Blue Monday: oggi e' il giorno più triste dell'anno

blue monday

Il risveglio questa mattina è stato più faticoso del solito? Forse una spiegazione c'è. Oggi è il Blue Monday, il giorno più triste dell'anno. Non si tratterebbe dunque di un lunedì come un altro, una giornata un po' difficile per alcuni, soprattutto per chi durante il fine settimana può godersi un paio di giorni di riposo.

Cliff Arnall, psicologo dell'Università di Cardiff, ha calcolato con precisione, tramite un'equazione, che il terzo lunedì di gennaio rappresenta il giorno dell'anno in cui ci sentiamo più tristi e magari un po' "depressi".

Come mai si parla di Blue Monday? Le motivazioni sono molto semplici: dal punto di vista meteorologico spesso questa giornata si rivela grigia e uggiosa, la mattina presto è ancora buio, la motivazione è in calo e non si ha molta voglia di darsi da fare rispetto ai propri impegni, inoltre si inizierebbe a fare i conti con i propri debiti.

Dobbiamo preoccuparci? È davvero matematico sentirsi tristi il terzo lunedì di gennaio? In realtà pare che i calcoli effettuati non abbiano un granché di scientifico, anzi. Il Blue Monday, infatti, sarebbe legato ad un'idea di un'agenzia pubblicitaria per incrementare il desiderio di mettersi in viaggio dopo le vacanze natalizie, magari durante il weekend, per sconfiggere un certo senso di tristezza e demotivazione.

In Gran Bretagna il Blue Monday verrebbe preso davvero sul serio, tanto che il terzo lunedì di gennaio sarebbe il giorno dell'anno in cui viene rilevato il maggior assenteismo dal lavoro. Colpa della meteoropatia o un semplice caso?

Psicologi ed esperti in occasione di questa giornata particolarmente "triste" sono pronti a dispensare consigli su come superare il Blue Monday. Ad esempio dovremmo cercare di iniziare la giornata facendo una bella passeggiata e un po' di esercizio fisico, approfittare del lunedì per dare una svolta alle nostre abitudini alimentari, mangiando cibo più sano, allegro e colorato, e cercare di essere più socievoli e sorridenti nei confronti degli altri. Del resto, si sa, il sorriso è contagioso e può aiutarci a sentirci meglio anche quando le nostre giornate non sono esattamente al top.

Marta Albè

Leggi anche:
Mal di primavera: 2 milioni gli italiani colpiti
Erba mate, il rimedio argentino contro la stanchezza primaverile
Depressione: in inverno aumenta soprattutto tra le donne