Black Friday, che spreco! Ti spieghiamo come riutilizzare gli imballaggi per fare pacchetti più sostenibili

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Riciclare gli imballaggi e le scatole dei nostri acquisti è molto facile - basta mettere in campo un po' di fantasia per ottenere dei pacchetti regalo belli e originalissimi

Nudi contro il cancro alla pelle

Domani è il Black Friday, giorno in cui tutti i brand ci invogliano all’acquisto seducendoci con offerte vantaggiose e promozioni irresistibili. Come vi abbiamo già spiegato in questo articolo, tuttavia, è bene non lasciarsi troppo affascinare dalla smania dello shopping e mantenere un certo contegno negli acquisti – proprio in questo giorno.

Infatti, più acquisti si traducono in un maggiore consumo delle risorse (energia, acqua, materiali) e, di conseguenza, in una maggiore quantità di emissioni inquinanti rilasciate nell’atmosfera. Le emissioni sono anche dovute ai trasporti delle merci, che spesso sono acquistate online e devono arrivare direttamente a casa nostra.

Tuttavia, c’è un’altra fonte di inquinamento connessa allo shopping e rappresentata dagli imballaggi – ovvero scatole, buste, sacchetti e confezioni che diventano poi un rifiuto, non appena tiriamo fuori l’oggetto che abbiamo acquistato.

Ma è possibile trasformare questo rifiuto in una risorsa e dare una seconda vita agli imballaggi? Noi pensiamo di sì, e per questo motivo vi proponiamo una lista di abitudini che possiamo mettere in atto per imparare a recuperare le confezioni ormai vuote e riutilizzarle in maniera corretta.

Questo ci renderà da una parte dei consumatori consapevoli, e dall’altra dei venditori coscienziosi e attenti a ridurre al minimo lo spreco dei materiali. Questi consigli si adattano bene anche al confezionamento dei regali di Natale: vediamoli insieme.

Conserva la scatola

Se acquistiamo in negozio o riceviamo dal corriere un prodotto confezionato in una scatola di cartone, non buttiamola: possiamo utilizzarla nell’eventualità in cui dovessimo essere noi a vendere qualcosa online, oppure riciclarla come contenitore per oggetti che abbiamo in casa. Se proprio non sappiamo come utilizzarla, appiattiamola e conserviamola in ripostiglio: arriverà prima o poi il suo momento!

Crea un packaging riciclato

Se ci troviamo a vendere o regalare oggetti fragili, come statuette di ceramica o bicchieri di vetro, evitiamo di impacchettarli nel cellophane composto da plastica e preferiamo ad esso fogli di giornale o pagine di vecchi quaderni: la carta, per di più usata, è certamente più sostenibile e riciclabile della plastica.

Leggi anche: Quest’anno impacchetta i tuoi regali natalizi con materiali di riciclo: è incredibile cosa puoi fare con sacchetti di carta, stoffa e vecchie scatole

Sì al nastro adesivo (ma di carta)

Per chiudere una confezione o una scatola, non scegliamo spillatrice e nastro adesivo in plastica: qualche pezzo di nastro adesivo in carta andrà benissimo per il nostro pacco – anche se deve affrontare una spedizione. Invece, se il nostro destinatario è molto più vicino, possiamo scegliere come chiudi-pacco un pezzo di spago, un vecchio nastrino che avevamo già in casa, un filo di rafia.

Decoriamo con fantasia (riciclando)

Pensando al riciclo, possiamo immaginare anche delle belle decorazioni per i nostri pacchi – da vendere o regalare. Possiamo utilizzare, per esempio, figurine realizzate tagliando fogli di giornale, vecchi centrini fatti all’uncinetto, fiori essiccati, stecche di cannella e molto altro – basta semplicemente lasciare libero sfogo alla fantasia.

Seguici su Telegram Instagram | Facebook TikTok Youtube

Ti consigliamo anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Sono laureata in Lingue e Culture Straniere. Da sempre attenta alle problematiche ambientali e rivolta a uno stile di vita ecosostenibile, tento nel mio piccolo di ridurre al minimo l’impronta ambientale con scelte responsabili nel rispetto della natura che mi circonda.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook