Quando verrà abolito il Green pass? Il calendario delle riaperture fino all’estate

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Quando diremo addio alle restrizioni anti-Covid? Ecco quali sono tutte le date da tenere a mente della roadmap del Governo Draghi

Dopo due anni di restrizioni anti-Covid, in Italia si va verso un graduale ritorno alla normalità. Già dallo scorso 11 febbraio è decaduto l’obbligo di indossare le mascherine all’aperto e le discoteche hanno riaperto i battenti, dopo una lunga chiusura. La prossima data chiave da segnare è quella del 31 marzo, giorno in cui cesserà lo stato d’emergenza. Ma cosa accadrà a partire da quel momento? Il Green pass verrà abolito? Sarà possibile entrare in negozi e locali al chiuso senza mascherina? Facciamo il punto della situazione con tutte le date da tenere a mente, anche se ancora la roadmap deve essere definita dal Governo Draghi.

Dal 10 marzo via libera alle visite in ospedale e alla consumazione di cibo nei cinema e teatri

A partire dal prossimo 10 marzo si potrà tornare a fare visita in ospedale ai familiari e amici ricoverati, per un massimo di 45 minuti al giorno, anche nelle terapie intensive. Sarà obbligatorio il Green Pass rafforzato, mentre i guariti dal Covid dovranno presentare un tampone con esito negativo.

Sempre dal 10 marzo sarà nuovamente possibile mangiare e bere al cinema e al teatro. Per accedervi sarà necessario esibire il Green pass rafforzato e indossare la mascherina FFp2.

Il 31 marzo finisce lo stato d’emergenza

Occhi puntati sul 31 marzo, data in cui cesserà lo stato d’emergenza. Ciò significa che a partire da questa data verranno sciolti quegli enti nati per gestire la pandemia, come il Comitato tecnico scientifico (Cts) e il commissariato all’emergenza affidato al generale Figliuolo. Inoltre, dovrebbero decadere anche il sistema dei colori delle regioni e le cose cambieranno anche per lo smart working, che dovrebbe essere eliminato tranne in alcuni casi specifici.

Infine, prima del 31 marzo potrebbe essere aumentata la capienza (portandola al 100%) negli negli stadi e nelle strutture sportive.

Dal 1° aprile solo Green pass base per mangiare nei bar e ristoranti all’aperto

L’esecutivo sta valutando di abolire il Super green pass per consumare nei bar e nei ristoranti all’aperto, dove al momento è richiesto. Tuttavia, fino al 15 giugno il Green pass rafforzato dovrebbe essere ancora obbligatorio per salire sui mezzi di trasporto pubblico e negli altri luoghi in cui al momento è obbligatorio.

Dal 15 giugno cade l’obbligo vaccinale per gli over 50

Un’altra data chiave è il 15 giugno, quando dovrebbe decadere l’obbligo vaccinale per chi ha più di 50 anni (misura entrata in vigore lo scorso gennaio). Ma tutto dipenderà da come procederà la curva dei contagi e la campagna vaccinale.

Valutiamo quali saranno i dati delle prossime settimane e poi alla scadenza dell’obbligo. Il Governo farà le dovute valutazioni, ma non si può escludere una proroga, assolutamente no – ha chiarito il sottosegretario alla Salute Andrea Costa, intervistato nel corso della trasmissione ’24 Mattino’ su Radio 24. – C’è ancora una platea di italiani over 50 che non si è vaccinata. Noi contiamo che si restringa ancora, poi a ridosso della scadenza faremo le valutazioni. Quello che dobbiamo dire è che l’obbligo vaccinale per gli over 50 c’è, è una legge e fino al 15 giugno questo obbligo permane.

Il nodo dell’abolizione del Green pass

In tanti si chiedono se e quando verranno aboliti il Green pass e il Super green pass. Al momento non ci sono certezze al riguardo. Ciò che è certo è che la fine dello stato d’emergenza non verrà eliminata in automatico la certificazione verde. Il Governo vuole procedere in maniera graduale, richiedendo soltanto il Green pass base al posto di quello rafforzato in alcuni casi (ad esempio per mangiare nei bar e ristoranti all’aperto).

L’ipotesi più accreditata è che almeno fino a giugno il Green pass continuerà ad essere obbligatorio in numerosi contesti. Nel periodo estivo, però, potrebbe essere abolito.

L’estate magari sarà tranquilla, ma l’inverno prossimo sarà certamente a rischio.  – ha sottolineato il virologo Fabrizio Pregliasco, intervistato da La Stampa – Il Green pass non deve durare per sempre, ma almeno fino a giugno sì. Poi si vedrà in base all’andamento epidemiologico.

Seguici su Telegram Instagram | Facebook TikTok Youtube

Fonti: Governo/Adnkronos

Leggi anche:

 

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Media, comunicazione digitale e giornalismo all'Università La Sapienza, ha collaborato con Le guide di Repubblica e con alcune testate siciliane. Appassionata da sempre al mondo del benessere e del bio, dal 2020 scrive per GreenMe

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook