Green pass rimodulato: come funzionerà dal 1° aprile

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Dal 1° aprile diremo addio al Green pass? No, ma la certificazione verde non sarà più richiesta in alcuni casi. Ecco cosa cambierà con la fine dello stato di emergenza

Stiamo andando ormai incontro alla primavera e il prossimo 31 marzo segnerà la fine dello stato di emergenza per la pandemia, che questa volta non può essere più prorogato. Il Covid non è stato affatto debellato, ma il Governo Draghi è già a lavoro per definire la road map che prevede un graduale allentamento delle restrizioni. Le incognite sono ancora tante, a partire da quella relativa al Green pass. Sono tantissimi gli italiani che si domandano quando verrà abolito. Per il momento, l’abolizione della certificazione verde non è all’orizzonte. Ma le regole dovrebbero cambiare già a partire dal 1° aprile, da quando il Green pass verrà rimodulato in base all’andamento dei contagi.

Alcuni allentamenti sono già scattati ieri: via libera alle visite in ospedale ai familiari e amici ricoverati, per un massimo di 45 minuti al giorno, anche nelle terapie intensive. In questo caso è obbligatorio il Green Pass rafforzato, mentre i guariti dal Covid dovranno presentare un tampone con esito negativo. Inoltre, da ieri è nuovamente possibile mangiare e bere al cinema e al teatro.

Addio al Green pass nei bar e ristoranti all’aperto

Il Governo Draghi sta lavorando a un nuovo decreto, che includerà il calendario con la roadmap da seguire per un ritorno alla “normalità”. Ad annunciarlo un paio di giorni fa è stato il sottosegretario alla Salute Andrea Costa.

Nei prossimi giorni  il Governo emanerà un decreto dove verrà stabilito un vero e proprio cronoprogramma, certamente dal 1 aprile inizierà una fase di allentamento di misure restrittive. – ha spiegato Costa, ospite a “Radio Anch’io” – Fin da subito ci saranno delle situazione dove il green pass non sarà necessario. Ad esempio gli spazi all’aperto, nei bar e nei ristoranti, da aprile non sarà più necessario richiedere il green pass. E poi arriveremo ad una estate senza più restrizioni.

Ma l’obbligo del Green pass per gli over 50 resta in vigore fino al 15 giugno

Nessuna grossa novità, però, per gli over 50, per i quali il Green pass resterà obbligatorio fino alla prima metà di giugno.

“L’obbligo del green pass per gli over 50 rimane fino al 15 giugno. C’è una valutazione che stiamo facendo, e sulla quale io personalmente sono d’accordo, è di trasformare prima del 15 giugno il green pass rafforzato in certificato verde base, questo consentirebbe a molti cittadini di tornare a lavorare ovviamente facendosi il tampone” ha aggiunto il sottosegretario Andrea Costa.

La data del 15 giugno non è casuale. Quel giorno, infatti, decadrà l’obbligo vaccinale per chi ha più di 50 anni. Insomma, da aprile non ci sarà un via libera per tutti. La parola d’ordine è gradualità.

Seguici su Telegram Instagram | Facebook TikTok Youtube

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Media, comunicazione digitale e giornalismo all'Università La Sapienza, ha collaborato con Le guide di Repubblica e con alcune testate siciliane. Appassionata da sempre al mondo del benessere e del bio, dal 2020 scrive per GreenMe

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook