Come coltivare i girasoli in vaso

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

I girasoli sono uno dei più allegri simboli dell’estate. Se li amate, potreste provare a coltivarli in vaso a partire dai semi. I semi di girasole sono facilmente reperibili sia nei negozi di prodotti biologici che nei punti vendita per il giardinaggio. Le varietà di girasoli più adatte ad essere coltivate in vaso sono quelle ornamentali.

Potrete decidere di piantare i vostri semi di girasole direttamente in vaso già da questo momento per poter vedere il vostro girasole fiorire tra agosto e settembre. Procuratevi dunque un vaso dal diametro di 15-20 centimetri e preparatelo per la semina. Ricopritene il fondo con uno strato di palline di argilla espansa e colmatelo con del terriccio fino a circa tre centimetri dal bordo. I periodi ideali per la semina dei girasoli sono la primavera e l’inizio dell’estate.

Al centro del vaso create una fossetta poco profonda (3 o 4 centimetri) dove riporre tre semi di girasole, per aumentare le possibilità di successo. Poi potrete selezionare la piantina più resistente, di cui seguire la crescita. Coprite i semi con la quantità di terriccio necessaria a livellare la superficie e inumidite con uno spruzzino. Dopo circa una settimana dovreste vedere spuntare i primi germogli.

Durante la crescita dei germogli, cercate di non posizionare direttamente il vaso in pieno sole. Quando la piantina di girasoli si sarà sviluppata e avrà raggiunto un’altezza di almeno 10-15 centimetri, invece, potrete spostarla in pieno sole. Sarà sorprendente poter seguire il comportamento dei girasoli rispetto alla posizione del sole. I fiori ruoteranno seguendo la direzione dei suoi raggi, alla ricerca di luce diretta.

I girasoli richiedono annaffiature piuttosto frequenti. Annaffiate almeno ogni due giorni, sia la mattina presto che la sera. Siate creativi nella scelta dei vostri vasi. Non limitatevi ai comuni vasi di plastica, ma provate ad utilizzare cassettine in legno, cesti di vimini ed altri contenitori di recupero. Chi ha uno spazio maggiore a disposizione, potrà seminare i girasoli direttamente in piena terra.

I girasoli saranno un piacevole elemento decorativo per il vostro balcone o per il giardino e attireranno le farfalle, le api e altri insetti impollinatori. Coltivate i girasoli in modo naturale: i loro petali saranno commestibili e potranno essere aggiunti alle insalate, alla pasta e ai vostri piatti estivi preferiti.

Marta Albè

Fonte foto: wallcoo.net

Per ulteriori informazioni puoi contattarmi via e-mail all’indirizzo: [email protected].

Segui gli aggiornamenti del blog Radici su Facebook e Twitter.

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Naturale Bio

Tè matcha per restare in forma: come introdurlo nella propria dieta

Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook