Agnello transgenico fosforescente in Uruguay: curera’ l’uomo

uruguay 2

A prima vista sembrano normali agnelli. Sono nati, cresciuti e si comportano come ogni pecora. Ma non sono animali "qualunque". Sono transgenici e se esposti a luce ultravioletta in determinate condizioni, assumono un colore verde fluorescente. Sono agnelli fosforescenti.

Nati in Uruguay per opera del dottor Alejo Menchaca dell'Instituto de Reproducción Animal Uruguay (Irauy), hanno il compito di curare varie malattie in tutto il mondo a costi bassissimi. "Si sceglie un gene di interesse, come quello responsabile della produzione dell'ormone della crescita negli esseri umani. Si inserisce in un embrione di una mucca, di una pecora o di una capra, e questo animale lo incorpora nel suo DNA. In futuro, questo animale produrrà nel latte l'ormone della crescita", spiega il ricercatore.

uruguay

Insomma, l'animale funzionerebbe come una farmacia, producendo latte dotato di sostanze di interesse farmaceutico. Ma perché quando i 9 agnelli nati in Uruguay vengono esposti alla luce ultravioletta diventano di color verde fluorescente? Perché il gene che è stato incorporato nei loro embrioni è responsabile della produzione della proteina fluorescente verde della medusa Aequorea victoria.

Insana luminescenza, creata alle spalle di chissà quante altre creature sacrificate per mischiare il dna delle pecore con quello delle meduse...

"Un'atrocità non è minore per il fatto che viene commessa in un laboratorio ed è chiamata ricerca medica: resta sempre un'atrocità". G.B. Shaw

Vota:
Maca: la pianta del desiderio e della fertilità
ARCOBALENO IN BOTTIGLIA. Come creare colorate bott...
 

Commenti 5

Ospite - paolo rossi il Venerdì, 26 Aprile 2013 12:00
nessuna atrocità

è una tecnica ormai vecchissima e universalmente usata, quella di fare esprimere un marcatore fluorescente insieme a un gene di interesse; la luminescenza non ha alcun interesse, serve solo a vedere in maniera semplice e non invasiva (prelevare tessuti o uccidere l'animale) se un particolare gene si è integrato o no (il gene della "luminescenza" e quello di interesse vengono messi "vicini" in modo da funzionare contemporaneamente e poi si "impiantano" nella cellula uovo, quindi se l'animale è luminescente vuol dire che il gene di interesse funziona). si usa in moltisssimi organismi modello, e non ha praticamente nessun effetto sulla vita dell'animale. questi geni sono ormai disponibili commercialmente e non si uccidono meduse per prelevarli. al massimo le "creature sacrificate" possono essere qualche batterio.. ma spero che la natura ci perdoni, così come tutte le persone che usufruiscono delle scoperte mediche...
fonti: sono un ricercatore

0
è una tecnica ormai vecchissima e universalmente usata, quella di fare esprimere un marcatore fluorescente insieme a un gene di interesse; la luminescenza non ha alcun interesse, serve solo a vedere in maniera semplice e non invasiva (prelevare tessuti o uccidere l'animale) se un particolare gene si è integrato o no (il gene della "luminescenza" e quello di interesse vengono messi "vicini" in modo da funzionare contemporaneamente e poi si "impiantano" nella cellula uovo, quindi se l'animale è luminescente vuol dire che il gene di interesse funziona). si usa in moltisssimi organismi modello, e non ha praticamente nessun effetto sulla vita dell'animale. questi geni sono ormai disponibili commercialmente e non si uccidono meduse per prelevarli. al massimo le "creature sacrificate" possono essere qualche batterio.. ma spero che la natura ci perdoni, così come tutte le persone che usufruiscono delle scoperte mediche... fonti: sono un ricercatore
Ospite - mirko il Sabato, 27 Aprile 2013 12:33
Concordo, in parte..

Certo, qualche aborto ci sarà stato durante gli esperimenti, no ? ad ogni modo condivido anche io il tuo pensiero: tutti contro la chimica perché inquina, ma l'aspirina & Co la vogliono tutti quando si sta male... come tutti vogliono l'acido solforico (anche se non sanno cosa sia) per la batteria della macchina! è inutile, la ricerca serve.I costi si possono e si devono valutare, ma le alternative ci sono. L'importante è avanzare nel nuovo, e non camuffare con nomi diversi i vecchi farmaci obsoleti facendoli passare nuovi ed innovativi..

0
Certo, qualche aborto ci sarà stato durante gli esperimenti, no ? ad ogni modo condivido anche io il tuo pensiero: tutti contro la chimica perché inquina, ma l'aspirina & Co la vogliono tutti quando si sta male... come tutti vogliono l'acido solforico (anche se non sanno cosa sia) per la batteria della macchina! è inutile, la ricerca serve.I costi si possono e si devono valutare, ma le alternative ci sono. L'importante è avanzare nel nuovo, e non camuffare con nomi diversi i vecchi farmaci obsoleti facendoli passare nuovi ed innovativi..
Ospite - milo il Lunedì, 29 Aprile 2013 10:56

se io do l'aspirina al mio cane o anche l'ibuprofene, il mio cane muore fra atroci dolori nel giro di un paio di giorni per emorraggia...
quante sostanze positive per l'uomo non sono state neanche prese in considerazione perché letali o tossiche per gli animali?
A mio avviso questo non è il modo giusto per fare ricerca e soprattutto vorrei dire che i mezzi con cui la ricerca sugli animali viene fatta sono degni del museo delle torture.
Gli animali, nostri fratelli stretti, vengono trattati come oggetti inanimati. Mentre hanno un'anima, sono anima-li!
Fra l'altro poi il latte non è sano per l'uomo...e non facevano prima a mettere l'ormone direttamente nel latte invece di manipolare queste povere creature?
Aspirazioni alla dott. Frankenstein...

0
se io do l'aspirina al mio cane o anche l'ibuprofene, il mio cane muore fra atroci dolori nel giro di un paio di giorni per emorraggia... quante sostanze positive per l'uomo non sono state neanche prese in considerazione perché letali o tossiche per gli animali? A mio avviso questo non è il modo giusto per fare ricerca e soprattutto vorrei dire che i mezzi con cui la ricerca sugli animali viene fatta sono degni del museo delle torture. Gli animali, nostri fratelli stretti, vengono trattati come oggetti inanimati. Mentre hanno un'anima, sono anima-li! Fra l'altro poi il latte non è sano per l'uomo...e non facevano prima a mettere l'ormone direttamente nel latte invece di manipolare queste povere creature? Aspirazioni alla dott. Frankenstein...
Ospite - lauralu il Sabato, 27 Aprile 2013 09:48
mai più vivisezione

c'è bisogno e urgenza di ripensare il tipo di società in cui viviamo insieme con le sue categorie 'scientifiche'.

0
c'è bisogno e urgenza di ripensare il tipo di società in cui viviamo insieme con le sue categorie 'scientifiche'.
Ospite - Antonio il Lunedì, 29 Aprile 2013 09:00

c'è anche bisogno di ripensare un tipo di società in cui i bambini nascono senza problemi che si porteranno addosso per il resto della loro vita...

0
c'è anche bisogno di ripensare un tipo di società in cui i bambini nascono senza problemi che si porteranno addosso per il resto della loro vita...
Già registrato? Login qui
Ospite
Lunedì, 24 Luglio 2017