Chiudere i termosifoni che non ci servono fa risparmiare davvero energia?

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Molti siti consigliano di chiudere le manopole dei termosifoni poste in stanze meno frequentate per risparmiare energia, ma è un trucco davvero utile?

Dopo un’estate che sembrava non dovesse finire mai, finalmente è arrivato l’inverno e il freddo inizia a farsi sentire. Nonostante questo, molte persone sono restie ad accendere i termosifoni, poiché i prezzi dell’energia sono schizzati alle stesse a causa del conflitto in Ucraina.

Per questo motivo, si è sempre più alla ricerca di espedienti che permettano di riscaldarsi senza dover spendere una fortuna. Sul web rimbalzano consigli di economia domestica, ma non tutti sono effettivamente utili ed efficaci nel farci risparmiare energia e, di conseguenza, denaro alla fine del mese.

Uno dei consigli più letti sui diversi siti di consigli per la casa e sui social riguarda lo spegnimento dei termosifoni nelle stanze meno frequentate della casa al fine di risparmiare energia. Ma è davvero una strategia efficace?

Leggi anche: Conviene tenere i termosifoni sempre accesi o a intermittenza? Come risparmiare davvero energia (e soldi)

Quando accendiamo i termosifoni, li accendiamo in ogni stanza della casa, poiché gli impianti di riscaldamento attuali non permettono di selezionare i caloriferi che vogliamo effettivamente accendere e quelli che invece possono restare spenti perché non ci servono.

L’unica soluzione, quindi, resta quella di chiudere la valvola posta accanto a ogni termosifone per “spegnerlo” – o, meglio, per impedire che entri in circolo acqua calda proveniente dalla caldaia. Questo piccolo trucchetto permette di risparmiare gas e di ridurre un po’ il costo della bolletta alla fine del mese.

Soprattutto se abbiamo una casa molto grande o se ci sono stanze in cui non entriamo quasi mai (ad esempio, la sala da pranzo se non ci sono ospiti), potremmo valutare l’opzione di chiudere alcuni termosifoni inutili per risparmiare energia.

Questo ci permetterà, inoltre, di aumentare l’efficienza degli altri caloriferi della casa: il flusso d’acqua bollente destinato ai radiatori che abbiamo chiuso, sarà spostato verso gli elementi presenti negli ambienti più frequentati della casa, che saranno molto più caldi ed efficienti.

Il nostro consiglio, tuttavia, è di valutare se l’accensione dei termosifoni sia effettivamente la soluzione più saggia da mettere in pratica per riscaldarci. Se stiamo studiando o lavorando in una sola stanza e non sappiamo che lì trascorreremo diverse ore, evitiamo di accendere l’impianto in tutta la casa.

Leggi anche: 5 consigli furbi per riscaldare una sola stanza senza spendere una fortuna in bollette

Optiamo invece per una fonte di calore limitata all’unica stanza – come ad esempio una stufa o un condizionatore (se lo abbiamo). Inoltre, prima di accendere qualunque dispositivo calorifero, iniziamo a coprirci un po’ in più, indossando un maglione pesante: spesso questa piccola accortezza è già sufficiente a farci stare al caldo.

Leggi tutti i nostri articoli sui termosifoni.

Seguici su Telegram Instagram | Facebook TikTok Youtube

Ti consigliamo anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Sono una giornalista e una blogger. Collaboro con le testate GreenMe, Ambiente Magazine e The Wise Magazine e mi occupo di natura, sostenibilità, stili di vita sani e rispettosi dell’ambiente. Sul mio blog “La strega che scrive” parlo di giornalismo, editoria e letteratura

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook