surf casa2

Una volta era un sonnolento villaggio di pescatori, ma Punta del Diablo, in Uruguay, è diventata da tempo una meta di vacanza molto apprezzata da uruguayani e argentini. È qui che, tra le dune di sabbia e le onde dell'oceano, che la Surfer Victoria Gonzales ha costruito la struttura ricettiva dei suoi sogni (e non solo dei suoi!).

huacachina peru cover

Huacachina è una vera e propria oasi nel deserto, situata nel sud-ovest del Perù, nella provincia di Ica. La sua popolazione conta poco più di 100 abitanti. Il villaggio è stato costruito attorno ad un piccolo lago naturale formatosi nel deserto peruviano. Per questo motivo Huacachina viene chiamata Oasi d'America.

cenotes

Penisola dello Yucatan, Messico. Qui sorgono i Cenotes, dei particolari pozzi naturali che creano degli scorci suggestivi. Alcuni oggi sono diventati delle 'piscine' pubbliche, ma altri possono essere ammirati solo da lontano per non alterarne il delicato equilibrio. Come nascono?

neuquen

"Viaggiare è come avere occhi nuovi", scrisse Prust, ed è proprio così che mi sento ogni volta che intraprendo un nuovo viaggio. Quest'anno ho approfittato delle vacanze di Natale per lasciare a casa il freddo e tornare in piena estate attraversando con Nicolas l'oceano ed atterrando a Buenos Aires, Argentina.

Casa-del-Arbol-swing3

Dondolare su un precipizio, attaccati a una vecchia altalena. È un'esperienza assolutamente unica, e senza dubbio, spericolata, quella che si può fare nei pressi di Baños, in Ecuador, dove c'è la Casa del Arbol.

el angel reserve

El Angel è un piccolo villaggio dell'Ecuador, situato nella provincia di Carchi, al confine con la Colombia e a circa 170 chilometri da Quito, la capitale. Questa località, in cui si trova una riserva naturale, rappresenta un vero e proprio paradiso della biodiversità.

goncalo-de-carvalho4

Si trova a Porto Alegre, capitale dello stato brasiliano del Rio Grande do Sul, sulla Lagoa dos Patos, la strada più bella del mondo. È Rua Gonçalo de Carvalho, una via di 500 metri affiancata da alberi su entrambi i lati, che con le loro 100 chiome formano un tunnel affascinante e un'oasi verde in mezzo alla città.

LagunaTorre

Scalo a Buenos Aires, dove, dopo un giro di milonga faccio il biglietto per la ruta 40 austral. Dopo 22 ore e la notte a Bariloche, 1° trek: un circuito a "O" sulla ruta dei 7 Lagos. Cessata la pioggia, apprezzo il paesaggio dipinto di verde, con laghi e fiumi giganteschi. Al ritorno, nella spoglia steppa patagonica, avvisto i guanaco, parenti dei lama.

Rio

Boca do Juma. Con sottili dita indugia sui denti della lampo, gli occhi tondi colpiti dal sole, le vibrisse all'indietro: 10 cm di cicala amazzonica mi son atterrati sullo zaino, evocazione dell'origami di palma, dono di Alan, la nostra guida.

Sottocategorie

Cerca

Social