vitamina d gravidanza autismo

La vitamina D in gravidanza riduce il rischio di autismo nei bambini. Un nuovo studio australiano sottolinea l’importanza della vitamina D in gravidanza e ha individuato un legame tra carenza di vitamina D e autismo.

Secondo i ricercatori un livello basso di vitamina D durante la gravidanza aumenta il rischio di mettere al mondo bambini che presenteranno tratti di autismo verso l’età di 6 anni. Il riferimento è ad un livello basso di vitamina D a 20 settimane di gravidanza.

Lo studio in questione è stato condotto dal Brain Institute dell'University of Queensland in collaborazione con l’Erasmus Medical Center in Olanda. I ricercatori hanno analizzato 4200 campioni di sangue prelevati da donne in gravidanza e dai loro bambini.

Leggi anche: VITAMINA D: SINTOMI E CONSEGUENZE DI UNA CARENZA

Sono stati segnalati come carenti i campioni con un livello di vitamina D inferiore a 25 nmol/L. Secondo il neurologo John McGrath si possono associare bassi livelli di vitamina D e problemi nello sviluppo neurologico.

Leggi anche: VITAMINA D: L'IMPORTANZA DEL SOLE E I MITI DA SFATARE

La raccomandazione degli esperti per le donne in gravidanza è di tenere sotto controllo i livelli di vitamina D e di assumere degli integratori per scongiurare le carenze. Ora i medici consigliano sempre alle donne in gravidanza di assumere acido folico per ridurre il rischio di spina bifida e nello stesso modo assumere vitamina D potrebbe ridurre il rischio di autismo e di disturbi neurologici nel nascituro.

Leggi anche: VITAMINA D: 6 BUONI MOTIVI PER FARNE SCORTA E COME

Uno dei modi più semplici per permettere al nostro organismo di fare scorta di vitamina D è l’esposizione al sole ma non sempre essa avviene in modo sufficiente, dunque è sempre bene farsi consigliare dal medico una dieta adatta da seguire e assumere un integratore in caso di carenze.

La carenza di vitamina D potrebbe avere delle conseguenze da non sottovalutare sia negli adulti che nei bambini, ad esempio l’insorgenza dell’ansia e della depressione. Come sempre una vita sana e una giusta alimentazione sono le chiavi per il benessere e per la prevenzione, ancora di più se pensiamo alle nuove vite che nasceranno. Lo studio sulla carenza di vitamina D in gravidanza è stato pubblicato sulla rivista scientifica Medical Psychyatry.

Marta Albè

monge

Monge

20 cose che il tuo cane e gatto non dovrebbero mai mangiare

plt energy

PLT puregreen

I vantaggi di scegliere un operatore di energia da fonti rinnovabili

sai cosa compri
dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
seguici su facebook
manifesto
banner calendario
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram