Rosa canina: proprietà, benefici e utilizzi come rimedio naturale

rosa canina

La rosa canina è un potente rimedio naturale. Le bacche di rosa canina sono falsi frutti di colore rosso che crescono su un arbusto cespuglioso. La raccolta delle bacche di rosa canina avviene in autunno e in inverno.

L’assunzione dei rimedi naturali a base di bacche di rosa canina è consigliata in autunno per prevenire i tipici malanni invernali e in inverno a scopo curativo.

È interessante sapere che le bacche di rosa canina vengono utilizzate sia come rimedio naturale che in cucina, ad esempio per la preparazione di tisane e di marmellate o liquori.

Rosa canina, proprietà e benefici

Le bacche di rosa canina sono una fonte di vitamina C, che aiuta a rafforzare il nostro sistema immunitario e a migliorarne il funzionamento ma che è anche benefica per la pelle. Per beneficiare del contenuto di vitamina C di questo alimento, è bene optare per le bacche di rosa canina fresche.

Per uso erboristico e per preparare le tisane di solito le bacche di rosa canina vengono essiccate e sminuzzate. Le bacche di rosa canina contengono anche vitamine del gruppo B, con particolare riferimento alla vitamina B2 e alla vitamina B1, oltre a vitamina K e vitamina P.

Le loro applicazioni riguardano soprattutto il trattamento dei dolori articolari e la prevenzione di tosse e raffreddore. Le bacche di rosa canina presentano anche proprietà antinfiammatorie che le rendono utili per mantenere in equilibrio e in salute il nostro organismo.

Riassumiamo proprietà e benefici della rosa canina.

  • Fonte di vitamina C
  • Rafforza il sistema immunitario
  • È benefica per la pelle
  • Fonte di vitamine del gruppo B
  • Alleviare i dolori articolari
  • Prevenire tosse, raffreddore e influenza
  • Proprietà antinfiammatorie
  • Benefica per le vie urinarie
  • Benefica per le vie respiratorie
  • Prevenire e alleviare il mal di gola
  • Proprietà depurative
  • Proprietà immunomodulanti 

Leggi anche: ROSA CANINA: ANTINFIAMMATORIA, DEPURATIVA E IMMUNOMODULANTE

Rosa canina, utilizzi

Gli impieghi delle bacche di rosa canina riguardano sia le bacche fresche che le bacche essiccate. Preparare una tisana di bacche di rosa canina e assumerla regolarmente può essere utile già ai primi sintomi di raffreddore, influenza, tosse o mal di gola per cercare di evitare che le vostre condizioni di salute si aggravino.

Se raccogliete le bacche di rosa canina fresche, fate attenzione al modo corretto in cui consumarle. Aprite ogni bacca suddividendola in due parti ed eliminate i semi e la peluria presente, dato che possono risultare irritanti. Risciacquate bene le bacche di rosa canina sotto l’acqua corrente. A questo punto potrete mangiare i frutti così come sono oppure utilizzarli subito per preparare una macedonia di frutta fresca o un frullato.

Le bacche di rosa canina sono adatte anche alla preparazione di estratti e centrifugati. Ad esempio per fare il pieno di vitamine potrete unire una manciata di bacche di rosa canina fresca ad una mela e ad una carota per ottenere una bevanda ricca di vitamine.

Si tratta di un rimedio naturale molto antico utilizzato fin dal Medioevo e in seguito riscoperto dall’erboristeria occidentale. Le bacche di rosa canina vengono consigliate anche per la loro azione diuretica e per alleviare le infiammazioni gastrointestinali.

Riassumiamo gli utilizzi della rosa canina.

  • Preparare tisane, infusi e decotti
  • Marmellate fatte in casa alla rosa canina
  • Preparare estratti e centrifugati
  • Preparare rimedi naturali diuretici
  • Preparare rimedi naturali per le infiammazioni gastrointestinali
  • Macedonie di frutta fresca
  • Frullati fatti in casa 
  • Gelatine e composte di rosa canina
  • Sciroppo alla rosa canina 

Leggi anche: ANDAR PER PIANTE SELVATICHE: ROSA CANINA, UN PIENO DI VITAMINA C

bacche di rosa canina

Tisana alla rosa canina

Preparare una tisana con le bacche di rosa canina è molto semplice. Possiamo fare essiccare delle bacche di rosa canina fresche oppure acquistarle già essiccate in erboristeria. Se le bacche di rosa canina essiccate sono intere, sminuzziamole prima di preparare la tisana.

  • 250 ml d'acqua
  • 2 cucchiaini di bacche di rosa canina essiccate

In un pentolino riscaldiamo 250 millilitri d’acqua e portiamola ad ebollizione. Aspettiamo che la temperatura dell’acqua scenda leggermente e versiamola in una tazza insieme a 2 cucchiaini di bacche di rosa canina essiccate e sminuzzate. Lasciamo in infusione le bacche di rosa canina per 5-10 minuti. Poi filtriamo e beviamo la nostra tisana. Le dosi consigliate di solito sono di 1 o 2 tazze al giorno ma il vostro erborista vi saprà dare maggiori indicazioni sulla base del problema da affrontare.

bacche di rosa canina tisana

Marmellata alla rosa canina

  • 500 gr di bacche di rosa canina fresche 
  • 250 gr di zucchero di canna integrale

Se avrete la possibilità di raccogliere bacche di rosa canina in abbondanza, provate a preparare una marmellata. La marmellata di bacche di rosa canina secondo le ricette più diffuse richiede di utilizzare lo zucchero bianco durante la preparazione, ma potrete provare a sostituirlo con lo zucchero di canna integrale. Calcolate di utilizzare 250 grammi di zucchero di canna integrale per 500 gr di bacche di rosa canina fresche. Potete insaporire la vostra marmellata con un cucchiaino di bacca di vaniglia in polvere bio. Qui una ricetta da cui prendere spunto.

marmellata rosa canina

Rosa canina, dove trovare le bacche 

Quando non abbiamo a disposizione delle bacche di rosa canina fresche, possiamo acquistare quelle essiccate in erboristeria. Chi ha a disposizione un essiccatore può provare ad essiccare le bacche di rosa canina fresche per averle a portata di mano anche durante il resto dell’anno. Possiamo raccogliere le bacche in zone di campagna lontane dal traffico.

Rosa canina, controindicazioni

Esistono controindicazioni all’assunzione di bacche di rosa canina? Tutti dovrebbero fare attenzione a non superare le dosi consigliate nell’assunzione di integratori a base di bacche di rosa canina per evitare un sovraddosaggio.

  • Non superare le dosi consigliate dal medico e dall'erborista
  • Evitare il sovraddosaggio
  • Allergia alla rosa canina
  • Ipersensibilità alla rosa canina
  • Precauzioni in gravidanza e allattamento

Le persone che sanno di essere allergiche o ipersensibili alla rosa canina non dovrebbero assumere questo rimedio naturale. In gravidanza e allattamento meglio chiedere maggiori informazioni al proprio medico prima di assumere qualsiasi rimedio, comprese le bacche di rosa canina, gli integratori, le tinture e le tisane a base di questo ingrediente. Per maggiori informazioni su benefici e controindicazioni delle bacche di rosa canina consultate sempre il vostro erborista di fiducia.

Marta Albè

Fonte foto: Square Space