14 piante che attirano le libellule nel vostro giardino

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Eleganti e leggiadre, le libellule sono insetti molto utili soprattutto perché tengono lontane le fastidiose zanzare. Ma come fare per attirarle sul nostro balcone? Scopriamo quali sono le piante da coltivare per attrarre questi meravigliosi animali.

Ecco il carrello smart per la spesa

Con le loro ali eleganti e colorate e le rapide acrobazie aeree, le libellule (Anisoptera) sono insetti eleganti e leggiadri. Ma la loro qualità è che mangiano fino a 100 zanzare al giorno.

Accogliere le libellule nel tuo giardino, soprattutto in estate, può aiutarti ad allontanare le fastidiose zanzare. Inoltre, a differenza delle farfalle e delle api che si nutrono di nettare e polline, le libellule sono creature carnivore e attirarle è un po’ più complicato, non basta piantare semplicemente fiori profumati, occorre scegliere la tipologia giusta.

Scopriamo come creare l’ambiente ideale per accogliere le libellule e combattere zanzare, moscerini, formiche e altri parassiti.

(Leggi anche: Le libellule tengono lontane le zanzare, i trucchi per attirarle nel nostro giardino)

Euforbia di palude

Asclepiade di palude

©Wirestock/123rf

L’euforbia di palude (Asclepias incarnata) prospera in un terreno umido e in pieno sole. Pianta erbacea perenne, l’asclepiade (amica anche della farfalla monarca) ha fiori bianchi e rosa che attirano le libellule, e lunghi steli su cui questi insetti amano riposare.

Punta di freccia

Punta di freccia

©Nolamissesyou/123rf

Conosciuta anche come “patata d’anatra”, la punta di freccia (Sagittaria latifolia) è una pianta perenne acquatica di facile manutenzione che cresce sopra il livello dell’acqua.

Questa pianta robusta può prosperare in molte zone, anche quelle con inverni rigidi, ed è tollerante a una gamma di condizioni di luce, dal pieno al sole parziale. Vanta foglie a forma di cuore e fiori bianchi che sbocciano per tutta l’estate.

Per ottenere i migliori risultati, acquista una pianta viva e mettila in acque poco profonde o in un terreno umido.

Ninfea

ninfea

©Scifilullaby/123rf

Pochi fiori sono magici come queste piante acquatiche, che offrono alle libellule un luogo perfetto per deporre le uova.

Le ninfee (Nymphaeaceae) possono crescere in uno stagno, in una piscina o anche in una grande vasca. Si caratterizzano per i suoi fiori grandi e vivaci. Per coltivarla, pianta i tuberi nel terreno aggiungi ghiaia e poi immergi il contenitore poco profondo in uno più grande pieno d’acqua.

Sedano selvatico

sedano selvatico

©Fanfo/123rf

Il sedano selvatico perenne sempreverde (Vallisneria americana), costituisce un’ottima superficie per le uova di libellula. Le foglie lunghe, snelle e ondulate danno agli esemplari più giovani un posto sicuro e comodo dove nascondersi. Piccoli fiori bianchi o verdi spuntano in estate per dare fascino al tuo giardino o balcone.

Il sedano selvatico ama il pieno sole, ma anche l’ombra parziale.

Equiseto d’acqua

equiseto d'acqua

©Aga7ta/123rf

L’equiseto d’acqua (Equisetum fluviatile) presenta steli simili a bambù ma senza fiori.

È praticamente privo di parassiti e malattie ed è particolarmente bello da inserire a bordo di uno stagno, o laghetto oppure all’interno di un giardino acquatico. Piantalo in acqua stagnante e ricorda che ha bisogno di luce.

Tifa

giunchi

©Ibrix/123rf

Le tife (Typha latifolia) o giunchi sono ideali per le libellule, che depongono spesso le uova in queste piante di palude e quando i giovani si schiudono, sono inclini a arrampicarsi sul gambo per riposare.

Questa pianta è sormontata da fiori marroni spessi, cilindrici e privi di petali. La tifa prospera davvero in aree calde e umide, con sole da pieno a parziale tutto l’anno.

Sagittaria nana

sagittaria nana

©Photomost/123rf

La Sagittaria nana (Sagittaria subulata pusilla) è la pianta da laghetto perfetta per le libellule. Si tratta di una pianta d’acqua dolce nota anche come punta di freccia a foglia di punteruolo, punta di freccia a foglia stretta, Hudson Sagittaria o Ribbon Wapato; si caratterizza per il colore verde brillante ed è simile all’erba.

Rudbeckia hirta

Rudbeckia hirta

©Imageforge/123rf

Le libellule amano alcune piante che prosperano in terreni più asciutti, e tra queste troviamo la bella e popolare Rudbeckia hirta o Susanna dagli occhi neri. Sebbene queste piante biennali amino il sole diretto, possono tollerare anche temperature invernali più rigide.

Joe-Pye Weed

joe pie weed

©Ibrix/123rf

Chiamalo radice di ghiaia, erba di tromba, radice di rene o il sempre popolare Joe-Pye: l’Eupatorium purpureum attrae moltissime libellule. I suoi adorabili fiori viola-rosa compaiono in piena estate fino all’autunno, e conferiscono un profumo dolce simile alla vaniglia. La pianta erbacea perenne ama il sole pieno o parziale, e il terreno umido e ben drenato.

Salvia dei prati

salvia dei prati

©Photodee/123rf

Le condizioni asciutte del terreno non significano necessariamente una carenza di libellule. Questi insetti, infatti, apprezzano anche la bella e rustica salvia dei prati (Salvia pratensis), che può sopportare la siccità e produrre ugualmente fiori viola appuntiti che attirano anche colibrì, farfalle e altri impollinatori.

Achillea

achillea

©Olgaivanovav/123rf

Se stai cercando una pianta a bassa manutenzione che attiri le libellule, l’achillea (Achillea millefolium) è perfetta.
Questa pianta può essere coltivata da semi o piante vive, purché riceva molto sole e calore. Robusta e resistente alle malattie, ti ricompenserà con bellissime fioriture in una varietà di colori; inoltre, l’achillea è nota per le sue proprietà medicinali. Può diventare invasiva, quindi frenala se cerca di propagare nel tuo giardino.

Borragine

borragine

©Mgequivalent/123rf

La borragine (Borago officinalis) deliziosa e resistente alla siccità può attirare diverse libellule. Si tratta di un’erba a crescita rapida e di facile manutenzione, che vanta fiori blu a forma di stella.

La borragine dovrebbe essere piantata all’inizio della primavera, per fiorire entro giugno. È anche un’erba commestibile dal gusto delicato perfetta come ingrediente nelle insalate estive.

(Leggi anche: Borragine: benefici, usi e controindicazioni della pianta che scaccia la tristezza)

Echinacea

Echinacea

©Zhann1999/123rf

L’echinacea (Rudbeckia subtomentosa) è una pianta erbacea perenne della famiglia delle margherite. Caratterizzata da lunghi petali gialli o viola, e un cono marrone-viola, su steli che crescono fino a 3 piedi di altezza, l’echinacea attirerà molte libellule. Questa pianta tollera le estati calde e umide e il terreno argilloso e sabbioso.

Echinacea gigante

echinacea gigante

©Conchitinarp/123rf

L’echinacea gigante (Rudbeckia maxima) è una pianta erbacea perenne, ha fiori vistosi che possono crescere fino a 6 pollici, con fino a 20 petali. Può tollerare una varietà di tipi di terreno: basta darle una posizione abbastanza soleggiata, ed evitare di annaffiarla eccessivamente.

Seguici su Telegram | Instagram | Facebook | TikTok |   Youtube

Ti potrebbe interessare:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Lingue e Civiltà Orientali presso l'Università degli Studi di Roma La Sapienza. Ha diversi anni di esperienza nella comunicazione digitale. Appassionata di beauty, fitness, benessere e moda sostenibile.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook