Svelata la zona del mondo più minacciata da incendi, alluvioni e crisi climatica: il report shock

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Il report quinquennale sullo stato di salute degli ecosistemi australiani lancia messaggi catastrofici: nei prossimi anni a rischio migliaia di specie

Integratori 100% naturali

L’Australia è uno dei Paesi maggiormente ricchi di biodiversità al mondo, e maggiormente minacciati dagli effetti della crisi climatica e dell’inquinamento. Secondo un report quinquennale appena diffuso dal governo nazionale, il continente ha perso più specie di mammiferi di qualsiasi altra regione nel mondo, e ha all’attivo uno dei tassi di declino delle specie più gravi e preoccupanti fra i Paesi ricchi.

Alcuni animali, come lo scinco dalla coda blu (una piccola lucertola caratterizzata da una coda blu elettrica), già sono ufficialmente estinti in natura: alcuni esemplari sopravvivono solo in condizioni di cattività. Lo scenario che si profila all’orizzonte, per i prossimi anni, è catastrofico: si stima che molte altre specie siano destinate all’estinzione nei prossimi vent’anni – soprattutto a causa dell’introduzione, da parte degli umani, di specie predatrici non endemiche.

Ma non sono solo gli animali a essere minacciati: anche molte varietà di piante e alberi potrebbero presto non esistere più. Questo è dovuto soprattutto alla siccità, ai frequenti incendi boschivi e alle inondazioni che hanno devastato gli ecosistemi del Paese (l’ultima inondazione è avvenuta proprio qualche giorno fa).

Per provare a frenare questa folle corsa verso il baratro, il governo nazionale sta valutando l’ipotesi di creare nuovi parchi nazionali e nuove aree marine protette che andranno a proteggere e tutelare almeno il 30% delle acque terrestri e oceaniche del Paese entro il 2030.

Ma potrebbe non bastare: il numero delle specie vegetali e animali minacciate dall’estinzione è cresciuto dell’8% rispetto ai numeri contenuti nel report precedente (del 2016) – con 533 specie animali e 1.385 presenti nella lista.

Su questi numeri hanno inciso notevolmente gli incendi boschivi che hanno flagellato il Paese negli ultimi anni (2019-2020), uccidendo oltre un miliardo di animali e distruggendo per sempre il 9% degli ecosistemi naturali habitat per molte specie endemiche – come il koala. Si è trattato di una vera e propria bomba ecologica dagli effetti devastanti.

Tutto questo mentre le temperature aumentano senza controllo: si stima un aumento di 1,4°C nelle temperature medie rispetto all’inizio del XX secolo. Anche l’innalzamento del livello dei mari dovuto allo scioglimento dei ghiacciai e l’acidificazione delle acque marine stanno avendo un impatto pesantissimo sulla sopravvivenza delle specie marine e costiere di animali e piante.

L’aumento delle temperature marine e l’acidificazione delle acque hanno un effetto negativo su uno degli ecosistemi più preziosi del Paese, unico al mondo: la Grance Barriera Corallina, colpita da un ineluttabile sbiancamento dei suoi meravigliosi coralli.

Questo report non è altro che un’epifania, una presa di coscienza improvvisa e complessiva di una situazione drammatica che va avanti da anni e che racconta una storia di crisi e declino galoppante degli ambienti naturali australiani.

Scienziati e ambientalisti considerano questo report come un campanello d’allarme che svegli le coscienze: c’è bisogno di agire subito per ridurre le emissioni di gas serra e provare a invertire la rotta dei cambiamenti climatici, ma anche di destinare maggiori fondi per la protezione degli habitat e delle specie più a rischio.

Seguici su Telegram Instagram | Facebook TikTok Youtube

Fonte: Australia State of Environment

Ti consigliamo anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Sono laureata in Lingue e Culture Straniere. Da sempre attenta alle problematiche ambientali e rivolta a uno stile di vita ecosostenibile, tento nel mio piccolo di ridurre al minimo l’impronta ambientale con scelte responsabili nel rispetto della natura che mi circonda.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook