Così la meditazione profonda può migliorare la salute dell’intestino, lo studio sui monaci buddisti

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Secondo una recente ricerca la meditazione buddista praticata per svariati anni è in grado di migliorare il nostro microbiota intestinale, riducendo il rischio di malattie cardiache e depressione

Il microbiota intestinale può influenzare il cervello, l’umore e il comportamento attraverso l’asse microbiota-intestino-cervello.

Una nuova ricerca ha rivelato che la meditazione regolare e profonda, eseguita per diversi anni, può aiutare ad “arricchire” il microbiota intestinale.

Ciò potrebbe aiutare a ridurre i rischi di problemi di salute fisica e mentale, tra cui ansia, depressione e malattie cardiache.

Lo studio

I ricercatori hanno esaminato campioni di sangue e feci di 37 monaci buddisti tibetani, provenienti da 3 templi e 19 dei loro residenti vicini.

I monaci praticavano una forma profonda di meditazione per almeno 2 ore al giorno da 3 a 30 anni.

Gli esperti hanno scoperto che i microrganismi nell’intestino, inclusi batteri, funghi e virus, differivano sostanzialmente tra i due gruppi.

Inoltre, hanno notato che diversi batteri nel gruppo di meditazione erano associati a minor rischio di malattie mentali, suggerendo che la meditazione può influenzare alcuni batteri che possono avere un ruolo nella salute psicologica.

I ricercatori hanno aggiunto che:

La meditazione a lungo termine ha migliorato la funzione immunitaria del corpo e ha ridotto il rischio di malattie cardiovascolari.

Tuttavia, hanno sottolineato che i numeri dello studio erano piccoli e che tutti i monaci e i tibetani coinvolti vivono ad alta quota, rendendo difficile trarre generalizzazioni dai risultati; ma, nel complesso, questi dati suggeriscono che la meditazione gioca un ruolo positivo nelle condizioni psicosomatiche e nel benessere.

Seguici su Telegram | Instagram | Facebook | TikTok | Youtube 

Fonte: BMJ Journal

Ti potrebbe interessare:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Lingue e Civiltà Orientali presso l'Università degli Studi di Roma La Sapienza. Ha diversi anni di esperienza nella comunicazione digitale. Appassionata di beauty, fitness, benessere e moda sostenibile.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook