Biblioteca del Viaggiatore: la libreria dove prima leggi gratis e poi… parti!

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Per ogni libreria che chiude, ce n’è almeno un’altra che prende vita e in una città culturalmente fervida come Napoli quello dei libri e dell’editoria rimane un filone cui non si vuole rinunciare. Lo sanno bene le piccole botteghe del centro e le librerie indipendenti che ancora resistono, lo sa bene chi ha voluto unire il mondo magico dei libri a quello dei viaggi.

Lui è Luca Ferrari, travel agent dal 1980, che ha aperto a via Carlo Poerio 98 – quartiere Chiaia di Napoli – la Biblioteca del Viaggiatore, una meravigliosa selezione di volumi disponibile praticamente a costo zero, col nobile obiettivo di offrire saggi e romanzi e stimolare in qualche modo i lettori alla conoscenza di luoghi da visitare.

L’idea di Luca è molto semplice: editori, e non solo, che vogliano contribuire a far crescere la libreria donano libri legati al tema del viaggio. Opere letterarie o volumi tascabili che aprano la mente e il cuore verso un posto nuovo, o magari verso il suo popolo e le sue tradizioni.

E poi? Succede il bello e il meraviglioso: tutti i libri sono disponibili gratuitamente e “si candidano ad essere compagni di viaggio ideali per poi essere restituiti alla biblioteca quando si rientra a casa”, come racconta Luca.

Una sorta di noleggio, quello più bello e nobile che possa esserci: quello di un libro che potrai poi lasciare ad altri, perché quegli altri ne assorbano le trame e ne facciano tesoro quanto te. E poi ancora e ancora, in una catena virtuosa di viaggi e di pensieri.

biblioteca viaggiatore napoli

©Luca Ferrari/Archivio

biblioteca viaggiatore napoli

©Luca Ferrari/Archivio

Viaggiatori veri o virtuali e non solo: qui, non solo si parte per un cammino tra volumi fotografici o guide di città fantastiche, ma anche docenti e studiosi potranno trovare spunti e riflessioni e un’occasione in più per lanciarsi verso latitudini ancora da scoprire.

La dice lunga la mostra letteraria che Luca inaugurerà in primavera e di cui è curatore: “La Patagonia di Chatwin – La Patagonia di Hugo Pratt”, che metterà insieme, tra l’altro, gli scatti dello scrittore e viaggiatore britannico.

La biblioteca è in un cortile di un antico palazzo di una Napoli capace di volare alto, di entrare nelle cose e farle belle. “Al momento… molti libri sono in viaggio ed anche le due librerie di castagno che mi hanno fatto degli artigiani in Calabria sono in ritardo ed arriveranno solo la prossima settimana”, ci confessa Luca, occhi fieri di chi sta facendo la cosa che più gli piace.

biblioteca del viaggiatore napoli

©Luca Ferrari/Archivio

Complimenti Luca, un sacco di nuovi viaggi partiranno presto dalla tua biblioteca!

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista, laurea con lode in Scienze Politiche, un master in Responsabilità ed etica di impresa e uno in Editing. Scrive per Greenme.it dal 2009. È volontaria Nati per Leggere in Campania.
Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante

Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook