Eyeliner: alcuni contengono sostanze dannose, le 5 marche migliori secondo il test svizzero

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

L'eyeliner è uno dei cosmetici più amati, anche se non è sempre facile applicarlo sugli occhi, soprattutto se si tratta un prodotto di qualità non ottimale. Importante tra l'altro sceglierne uno che non contenga ingredienti controversi. Ci viene in aiuto un nuovo test svizzero

Sta per finire investito, la mamma lo salva

La rivista dei consumatori svizzeri K-Tipp ha portato in laboratorio 14 eyeliner liquidi neri (molti sono presenti anche in Italia). Tra questi ci sono sia eyeliner economici che prodotti più costosi e di marca.

Ogni campione è stato analizzato in base ai seguenti parametri:

  • Prova pratica: cinque esperti di laboratorio hanno messo alla prova l’eyeliner valutando la facilità di applicazione, l’intensità del colore, l’asciugatura e la durata.
  • Fragranze allergeniche: il laboratorio ha cercato all’interno dei prodotti la presenza di 26 fragranze allergeniche. A partire da un contenuto di 10 milligrammi per chilo, la loro presenza deve essere chiaramente indicata in etichetta.
  • Metalli pesanti: il laboratorio è andato alla ricerca di arsenico, piombo, nichel, mercurio, cadmio e antimonio.
  • Nitrosammine: sostanze che aumentano, anche se in quantità minime, il rischio di cancro. Il corpo le può assorbire attraverso la pelle, le unghie o la respirazione.
  • IPA: gli idrocarburi policiclici aromatici (IPA) possono entrare nei cosmetici attraverso i pigmenti colorati ma sono potenzialmente pericolosi per la riproduzione, genotossici e cancerogeni.

I risultati

Nella prova pratica, nove eyeliner hanno ottenuto un buon voto, compreso il prodotto più economico nel test (Wet n Wild). Gli altri eyeliner si sono comportati abbastanza bene solo durante l’applicazione del trucco.

Ma veniamo a quello che ci interessa di più, ovvero l’eventuale presenza di sostanze problematiche. Gli esperti svizzeri segnalano che alcuni produttori usano fragranze nei loro eyeliner e tra questi anche alcuni cosmetici naturali (Sante e Benecos).

Il laboratorio ha rilevato ad esempio limonene e linalolo, fragranze solo leggermente allergizzanti ma che si ossidano rapidamente se esposte all’ossigeno e al calore.

Questo crea sostanze che, secondo il Comitato europeo per la sicurezza dei consumatori, possono essere più irritanti per la pelle   scrive K-Tipp

Il laboratorio ha anche trovato nitrosammine nell’eyeliner NYX (che non a caso finisce come ultimo del test, unico prodotto considerato insufficiente). Queste sostanze sono considerate un probabile cancerogeno per l’uomo e, secondo l’Istituto federale tedesco per la ricerca sui rischi, non esiste una soglia di sicurezza.

Per quanto riguarda i metalli pesanti, fortunatamente nessun prodotto ne presentava tracce. Lo stesso per gli IPA, nessuno degli eyeliner testati li conteneva.

Gli eyeliner migliori

L’eyeliner di Artdeco è il vincitore del test. Ha ottenuto voti da buoni a molto buoni in tutti i criteri della prova pratica e ovviamente è privo di sostanze controverse.

Un consiglio utile che emerge dal test è quello di acquistare cosmetici con il minor numero di ingredienti possibile. L’eyeliner Artdeco contiene “solo” undici sostanze, mentre il prodotto NYX ne ha più del doppio.

Inoltre, ricorda K-tipp che:

Le istruzioni del produttore come ‘sensibile’ o ‘dermatologicamente testato’  non sono indicatori affidabili. Secondo il centro di consulenza per i consumatori tedeschi nella Renania settentrionale-Vestfalia, non ci sono regole standard stabilite o requisiti di test per tali informazioni.

Tra gli eyeliner consigliati che hanno ottenuto “buono” vi sono anche gli eyeliner:

  • H&M
  • Catrice
  • Wet n Wild
  • Rimmel
eyeliner migliori test

©K-tipp

Come già detto, il peggiore del test è risultato l’eyeliner NYX.

eyeliner sufficienti test

©K-tipp

La replica di L’Oréal che produce l’eyeliner NYX

L’Oréal, responsabile della produzione dell’eyeliner NYX, informata dei risultati del test si è mostrata sorpresa del contenuto di nitrosammina rilevato.

Tuttavia, tracce di tali sostanze possono essere inevitabili quando si utilizzano alcune materie prime. L’Oréal ha dichiarato alla rivista svizzera che svolgerà personalmente ulteriori indagini.

Seguici su Telegram | Instagram | Facebook | TikTok | Youtube

Fonte: K-Tipp

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Francesca Biagioli è una redattrice web che si occupa soprattutto di salute, alimentazione naturale, consumi e benessere olistico. Laureata in lettere moderne, ha conseguito un Master in editoria

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook