Scoperto antichissimo palazzo in Messico risalente a oltre 2mila anni fa

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Un antichissimo palazzo è stato riportato alla luce in Messico. Secondo i due scienziati che lo hanno scoperto, la sua datazione rimanda a circa 2.100-2.300 anni fa, ancora prima degli Aztechi. Lo straordinario ritrovamento si trova a El Palenque nella valle di Oaxaca.

Quello di Palenque, in uso tra 300 e 100 aC, secondo i due scienziati è il più antico palazzo multifunzionale di Oaxaca.

Palazzo di governo e residenza del sovrano

Il palazzo, con un’area di circa 2800 mq, era multifunzionale perché il principe viveva lì e sempre lì esercitava il suo governo. C’era un’area che fungeva da residenza per il sovrano e la sua famiglia, il tutto arricchito da splendidi cortili. Una seconda area era occupata dagli edifici in cui i funzionari governativi si incontravano e discutevano di affari pubblici.

Secondo le ricostruzioni, era formato da un cortile d’ingresso che fungeva da area di smistamento dei visitatori. Una scala centrale permetteva l’accesso al palazzo residenziale del sovrano, che si trovava nella parte più alta.

LEGGI anche: NAICA, LA SPETTACOLARE GROTTA DEI CRISTALLI MESSICANA (FOTO)

“Uno dei cortili del palazzo residenziale probabilmente serviva come sala del trono dove il sovrano probabilmente incontrava i suoi consiglieri per prendere le decisioni, ma si partecipava anche alle celebrazioni e si eseguivano sacrifici rituali”, spiegano Elsa M. Redmond e Charles Spencer, i due

Attenzione al recupero delle acque e ai rifiuti

Secondo i ricercatori, nell’area era presente un sistema di cisterne per la raccolta dell’acqua piovana nei quartieri residenziali e degli scarichi scolpito nella pietra per portare acqua dolce e rimuovere i rifiuti.

palazzo messico2

LEGGI anche: I MERAVIGLIOSI MURALES AZTECHI DELL’UNIVERSITÀ MESSICANA (FOTO

LEGGI anche: IGUANERIO ARCHUNDIA: IL MERAVIGLIOSO SANTUARIO DELLE IGUANE IN MESSICO (VIDEO)

Francesca Mancuso

Foto: Elsa M. Redmond and Charles Spencer

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.
Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Naturale Bio

Tè matcha per restare in forma: come introdurlo nella propria dieta

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook