I ghiacciai del Monte Bianco oggi e 100 anni fa. Il confronto è impressionante

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Alcune fotografie aeree scattate a distanza di un secolo ci mostrano i cambiamenti che hanno subito i ghiacciai del Monte Bianco. Il confronto tra vecchie e nuove immagini è davvero impressionante.

Ecco come sono cambiati i ghiacciai del Monte Bianco in un secolo. L’impressionante confronto tra vecchie e nuove immagini

Alcune fotografie aeree scattate a distanza di un secolo ci mostrano i cambiamenti che hanno subito i ghiacciai del Monte Bianco. Il confronto tra vecchie e nuove immagini è davvero impressionante.

Vi abbiamo da poco parlato della situazione del ghiacciaio Planpincieux (sempre sul Monte Bianco), adesso due ricercatrici dell’Università di Dundee in Scozia, Kieran Baxter e Alice Watterson, hanno scattato alcune foto ai 3 ghiacciai presenti sul versante francese della montagna più alta d’Europa. Esattamente le stesse che, 100 anni prima (nel 1919), aveva realizzato il pilota e fotografo svizzero, Walter Mittelholzer,  sorvolando la vetta a bordo di un biplano.

Le foto del prima e del dopo sono state messe a confronto per vedere quali modifiche hanno subito i ghiacciai in questo lasso di tempo. Come potete vedere, la situazione non è certo rosea.

ghiacciai-monte-bianco

Le ricercatrici scozzesi hanno realizzato gli scatti sorvolando il Monte Bianco nell’agosto scorso . Ma l’impresa non è stata per niente facile, per ottenere le immagini del ghiacciaio dei Bossons, la Mer de Glace e il ghiacciaio d’Argentiere sul versante francese, hanno dovuto infatti utilizzare una particolare tecnica, (monoplotting), per arrivare a triangolare con precisione la posizione della fotocamera nello spazio aereo.

Anche a vista le esperte si sono rese conto della perdita di ghiaccio rispetto al passato ma questa è state decisamente più chiara una volta confrontate le immagini nuove con quelle di un secolo fa.

Come ha dichiarato la dottoressa Baxter:

“La portata della perdita di ghiaccio è stata subito evidente quando siamo arrivati in quota ma è solo mettendo le foto una accanto all’altra che i cambiamenti degli ultimi cento anni sono diventati visibili. È un’esperienza che toglie il fiato e spezza il cuore, soprattutto sapendo che lo scioglimento ha accelerato in maniera massiccia negli ultimi decenni”.

ghiacciai-monte-bianco

In seguito a questa esperienza il commento amaro delle ricercatrici è stato il seguente:

“A meno che non riduciamo drasticamente la nostra dipendenza dai combustibili fossili, rimarrà poco ghiaccio da fotografare tra altri cento anni”

Come sappiamo i ghiacciai si stanno sciogliendo in maniera molto veloce in tutto il mondo: vi abbiamo parlato della Groenlandia, del Monte Rosa, dell’Alaska e anche del cosiddetto Terzo Polo. Insomma, una situazione davvero critica e uno scenario molto preoccupante per tutti noi!

Leggi anche:

Francesca Biagioli

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Francesca Biagioli è una redattrice web che si occupa soprattutto di salute, alimentazione naturale, consumi e benessere olistico. Laureata in lettere moderne, ha conseguito un Master in editoria

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook