non superino il loro spazio. Questo è il momento di potare le rose, rimodellare i cespugli e gli alberi da frutto; una volta che le foglie sono cadute, è facile vedere la struttura di una pianta e, di conseguenza procedere con la potatura. Mentre le piante sono dormienti, è anche un buon momento per effettuare potature di ristrutturazione, per farle rivivere in modo che possano diventare grandi. La potatura in inverno può anche aiutare a controllare o prevenire la diffusione di specifiche malattie. 

Scopriamo quali sono le piante, gli alberi e i cespugli da sfoltire a novembre. (Leggi anche: Quali piante, alberi, erbe aromatiche o rampicanti bisogna potare a ottobre?)

Viti

Vite potatura novembre

@Lucapbl/123rf

Le viti sono piante legnose e decidue, che trasudano linfa o “sanguinano” quando vengono potate. Se gli steli tagliati sanguinano, possono indebolire la pianta, quindi è importante potarli a metà inverno, quando sono profondamente dormienti. Altre piante che sanguinano quando vengono potate includono acero, betulle e fichi.

In alcune zone d’Italia dove il clima è abbastanza rigido già a partire da novembre, le viti possono essere potate tranquillamente; mentre, in altre località al Sud è bene potare a dicembre o gennaio, tagliando a una “canna” principale, o braccio, che è attaccata verticalmente lungo i fili di supporto.

Lamponi 

Lamponi

@Kirsanovv/123rf

Le piante di lamponi sono da potare a partire dall’autunno inoltrato fino all’inverno. Per procedere taglia tutte le canne dei lamponi fino a 5 cm dal terreno ogni anno da novembre alla fine della stagione fredda. Questo procedimento incoraggia la crescita di nuovi steli freschi che daranno frutti il prossimo autunno.

Glicine

Glicine potatura

@Hheellggaa/123rf

Il glicine va potato due volte l’anno, a novembre/dicembre e ancora in estate, per tenerlo a freno e favorire la fioritura. In inverno, pota tutti i germogli laterali a tre o quattro gemme. Quindi, dopo la fioritura estiva, riduci tutti i germogli a 30 cm. (Leggi anche: Glicine: la leggenda della fioritura (e il significato)

Cespugli di frutta

Mirtilli

@Mastak80/123rf

I cespugli di frutta, come mirtilli, ribes nero, uva spina e ribes rosso, dovrebbero essere potati a novembre. Come regola generale, occorre rimuovere ogni anno un po’ di rami vecchi, creando una forma a calice e lasciando rami giovani e sani, che produrranno grandi raccolti negli anni a venire.

Rose

rose cespuglio

@Toriru/123rf

I cespugli di rose vanno potati a partire da novembre per promuovere una crescita sana, germogli fioriti e abbondanti fioriture in estate. Molti tipi di rosa possono essere potati in inverno, tra cui floribunda, rose ad arbusto e rose rampicanti. Le rose rampicanti vanno potate a fine estate, ma possono essere rinnovate anche a partire da novembre; come regola generale occorre tagliare di più gli steli sottili e deboli, e quelli meno grossi e vigorosi. Cerca di lasciare piante alte da 15 cm a 45 cm, a seconda delle dimensioni originali della pianta e delle tue preferenze.

Meli e peri

albero di mele

@Billyshimo/123rf

Meli e peri vanno potati da novembre a metà marzo per favorire la fruttificazione. La potatura aiuterà a incoraggiare un buon raccolto incanalando l’energia nelle gemme rimanenti. Cerca di creare una forma a bicchiere di vino, con rami equidistanti che salgono dal tronco in un cerchio. Taglia i germogli alla base e rimuovi i rami morti, malati o incrociati. Non potare i frutti con nocciolo, come ciliegie o prugne, in questo periodo e per tutto l’inverno poiché rischiano di essere infettati dalla malattia fungina chiamata foglia d’argento; potali invece all’inizio o in piena estate. (Leggi anche: Malattie delle piante aromatiche: come riconoscere e debellare parassiti, funghi e muffe che colpiscono le tue erbe)

Alberi ornamentali 

Carpino potatura

@Maykal/123rf

Da novembre a marzo vanno potati alcuni alberi ornamentali, come il carpino, l’acero campestre, l’acero giapponese e il platano, per citarne alcuni. Rimuovi i rami più piccoli dagli alberi ornamentali per creare uno stelo pulito e nudo alto almeno 90-120 cm, poi rimuovi i rami che impediscono l’accesso o bloccano la falciatura, e procedi diradando invece di tagliare l’intera chioma.

Seguici su Telegram | Instagram | Facebook | TikTok | Youtube

Ti potrebbe interessare:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Lingue e Civiltà Orientali presso l'Università degli Studi di Roma La Sapienza. Ha diversi anni di esperienza nella comunicazione digitale. Appassionata di beauty, fitness, benessere e moda sostenibile.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook