Cosa succede al tuo metabolismo (e alla glicemia) se vai al letto ogni sera dopo questa specifica ora

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Riposare male o andare a dormire dopo una certa ora influirebbero su metabolismo e livelli di glucosio nel sangue

Riposare male o andare a dormire dopo una certa ora influirebbero su metabolismo e livelli di glucosio nel sangue

In un recente studiopubblicato su Diabetology è stato rilevato come sia il sonno disturbato sia l’andare a dormire dopo la mezzanotte, sono correlati a una risposta postprandiale non ottimale. In particolare, lo scarso sonno influirebbe sul metabolismo e sulla capacità del corpo di riportare i livelli di glucosio alla normalità dopo un pasto. In sostanza, lo studio mostra come una notte di sonno interrotto può compromettere la capacità del corpo di regolare la glicemia, e che andare a letto tardi potrebbe anche essere dannoso per il metabolismo.

I dati per lo studio hanno coinvolto circa 2.500 partecipanti, che per due settimane hanno indossato monitor al polso per monitorare il sonno e hanno utilizzato un dispositivo di monitoraggio continuo del glucosio, che registrava la glicemia ogni 15 minuti. Durante la ricerca gli studiosi hanno prescritto le colazioni per testare le risposte del corpo a un’ampia varietà di cibi: ricchi di fibre, ricchi di carboidrati, grassi etc… Il menu fisso significava anche che tutti i partecipanti mangiavano la stessa cosa, quindi i componenti delle colazioni non potevano interferire con l’analisi.

Lo studio ha scoperto che dormire per periodi più lunghi è collegato a livelli di glucosio nel sangue più bassi, anche a seguito di colazioni ad alto contenuto di carboidrati e grassi. Gli studiosi hanno sottolineato come la glicemia cronicamente alta può portare al diabete di tipo 2 e ad altri problemi metabolici, in grado di influire sulla salute a lungo termine; ad esempio, l’iperglicemia non diabetica ostacola il sistema immunitario e danneggia le arterie e i vasi sanguigni, aumentando il rischio di malattie cardiache.

Lo studio, quindi, offre un’altra prova dei vantaggi di praticare una buona igiene del sonno, ed è anche un altro motivo che ci deve indurre a rinunciare a una colazione zuccherata a favore di un’opzione più salutare, a basso contenuto di zucchero e ricca di carboidrati complessi e grassi buoni, come ad esempio l’avocado e l’avena.

Seguici su Telegram | Instagram | Facebook | TikTok | Youtube

Fonte: Diabetologia Journal

Sui disturbi del sonno ti potrebbe interessare:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Lingue e Civiltà Orientali presso l'Università degli Studi di Roma La Sapienza. Ha diversi anni di esperienza nella comunicazione digitale. Appassionata di beauty, fitness, benessere e moda sostenibile.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook