Cosa sono i “dobloni” e cosa hanno a che fare con i gatti neri? Breve guida alla valuta immaginaria che spopola su TikTok

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Gli utenti del social avranno già familiarità con queste monetine dorate e i gatti neri che li assegnano, ma a cosa servono e come si possono guadagnare? Ecco una guida pratica ai dobloni

TikTok si conferma ancora una volta il luogo (fortunatamente virtuale) in cui prendono vita le più bizzarre tendenze, le sfide (talvolta pericolose) e le innovative mode che dal social si espandono poi nel resto del Web.

Chi usa questa piattaforma si sarà probabilmente già imbattuto in video in apparenza privi di senso, in cui gattini neri regalano dei dobloni (dabloons). Ma di che si tratta? Cerchiamo di fare chiarezza e spiegare meglio questo nuovo trend che si sta diffondendo molto velocemente.

Come ci insegna la storia, i dobloni erano antiche monete d’oro spagnole, risalenti al XVI secolo. Ora i dobloni sembrano essere tornati in auge – almeno su TikTok, dove stanno mettendo su una vera e propria economia: i dobloni virtuali sono delle monete immaginarie che non hanno alcun valore reale (diversamente dai bitcoin) e che possono essere usate per comprare oggetti (sempre immaginari) come case, automobili, armi, cibo e molto altro.

Leggi anche: Vuoi conoscere i tuoi antenati fino al 1500? Un video TikTok ti mostra come fare gratis il tuo albero genealogico

Come si guadagnano i dobloni su TikTok?

Diciamo che possiamo solo lasciare fare al caso: non c’è bisogno di lavorare né di creare contenuti su TikTok per entrare in possesso di queste monete – basta fruire dei contenuti For You proposti dal social.

Alta è la possibilità, nella marea di contenuti visti, di imbattersi in un video in cui un gatto nero (o un altro animale) ci farà dono di un po’ di dobloni, o ci darà un amuleto portafortuna che moltiplicherà i denari già presenti nel nostro immaginario salvadanaio.

Allo stesso modo, potremmo imbatterci nel video di un poliziotto che ci sequestrerà i dobloni o in quello di un ladro che svuoterà il nostro forziere senza troppi complimenti.

Non c’è modo di tenere traccia dei dobloni acquisiti o persi, poiché questi video sono creati e condivisi dagli stessi utenti del social e non esiste una piattaforma che ne monitori la fruizione da parte degli iscritti. Anche noi, se volessimo, potremmo creare un video al fine di regalare o rubare dobloni a chiunque lo guarderà.

E allora qual è lo scopo di tutto questo? Nessuno, se non quello di divertirsi e “giocare” con gli altri utenti del social, immaginando scambi commerciali impossibili nella realtà con soldi che non esistono – un po’ come quando, da bambini, giocavamo a vendere e comprare oggetti con i soldi finti.

Seguici su Telegram Instagram | Facebook TikTok Youtube

Ti consigliamo anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Sono una giornalista e una blogger. Collaboro con le testate GreenMe, Ambiente Magazine e The Wise Magazine e mi occupo di natura, sostenibilità, stili di vita sani e rispettosi dell’ambiente. Sul mio blog “La strega che scrive” parlo di giornalismo, editoria e letteratura

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook