tintura madre di calendula

Avete mai utilizzato la tintura madre di calendula? La calendula è un fiore di colore giallo-arancio ricco di sostanze benefiche che per questo motivo viene impiegato in erboristeria per la preparazione di numerosi rimedi naturali.

La tintura madre è un estratto liquido idroalcolico (cioè composto da alcol e acqua distillata o minerale) ricavato da piante medicinali tra le quali troviamo proprio la calendula. Altre piante adatte alla preparazione di una tintura madre sono l'arnica, l'echinacea e la lavanda.

Proprietà della tintura madre di calendula

La tintura madre di calendula si prepara a partire dai fiori di Calendula Officinalis. Questa pianta officinale è rinomata soprattutto per le sue proprietà antispasmodiche, per la sua capacità di calmare il dolore e per la sua azione estrogenica.

La caratteristica più importante della tintura madre di calendula è la sua capacità di conservare tutte le proprietà benefiche di questa pianta. Per la sua preparazione vengono utilizzate le sommità fiorite della calendula. Alla tintura madre di calendula si applicano tutte le proprietà che vengono attribuite dalla letteratura scientifica al fiore stesso.

Tra le proprietà principali della calendula e della tintura madre di calendula troviamo le proprietà lenitive, decongestionanti e antispasmodiche. Presenta inoltre proprietà antinfiammatorie e antiedematose, cioè in grado di ridurre edemi e gonfiori. Questa proprietà viene sfruttata soprattutto a livello della mucosa orale. La tintura madre di calendula ha, infine, proprietà lenitive e cicatrizzanti, che la rendono utile nelle applicazioni sulla pelle per uso esterno.

Usi della tintura madre di calendula

Uno degli usi più frequenti della tintura madre di calendula riguarda la regolazione del ciclo mestruale. L'azione estrogenica della tintura madre di calendula e le sue proprietà antispasmodiche aiutano sia a regolare il ciclo mestruale che a calmare i dolori.

L'utilizzo della tintura madre di calendula viene consigliato in caso di problemi infiammatori dell'apparato digerente che possono riguardare ulcere, coliti e gastriti. La tintura madre di calendula ha anche proprietà sedative che possono essere utili proprio nel caso della gastrite.

L'assunzione della tintura madre di calendula può variare a seconda del problema di cui dovrete prendervi cura. Dunque è molto importante che voi consultiate il vostro farmacista o erborista di fiducia per conoscere la corretta modalità di assunzione della tintura madre di calendula a seconda delle vostre necessità.

Per favorire l'assorbimento della tintura madre di calendula, pura o diluita, è importante trattenere per qualche istante il liquido sotto la lingua prima di deglutire. Di solito si assume la tintura madre di calendula in forma diluita, ad esempio 50 gocce in un bicchierino d'acqua.

La tintura madre di calendula viene impiegata anche per uso esterno per il trattamento di alcune problematiche della pelle, ad esempio se è necessario un aiuto per la cicatrizzazione di piaghe cutanee. Anche per uso esterno la tintura madre viene utilizzata diluita e viene in questo modo impiegata per effettuare degli impacchi.

Viene utilizzata anche a livello della bocca per favorire la guarigione di ulcere e gengiviti. Inoltre è utile per uso esterno durante l'allattamento, per il trattamento delle ragadi al seno. Infine, la tintura madre di calendula viene utilizzata sempre diluita in acqua per effettuare dei gargarismi e dei risciacqui utili in caso di infiammazioni della gola e della bocca.

Controindicazioni della tintura madre di calendula

La tintura madre di calendula non presenta controindicazioni particolari se non quella di un'allergia o ipersensibilità a questa pianta. L'alcol della tintura madre viene diluito in acqua e dunque risulta innocuo.

Dove trovare la tintura madre di calendula

Potrete trovare la tintura madre di calendula in erboristeria e nelle farmacie che effettuano preparazioni di prodotti erboristici o che si occupano della loro vendita. La tintura madre di calendula si trova inoltre in alcuni negozi di prodotti naturali, anche negli shop online. Se siete esperti nella preparazione di tinture di erbe, potreste provare a realizzare la vostra tintura madre di calendula seguendo le nostre istruzioni per la preparazione di una tintura madre.

Marta Albè

Fonte foto: Wikipedia

Leggi anche:

Calendula: il fiore giallo-arancio alleato della pelle e non solo

Come e perché preparare una tintura di erbe

Come fare una tintura madre

Come fare in casa l'oleolito di calendula

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
sai cosa compri
seguici su facebook
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram