Matite per sopracciglia: tracce di arsenico e nichel anche nelle marche più note, il nuovo test svizzero

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Le matite per sopracciglia non sono tutte uguali e alcune nascondono anche la presenza di metalli pesanti. Il nuovo test di K-Tipp stila la classifica delle marche migliori e peggiori

Come conservare l'avocado

Molte persone utilizzano delle matite per le proprie sopracciglia, così da renderle più fitte e meglio delineate. Ma una vale l’altra? La risposta è no, almeno secondo il nuovo test della rivista svizzera dei consumatori K-Tipp che ha fatto analizzare in laboratorio 12 matite per sopracciglia, di marche più o meno note e costose.

Il laboratorio tedesco Wirts und Partner di Hannover, che si è occupato dell’analisi di questi cosmetici, è andato in particolare a verificare l’eventuale presenza di ingredienti sensibili e ha testato le proprietà delle singole matite.

Ogni matita è stata poi valutata tenendo conto dei seguenti parametri:

  • Applicazione: se trasferiva bene il colore, se si applicava facilmente e con precisione, se la punta era troppo dura o morbida e altre caratteristiche
  • Tenuta: quanto durava il colore dopo l’applicazione e se teneva bene su pelle e sopracciglia, o al contrario sbiadiva o scoloriva in fretta
  • Utilizzo: se la matita era facile da aprire, aveva un tappo resistente, se si temperava bene ed era comoda da usare, così come se era funzionale la piccola spazzola di cui era dotata
  • Metalli pesanti: come ricorda K-Tipp, i coloranti contenuti nelle matite per il trucco possono essere contaminati da arsenico, antimonio, piombo, cadmio, nichel e mercurio. Salvo piccole tracce definite “tecnicamente inevitabili”, i metalli pesanti non devono essere contenuti nei prodotti cosmetici

I risultati

Ottenere un buon risultato con la propria matita per le sopracciglia non dipende solo dall’applicazione, ma anche dalla qualità del prodotto e in questo test si è visto che può variare, e di molto, tra una marca e l’altra.

A vincere il test è il prodotto Nyx, che ha mostrato di essere quello che si può utilizzare in modo più uniforme e semplice. In particolare è stato premiato per la gradevole consistenza della mina colorata e la buona applicazione.

Al secondo posto la matita H&M, seguta da Benecos, Santé, Clarins, Essence e Catrice, che ottengono tutte “buono“.

matite per sopracciglia migliori test

©K-Tipp

Le penne di Maybelline, Wet n Wild e Artdeco sono risultate un po’ troppo morbide e cremose. Mentre le setole di Catrice, Santé, Benecos e Max Factor sono state considerate sgradevolmente graffianti.

In quanto alla durata del colore: “Brow Specialist” di H&M e “Eye Brow Powder Pencil” di Nyx hanno ricevuto il massimo dei voti. Le penne Maybelline e Wet n Wild tendevano invece a colare per la loro consistenza più cremosa.

I prodotti Maybelline e Santé sono stati infine considerati difficili da temperare.

La cosa che ci interessa di più è però vedere se e dove sono stati trovati metalli pesanti.

K-Tipp ne segnala la presenza in particolare in due prodotti:

  • Mac (arsenico e 12 mg/kg di nichel)
  • Max Factor (12 mg/kg di nichel)

Sulla presenza di nichel la rivista sottolinea che questa sostanza è stata trovata in tutte le matite per sopracciglia testate:

Questa sostanza è un comune fattore scatenante di allergia. Secondo l’Agenzia austriaca per la salute e la nutrizione, il contenuto di nichel nei prodotti cosmetici non dovrebbe essere superiore a 5 milligrammi per chilo (mg/kg). L’ufficio ritiene evitabili concentrazioni più elevate. Le due matite di Max Factor e MAC contenevano ciascuna 12 mg/kg di nichel. Per questo è stato sottratto mezzo punto. Per gli altri prodotti i valori misurati erano inferiori al valore consigliato dall’agenzia.

Per quanto riguarda invece l’arsenico, che si sospetta sia cancerogeno, l’Ufficio federale tedesco per la protezione dei consumatori e la sicurezza alimentare, critica livelli superiori a 0,5 mg/kg e il valore trovato nella matita MAC testata era quasi il doppio (0,94 mg/kg).

Considerando tutti i parametri, il prodotto peggiore è risultato essere “Eye Brow Pencil” di Max Factor, criticato anche perché la matita aveva una mina molto dura da cui non usciva quasi nessun colore, anche se premuta con forza.

matite per sopracciglia peggiori test

©K-Tipp

Seguici su Telegram Instagram | Facebook TikTok Youtube

Fonte: K-Tipp

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Francesca Biagioli è una redattrice web che si occupa soprattutto di salute, alimentazione naturale, consumi e benessere olistico. Laureata in lettere moderne, ha conseguito un Master in editoria

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook