Microgen/Shutterstock

L’estate è la stagione che ci ricorda di amare la vita (e di rallentare)

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Oggi è il solstizio d’estate che segna l’inizio della bella stagione. Un periodo dell’anno che invita a riflettere, a riappropriarsi della propria vita, è un momento che celebra la lentezza e che coinvolge tutti i nostri sensi.

Questo è il momento di rallentare, non per evitare di sudare ma anche per pensare e apprezzare ciò che ci circonda: l’estate ci insegna ad essere pienamente svegli, impegnati e aperti a tutto ciò che ci circonda. Un invito a stare all’aria aperta, complice anche il fatto che adesso anche in Italia le restrizioni legate al covid si stanno allentando.

L’estate è la stagione del relax e della ricerca della felicità

L’estate ci spinge a uscire, a stare all’aria aperta, a viaggiare per ammirare le bellezze del nostro paese e quelle degli altri stati del mondo ma è anche la stagione del relax e della ricerca della felicità. E se c’è stata un’estate nella nostra vita che ci fa sentire il sapore della libertà, ancor più che in passato, è certamente questa, mentre usciamo dal nostro stato di letargo pandemico.

Che sia un tutto al mare, una passeggiata in un bosco o in un parco, i nostri sensi sono pronti ad accogliere tutto quello che ci circonda: i profumi, i mille sapori della dissetante frutta di stagione.

L’estate è un invito ad apprezzare la vita, che è preziosa

L’estate è uno stato d’animo. Qualunque cosa facciamo durante i suoi pochi mesi, è la stagione in cui molti dei nostri ricordi più profondi vengono forgiati. Essa gioca un ruolo da protagonista nel mulinello della nostra infanzia e ci porta spesso a tornare nei luoghi in cui siamo cresciuti, riscoprendo persone, tradizioni, momenti dimenticati. L’estate è piena di semplici piaceri all’aperto, come la sensazione di sole e vento sulle braccia e sulle gambe, appena scoperti.

Questo è il momento di stare all’aperto il più a lungo possibile, meglio se immersi nel verde. Prendiamoci cura del giardino, arrampichiamoci sugli alberi, nuotiamo tra le onde, mangiamo all’aperto, facciamo una passeggiata al tramonto e ammiriamo sotto le stelle.
 
 La vita corre troppo veloce, i giorni passano ed è questo il momento di rallentare e di apprezzare ciò che ci circonda.

LEGGI anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.
Seguici su Instagram
Seguici su Facebook