Diabete: si può usare l’eritritolo, che non aumenta la glicemia, come sostituto dello zucchero?

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

L'eritritolo è una valida alternativa allo zucchero, soprattutto in caso di diabete. Scopriamo cos'è e perché non influisce sulla glicemia

Quanta frutta e verdura dobbiamo mangiare ogni giorno?

L’eritritolo è una valida alternativa allo zucchero, soprattutto in caso di diabete. Scopriamo cos’è e perché non influisce sulla glicemia

Se hai il diabete è importante controllare la glicemia e fare attenzione allo zucchero. Un’alternativa a questo è l’eritritolo in grado di aggiungere dolcezza a cibi e bevande senza aggiungere calorie, aumentare la glicemia o causare carie. Ma cosa c’è di vero? 

Eritritolo: cos’è

L’eritritolo è un alcol di zucchero, ma in realtà non contiene né zucchero (saccarosio) né alcol (etanolo). Questi sono dolcificanti a ridotto contenuto calorico, che si trovano in tutto, dalle gomme da masticare all’acqua aromatizzata.

L’eritritolo è dolce quasi quanto lo zucchero, con l’unica differenza che non ha praticamente calorie. Si trova naturalmente in alcuni frutti, come meloni, uva e pere e in alcuni alimenti fermentati. Quando l’eritritolo viene utilizzato in cibi e bevande senza zucchero, è molto probabilmente prodotto da mais fermentato.

Vantaggi

L’eritritolo ha diversi vantaggi, tra cui:

  • sa di zucchero
  • ha meno calorie dello zucchero
  • non ha carboidrati
  • non aumenta la glicemia
  • non provoca carie

L’eritritolo è disponibile in forma granulare e in polvere, e si trova anche in altre miscele di dolcificanti a ridotto contenuto calorico.

Diabete ed eritritolo

In che modo il diabete influisce sulla glicemia? Normalmente, il corpo scompone gli zuccheri e gli amidi che mangi in uno zucchero semplice chiamato glucosio che fornisce energia alle cellule. L’insulina è un ormone di cui il tuo corpo ha bisogno per inviare il glucosio dal flusso sanguigno alle cellule.

Se hai il diabete, il tuo corpo potrebbe non essere in grado di produrre o utilizzare efficacemente l’insulina. Ciò può causare un aumento dei livelli di zucchero nel sangue. Una dieta ricca di zuccheri può aumentare ulteriormente questi livelli; ed è qui che entrano in gioco i dolcificanti, come appunto l’eritritolo.

Cosa dice la ricerca? Secondo la ricerca, gli alcoli di zucchero non hanno tanto effetto sulla glicemia come altri carboidrati. Tuttavia, potresti essere sorpreso di apprendere che molti prodotti senza zucchero contengono carboidrati e calorie da altre fonti, e possono causare un picco di zucchero nel sangue. Un piccolo studio ha rilevato che né una singola dose di eritritolo né un regime giornaliero di due settimane hanno avuto un effetto negativo sul controllo della glicemia.

Rischi ed effetti collaterali

L’eritritolo è solo parzialmente assorbito dal tuo corpo, motivo per cui è povero di calorie. Una revisione sulla sicurezza dell’eritritolo ha rilevato che il dolcificante era ben tollerato e non tossico, anche a dosi elevate. Ma vi sono alcune persone sensibili agli alcoli di zucchero, che potrebbero avere alcuni effetti collaterali come:

La gestione della glicemia è un processo di tentativi ed errori; dovrai controllarla ogni giorno e avrai anche bisogno di sottoporsi regolarmente a esami del sangue più avanzati, per controllare lo stato della tua condizione.

Se hai il diabete, l’uso moderato dell’eritritolo è generalmente considerato sicuro a meno che tu non sia sensibile a polioli e alcoli di zucchero. Tieni presente che avere il diabete non significa che devi evitare del tutto lo zucchero; questo può far parte del tuo piano alimentare, fintanto che gestisci l’assunzione totale di carboidrati. Limita i cibi zuccherati alle occasioni speciali, e mangiali in porzioni più piccole. Se i livelli di zucchero nel sangue aumentano troppo o scendono troppo, dovresti consultare immediatamente un medico.

Seguici su Telegram | Instagram | Facebook | TikTok | Youtube

Sul diabete ti potrebbe interessare:

 

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Lingue e Civiltà Orientali presso l'Università degli Studi di Roma La Sapienza. Ha diversi anni di esperienza nella comunicazione digitale. Appassionata di beauty, fitness, benessere e moda sostenibile.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook