Questa è la lista delle ondate di caldo più estreme mai registrate (e dovrebbe farci riflettere molto bene)

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Un team di scienziati ha identificato le ondate di caldo più estreme mai registrate a livello globale nel corso degli ultimi 60 anni: sono i campanelli d'allarme (rimasti inascoltati) della crisi climatica

Ecco il carrello smart per la spesa

Negli ultimi due la popolazione dell’India e del Pakistan sta facendo i conti con un caldo a dir poco infernale. Nel subcontinente indiano il termometro ha sfiorato i 50°. Il caldo anomalo e soffocante sta mettendo in ginocchio il settore agricolo e a rischio la vita di un milione di persone.

Purtroppo questi eventi stanno diventando sempre più ricorrenti, come evidenziato dagli scienziati. Proprio in questi giorni è stato pubblicato un nuovo studio, guidato dall’Università di Bristol, che prevede che le ondate di calore saranno via via più frequenti. Si tratta di uno dei numerosi campanelli d’allarme della crisi climatica, che l’umanità ha ignorato per decenni. In realtà queste ondate di caldo non sono un fenomeno poi così recente, anche se negli ultimi anni stanno destando maggiore preoccupazione.

Le ondate di caldo record degli ultimi decenni

Ma quali sono state le più estreme in assoluto? Secondo quanto emerso dalla ricerca inglese, le ondate di caldo più estreme della storia degli ultimi 60 anni sono state otto. L’ultima in ordine temporale è quella registrata nella Colombia Britannica (Canada) lo scorso 29 giugno, quando i termometri hanno segnato 49,6 °C nella cittadina di Lytton. In America le temperature proibitive hanno provocato centinaia di vittime e devastanti incendi.

La recente ondata di caldo in Canada e negli Stati Uniti ha scioccato il mondo. – commenta la scienziata del clima Dr Vikki Thompson dell’Università di Bristol – Eppure mostriamo che negli ultimi decenni ci sono stati alcuni estremi ancora più grandi. Utilizzando i modelli climatici, scopriamo anche che è probabile che gli eventi di caldo estremo aumenteranno di magnitudo nel prossimo secolo, alla stessa velocità della temperatura media locale.

ondate caldo record

©Science Advances

Quando e dove si sono registrate le altre ondate di calore record che dovrebbero spingerci a una riflessione?

  • nel mese di giugno del 1969 nello Yukon (Canada) i termometri hanno segnato 27.3 °C
  • nel mese di luglio 1980 negli Stati Uniti (Alabama, Florida, Georgia e Mississippi) le temperature sono salite fino a 38,4 °C
  • nel mese di novembre del 1985 è stata registrata la temperatura record di 36,5 °C  in Brasile
  • nel mese di aprile del 1998 nel Sud-est asiatico i termometri hanno segnato 32,8 °C
  • nel mese di luglio in Alaska le temperature sono arrivate fino a 23,8 °C
  • nel mese di gennaio 2019 in Perù è stato raggiunto il record di 23 °C
  • nel mese di ottobre 2020 in Brasile i termometri hanno segnato 36,7 °C

Oltre ad essere causa di siccità, incendi e squilibri negli ecosistemi, il calore estremo rappresenta una minaccia per la salute dell’uomo, come sottolineato dagli autori dello studio.

Il cambiamento climatico è uno dei più grandi problemi di salute globale del nostro tempo e abbiamo dimostrato che molte ondate di caldo al di fuori del mondo sviluppato sono passate in gran parte inosservate. – conclude il professor Dann Mitchell, docente presso l’Università di Bristol – A livello nazionale il fenomeno può provocare  migliaia di morti e i Paesi che sperimentano temperature al di fuori del loro range normale sono i più suscettibili a questi shock.

Seguici su Telegram Instagram | Facebook TikTok Youtube

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Media, comunicazione digitale e giornalismo all'Università La Sapienza, ha collaborato con Le guide di Repubblica e con alcune testate siciliane. Appassionata da sempre al mondo del benessere e del bio, dal 2020 scrive per GreenMe

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook