italia ogm cover

L’Italia si conferma Paese libero da Ogm. Oggi il nostro Paese ha inviato alla Commissione Europea le richieste di esclusione di coltivare tutti gli OGM autorizzati a livello Europeo sul nostro territorio nazionale.

Gli Stati europei che non sono interessati agli Ogm sarebbero almeno 14 ma potrebbero aggiungersi altri nomi alla lista, dato che per inviare le richieste di esclusione alla Commissione Europea c’è tempo fino al prossimo 3 ottobre.

Fino ad oggi, oltre all’Italia, sono 9 i Paesi che hanno già formalmente notificato alla Commissione Europea l’intenzione di mettere al bando le coltivazioni Ogm. I 9 Paesi sono Austria, Croazia, Francia, Grecia, Ungheria, Lettonia, Lituania, Olanda e Polonia. Ad essi si aggiunge la Vallonia, Regione del Belgio.

Starebbero arrivando anche le notifiche di Danimarca, Germania, Slovenia, Bulgaria e di altre due Regioni (Scozia e Irlanda del Nord). Dunque in Europa a vietare gli Ogm sarebbero 14 Paesi e 3 regioni, pari al 65% della popolazione dell’Unione Europea e al 66,2% della terra coltivabile, secondo i dati comunicati da Greenpeace.

Fino a questo momento la coltivazione del mais Ogm MON810 di Monsanto era stata bloccata dalla clausola di salvaguardia solo in nove Paesi dell’Unione Europea, cioè in Italia, Austria, Bulgaria, Francia, Germania, Grecia, Ungheria, Lussemburgo e Polonia.

Le notifiche di divieto inviate fino ad oggi non riguardano soltanto il mais MON810 come unico Ogm già autorizzato per la coltivazione a livello europeo, ma anche altri 7 mais Ogm per i quali è stata chiesta l’autorizzazione della coltivazione in Europa.

“Con l’invio odierno alla Commissione Europea delle richieste di esclusione di coltivare tutti gli OGM autorizzati a livello europeo sull’intero territorio nazionale, l’Italia si conferma Paese libero dagli OGM” – ha affermato Federica Ferrario, responsabile Campagna Agricoltura Sostenibile di Greenpeace Italia.

Come evidenziato da Greenpeace, il presidente della Commissione Europea Jean-Claude Juncker a luglio 2014 disse che la Commissione Europea non avrebbe dovuto andare contro la maggioranza dei Paesi UE sulle colture Ogm.

italia ogm bando

Non si è però ancora pervenuti a una proposta di legge per realizzare questo obiettivo. Già nel 2008 i ministri dell’Ambiente dell’UE avevano chiesto all’unanimità alla Commissione di rivedere la procedura di autorizzazione.

La Commissione non ha fatto nulla e le attuali valutazioni di rischio dell’Autorità europea per la sicurezza alimentare (EFSA) continuano a ignorare quanto previsto dalla Direttiva 2001/18, che prevede test approfonditi e indipendenti per gli Ogm.

Consulta qui la lista della Commissione Europea delle notifiche dei bandi nazionali.

Marta Albè

Leggi anche:

OGM: urge colmare il vuoto legislativo e prorogare il divieto
OGM: l'Italia vieta la coltivazione, tutte le reazioni
TTIP: gli Ogm non avranno libero accesso sul mercato italiano

casa verde

Reale Mutua

La casa verde: pannelli solari e pozzi geotermici

greenMe su Instagram

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
sai cosa compri
seguici su facebook
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram