Omicron: i sintomi e i segnali accertati che la distinguono da un semplice raffreddore

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Quali sono quei sintomi e segnali che ci aiutano a distinguere un comune raffreddore dall'infezione della variante Omicron?

Come conservare al meglio le fragole

Mentre i casi di COVID-19 continuano a diminuire in Italia, la pandemia ancora non si può dire essere conclusa e la variante Omicron continua a contagiare migliaia di persone ogni giorno. Tuttavia, spesso risulta difficile distinguere i sintomi della variante Omicron rispetto a quelli di un comune raffreddore o influenza. Quindi, come facciamo a differenziare i due tipi di infezioni?

Leggi anche: Sintomi Omicron: anche il colore delle tue labbra possono essere un campanello d’allarme che non dovresti sottovalutare

I sintomi di Omicron tendono ad interessare il tratto respiratorio superiore (naso, bocca e faringe) e tra i sintomi più comuni si includono mal di testa, congestione nasale, mal di gola (riconosciuto come il sintomo principale) e affaticamento. Il CDC statunitense ricorda che i sintomi principali del virus che compaiono 2-14 giorni dopo l’esposizione ad esso e che ci aiutano a distinguerlo dal raffreddore includono:

  • perdita del gusto e dell’olfatto;
  • temperature elevate o brividi;
  • tosse continua;
  • difficoltà a respirare;
  • nausea e vomito;
  • diarrea.

L’unico sintomo di COVID-19 che non si manifesta con un comune raffreddore è la perdita dell’olfatto e del gusto. Secondo gli esperti, però, i pazienti con la variante Omicron hanno un’altra sintomatologia che comprende:

  • dolori muscolari;
  • affaticamento;
  • febbre;
  • tosse secca;
  • sudorazione notturna.

È importante anche ricordare che lo stress può incrementare il rischio di contrarre il virus, poiché diminuisce la nostra capacità di fare cose che ci mantengono in salute, come dormire molto, mangiare bene e fare esercizio fisico. Inoltre, più sei stressato, più è probabile che tu possa manifestare sintomi più gravi o una durata più lunga della malattia.

Se hai il sospetto di avere uno dei sintomi precedentemente menzionati fai il test il prima possibile, vaccinati se non lo hai già fatto, indossa una mascherina FFP2, evita luoghi molto affollati e mantieni le mani ben igienizzate.

Seguici su Telegram Instagram | Facebook TikTok Youtube

Sulla variante Omicron ti potrebbero interessare anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureando di Organizzazione e marketing per la comunicazione d'impresa all'Università La Sapienza, appassionato del web e delle dinamiche del mondo digitale.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook