Ipertensione? Arriva la rivoluzionaria TAC in grado di diagnosticare le cause della pressione alta in 10 minuti

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Una recente ricerca ha rivelato la possibilità di individuare e curare i pazienti più a rischio di ipertensione, attraverso una semplice, veloce e accurata TAC che rivela i livelli di aldosterone

Una nuova scansione di 10 minuti può rilevare una delle cause più comuni di ipertensione e curarla, questo è ciò che ha rivelato un nuovo studio.

La TAC può illuminare minuscoli noduli in una ghiandola ormonale, consentendo ai medici di rimuoverli e curare l’ipertensione, che è alla base di molte condizioni e può causare infarti e ictus.

Un team della Queen Mary University di Londra afferma che questi noduli si formano in una persona su 20 con ipertensione, condizione che può richiedere un trattamento per tutta la vita con farmaci per il controllo.

Leggi anche: Infarti: questi comunissimi antidepressivi aumenterebbero di un terzo il rischio di attacchi di cuore

Lo studio

La nuova scansione creata da QMU, Barts Hospital e Cambridge University Hospital è accurata e tecnicamente efficace in ogni paziente.

Inoltre, se i pazienti effettuassero un esame delle urine insieme alla scansione, i medici potrebbero rivelare chi sarebbe completamente guarito dall’ipertensione, rimuovendo chirurgicamente la ghiandola. Hanno scoperto che 17 dei 24 pazienti hanno raggiunto una pressione sanguigna normale senza assumere farmaci.

Precedenti ricerche hanno rivelato che l’ipertensione può derivare da una mutazione genetica nelle ghiandole surrenali nel 5 e nel 10% dei malati. Di conseguenza viene prodotto un eccesso di aldosterone, che induce il corpo a trattenere il sale, aumentando la pressione sanguigna. Questi pazienti sono spesso resistenti al trattamento con farmaci antipertensivi comunemente usati.

Il co-autore senior dello studio Morris Brown, professore di ipertensione endocrina presso la Queen Mary University di Londra, ha affermato:

Questi noduli che producono aldosterone sono molto piccoli e facilmente trascurabili su una normale TAC. Quando si illuminano per alcuni minuti dopo la nostra iniezione, si rivelano come la causa ovvia dell’ipertensione, che spesso può essere curata. Fino ad ora, il 99% non viene mai diagnosticato a causa della difficoltà e dell’indisponibilità dei test. Spero che questo stia per cambiare.

Durante lo studio, i medici hanno sottoposto la nuova scansione a 128 persone, tutte affette da ipertensione. In due terzi dei pazienti, la scansione ha rivelato alti livelli di aldosterone secreti da un nodulo benigno in una delle ghiandole surrenali.

I noduli sono rimovibili utilizzando una dose ad azione molto breve di metomidato radioattivo, che si attacca solo al nodulo che produce aldosterone.

I ricercatori hanno concluso:

Questo studio è stato il risultato di anni di duro lavoro e collaborazione tra centri in tutto il Regno Unito. Il futuro della ricerca in questo settore è in buone mani.

Seguici su Telegram | Instagram | Facebook | TikTok | Youtube

Fonte: Queen Mary University

Ti potrebbe interessare:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Lingue e Civiltà Orientali presso l'Università degli Studi di Roma La Sapienza. Ha diversi anni di esperienza nella comunicazione digitale. Appassionata di beauty, fitness, benessere e moda sostenibile.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook