Raucedine

Voce alterata, bassa o cavernosa, che, nel peggiore dei casi, tende anche a scomparire (afonia): la raucedine è una condizione anomala, ma benigna, che può interessare la nostra voce ed è caratterizzata soprattutto dalla difficoltà ad emettere suoni vocali limpidi. Ma quali sono le cause e come si cura la raucedine con rimedi naturali?

La raucedine può essere un disturbo isolato, ma spesso si presenta anche come sintomo associato a tosse, difficoltà alla deglutizione, febbre e a difficoltà respiratorie.

Alterazione che può conoscere diversi livelli di gravità ed è sintomo di una patologia più complessa sviluppatasi a carico della laringe, quel che è certo è che la raucedine è da considerarsi un segno sintomatico e non una vera e propria malattia.

Cos’è la raucedine

Si tratta di una limitazione dei suoni gravi della voce caratterizzato soprattutto da un abbassamento progressivo o improvviso del tono.

Generalmente la raucedine è un disturbo di natura benigna, che può andare in concomitanza con altri sintomi quali la tosse, febbre e difficoltà nella respirazione.

Quella caratteristica condizione di voce alterata o di totale afonia è nella maggioranza dei casi dovuta a un’infiammazione a carico delle prime vie aeree, a una laringite, a un semplice raffreddore, ma anche a una tracheite, a una faringite o a una sinusite.

È più raro che il sintomo rappresenti un campanello d’allarme per patologie di maggior gravità, come una bronchite o, peggio, una polmonite, oppure un fenomeno asmatico, potendo arrivare anche alla presenza di lesioni di natura neoplastica (cancro, polipi o noduli).

È ovvio, quindi, che se la raucedine dura più a lungo, è bene consultare un medico e che le condizioni di emergenza che possono verificarsi possono essere individuate in:

  • gravi disturbi della respirazione o difficoltà a deglutire
  • perdita di saliva, soprattutto nel bambino piccolo
  • manifestazione dei sintomi in un bambino di meno di tre mesi di vita
dolore raucedine

Cause della raucedine

Virus o infiammazioni e abusi vocali sono le prime cause di raucedine.

In via generale, la raucedine è infatti dovuta ad affezioni virali che solitamente si risolvono spontaneamente entro due settimane. Ma anche un uso/abuso troppo intenso o prolungato della propria voce potrebbe essere una causa.

Ci sono poi altri fattori che potrebbero provocare la raucedine, come:

  • reflusso gastroesofageo
  • infiammazioni o infezioni delle corde vocali
  • tosse cronica
  • alcuni tipi di allergie
  • inalazione di sostanze tossiche o irritanti per la gola
  • consumo eccessivo di tabacco
  • abuso di bevande alcoliche
  • uso eccessivo e distorto della voce
  • pianto prolungato (nei bambini)
  • infezioni delle vie respiratorie (come tonsillite, laringite e bronchite)

Sull'argomento potrebbero interessarti anche:

Tra altre cause meno frequenti di raucedine si annoverano:

  • lesioni o irritazioni alla gola provocate da procedure di intubazione tracheale o broncoscopia
  • danni a nervi e muscoli determinati da traumi o interventi chirurgici
  • uso inalatorio prolungato di alcuni farmaci corticosteroidei
  • oggetti estranei nell’esofago o nella trachea
  • modifiche nella laringe durante la pubertà
  • ipotiroidismo
  • neoplasie a carico della ghiandola tiroidea
  • disfunzioni endocrine
  • alterazioni alle corde vocali
  • cancro ai polmoni
  • aneurisma dell’aorta superiore (dilatazione patologica dell’aorta)

Sintomi

sintomi raucedine

La presenza di un insieme di sintomi determinerà la gravità della raucedine. In genere i sintomi principali sono:

  • tosse
  • mal di gola
  • difficoltà a deglutire, a causa di macchie bianche che ricoprono le tonsille o la gola
  • desiderio frequente di raschiare la gola
  • congestione nasale

Sull'argomento leggi anche:

Altri sintomi sono:

  • perdita immotivata di peso
  • dolore localizzato a livello auricolare (otalgia)
  • difficoltà respiratorie
  • linfonodi ingrossati
  • febbre
  • bruciore di stomaco
  • disturbi dell'equilibrio o della coordinazione
  • dolore al torace
  • emottisi, ossia l'emissione di sangue dalle vie respiratorie, spesso attraverso un colpo di tosse
  • nodulo persistente alla gola

Come alleviare l’alterazione di voce

Un po’ di voce “a riposo”, tanta pazienza e qualche accortezza per lo stato influenzale faranno passare la raucedine in tempi ragionevoli. Di contro, se la raucedine persiste per settimane o comunque per troppo tempo, rivolgetevi a un esperto e indagate su cause più specifiche.

Ecco pochi semplici accorgimenti per alleviare i sintomi della raucedine:

  • bere tanto, per mantenere la gola umida e lubrificare le corde vocali
  • tenere a riposo le corde vocali, non gridare e non sussurrare
  • non raschiare la gola
  • umidificare gli ambienti
  • evitare il fumo
  • non esporsi agli antigeni dell’ambiente, come le sostanze irritanti o polvere
  • evitare decongestionanti che, spesso, irritano o seccano la gola
  • ridurre o eliminare l’assunzione di farmaci per il contrasto ai bruciori e alla acidità di stomaco

Rimedi naturali contro la raucedine

gargarismi

In caso di raucedine da raffreddamento, quello che bisogna fare è mirare a lenire e a disinfettare la gola infiammata. Oltre a bere molti liquidi, favorite l’espulsione del catarro e mantenete le corde vocali ben idratate.

Nel decorso dell’infiammazione vi possono tornare utili alcuni rimedi naturali come:

Gargarismi

 

Con acqua tiepida e una punta di bicarbonato, sono utili per disinfettare il cavo orale. Utili in questo caso anche il limone e del basilico in acqua tiepida.

Fumenti e suffumigi

Soprattutto nel caso in cui il mal di gola sia associato tosse, i fumenti e suffimigi sono un rimedio naturale ideale. Si possono fare semplicemente con una bustina di camomilla e un cucchiaio di bicarbonato, anche più volte al giorno.

Erisimo

In tintura madre, tisana o sciroppo, l'erisimo è una pianta della famiglia delle Brassicaceae o Cruciferae conosciuta anche come erba dei cantanti e il perché si capisce facilmente: allevia le infiammazioni della gola, in particolare proprio della raucedine e dell'abbassamento della voce, ma anche irritazioni dovute al troppo fumo.

Zenzero

Dalle proprietà disinfettanti e antinfiammatorie la tisana allo zenzero, unita a un po' a cannella e a chiodi di garofano, può essere un ottimo rimedio contro la raucedine. Per alleviare la sensazione di fastidio in gola, può essere utile anche masticare un pezzettino di radice fresca o uno zenzero candito.

Oli essenziali

Contro la raucedine prezioso è l’olio essenziale di cipresso, da mescolarne una goccia con un cucchiaino di sciroppo d’acero e il tutto in un infuso di timo. Ottimo anche l’olio essenziale di eucalipto.

Miele

Da prendere puro o disciolto in acqua, in una tisana e nel latte caldo. Si può anche assumere un cucchiaio di miele sul quale spruzzare del succo di limone. Tra le tipologie di miele più consigliate amiche del tratto respiratorio ci sono il miele di eucalipto e il miele di manuka.

sai cosa compri
dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
seguici su facebook
festival scirarindi
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram