Listeria nel pesce affumicato: scoppiata un’epidemia, le autorità avvertono i soggetti più fragili in UK

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Un focolaio di listeria collegato al consumo di pesce affumicato ha suscitato un avvertimento delle autorità sanitarie

Come conservare l'avocado

Le persone con più di 65 anni, le donne in gravidanza, chi soffre di deficit del sistema immunitario o presenta determinate patologie dovrebbero evitare di consumare pesce affumicato crudo, secondo le autorità sanitarie inglesi.

Per prevenire un eventuale intossicazione da listeria, a tali categorie di persone viene raccomandato di cucinare con cura tali prodotti, che normalmente vengono consumati crudi.

La Listeria monocytogenes è infatti un batterio che nella maggior parte delle persone provoca una lieve gastroenterite, risolvibile in alcuni giorni. Nelle persone più vulnerabili, però, l’intossicazione da listeria può portare a condizioni ben più gravi come meningite e sepsi, mentre in gravidanza può causare l’aborto.

Il rischio di ammalarsi rimane basso ma i casi registrati quest’anno, tra cui una donna incinta, hanno portato la Food Standards Agency (FSA) a pronunciarsi in merito. Dal 2020 ad oggi, infatti, sono stati identificati 14 casi di listeriosi in Inghilterra e Scozia, otto dei quali a gennaio di quest’anno.

Per sicurezza, i soggetti vulnerabili e le donne incinte dovrebbero conservare il pesce affumicato a 5°C o meno, in frigorifero, e cucinarlo ad alte temperature prima di consumarlo. Un’altra indicazione è quella di non mangiare mai il pesce oltre la data di scadenza.

La maggior parte delle persone non presenterà alcun sintomo dell’infezione o sperimenterà solo sintomi lievi come dolore addominale o diarrea, che di solito passano entro pochi giorni senza che sia necessario un trattamento.
Tuttavia, alcune persone sono a maggior rischio di malattie molto più gravi, comprese le persone di età superiore ai 65 anni, le persone in gravidanza, neonati, quelle con un sistema immunitario indebolito o sottoposte a trattamento immunosoppressivo e le persone con malattie croniche del fegato o dei reni.
Alla luce di questa epidemia in corso, stiamo consigliando alle persone in gravidanza e vulnerabili di mangiare solo pesce affumicato pronto dopo averlo accuratamente cotto per ridurre il rischio di listeriosi. Se hai dubbi sulla tua salute, parlane con la tua ostetrica, il tuo medico di famiglia o il team di specialisti dell’ospedale – ha spiegato il Professor Saheer Gharbia, vicedirettore ad interim Infezioni gastrointestinali e sicurezza alimentare presso UKHSA

Seguici su Telegram | Instagram | Facebook | TikTok | Youtube

Fonte di riferimento: Food Standards Agency

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Scienze e Tecnologie Erboristiche, redattrice web dal 2013, ha pubblicato per Edizioni Età dell’Acquario "Saponi e cosmetici fai da te", "La Salvia tuttofare" e "La cipolla tuttofare".

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook