Mosca bianca: cos’è e come eliminare l’insetto parassita delle piante

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

La mosca bianca è un insetto parassita delle piante che si nutre della linfa presente nelle nervature delle foglie. Scopriamo cos'è, cosa causa alle nostre piante e, soprattutto, quali sono i rimedi più efficaci per eliminarla

La mosca bianca è un insetto parassita noto anche come aleuroide.

Ha origine tropicale anche se, grazie alla sua capacità di adattamento, riesce a sopravvivere anche in altri ambienti caratterizzati da una temperatura che va dai 27 ai 33°.

Questi insetti si diffondono molto facilmente, grazie anche alla loro alta capacità riproduttiva; basti pensare che una femmina di mosca bianca riesce a depositare tra le 150 e le 200 uova per volta.

Inoltre, possono riprodursi anche per 4 volte nell’arco di un anno e, dopo la deposizione delle uova, le larve nascono nell’arco di sole 24 ore.

Cos’è la mosca bianca delle piante?

La mosca bianca delle piante è un insetto parassita che si nutre della linfa presente nelle nervature delle piante.

Il suo aspetto ricorda quello delle farfalle, poiché hanno due ali lunghe circa 2 mm e attraverso cui volano e si spostano, un addome, una testa e 6 zampette.

Ciò che le caratterizza è la presenza sul corpo di una polvere protettiva e cerosa.

Quali sintomi hanno le piante attaccate da mosca bianca

La mosca bianca può attaccare diverse tipologie di piante, come alberi da frutta, ortaggi e fiori. Ciò che causa è ostacolare la fotosintesi clorofilliana, il processo cardine per la vita stessa delle piante.

Quando una pianta è attaccata dalla mosca bianca può presentare diversi sintomi, come:

  • caduta delle foglie
  • ingiallimento delle foglie.

Questo parassita produce una sostanza chiamata melata zuccherina, che a sua volta causa muffe furriginose che possono trasmettere virus e batteri letali.

Leggi anche: Popillia japonica: i trucchi e i consigli per proteggere orti e giardini dal coleottero killer

Come eliminare la mosca bianca

Le mosche bianche sono difficili da eliminare. Per farlo occorre prevenire la loro comparsa; come? Arieggiando la serra o l’ambiente dove si trovano le piante, in modo da evitare che la temperatura ambientale superiori i 27°.

Un altro rimedio è introdurre altri insetti predatori, come le coccinelle; oppure utilizzare rimedi naturali come l’aglio, il peperoncino e il sapone di Marsiglia in grado di allontanare i parassiti.

Non perderti tutte le altre nostre notizie, seguici su Google News e Telegram

Ti potrebbe interessare:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Lingue e Civiltà Orientali presso l'Università degli Studi di Roma La Sapienza. Ha diversi anni di esperienza nella comunicazione digitale. Appassionata di beauty, fitness, benessere e moda sostenibile.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook